in ,

Agents of S.H.I.E.L.D. 5×18 e 5×19 – Happy to comply

Agents of S.H.I.E.L.D.
Agents of S.H.I.E.L.D. 5x18 e 5x19 - Happy to comply

Ancora scombussolati dalla visione di Infinity War, andiamo ad analizzare cosa ha proposto Agents of S.H.I.E.L.D. nei suoi ultimi due episodi. Bisogna prima di tutto dire che 5×18 e 5×19 sono come le due parti di una grande storia. Il preambolo alle vicende che porteranno – forse – alla distruzione della terra.

La coppia di episodi in questione si è presentata particolarmente ricca di azione ed emozioni, e ha posto al centro due dei personaggi “secondari”, facendo raggiungere loro il pieno potenziale. Andiamo dunque a vedere cos’è accaduto – da qui in avanti iniziano gli SPOILER.

La Distruttrice e la Talpa

Come abbiamo detto, i grandi protagonisti di questi episodi di Agents of S.H.I.E.L.D. sono due. Il primo è sicuramente Ruby. Gran parte di 5×18 vede la giovane guerriera intenta a seviziare Fitz e Simmons pur di convincerli a mettere in funzione la macchina Hydra.

Ossessionata dal desiderio di essere all’altezza delle aspettative della madre, Ruby non attende alcun test e si fionda nel marchingegno senza esitazione. Le conseguenze sono però nefaste: l’instabilità e la forza del gravitonio si dimostrano eccessive per lei, che inizia a perdere il controllo. Per la prima volta da quando ci è stata presentata, vediamo la ragazza davvero sofferente e in preda a un dolore inimmaginabile – siamo quasi portati a provare compassione. L’epilogo è poi dei più tragici, in quanto vede Yo-Yo agire d’istinto e ucciderla nel momento in cui ha abbassato la guardia.

Il secondo protagonista dell’episodio è un Glenn Talbot, sotto l’influenza di Hale (come avevamo visto nel finale della 5×17). Gli ordini della donna lo portano a tentare di rapire la piccola Robin e a fuggire dal Faro. In maniera inaspettata, dal “ruolo marginale” al quale era stato relegato, Talbot acquista sempre maggiore importanza e il suo sentimento di impotenza davanti al condizionamento nemico è l’elemento che fa da apripista alla svolta dell’episodio seguente.

Inizia l’assedio

La 5×19 vive della spinta propulsiva della puntata precedente, della quale è la perfetta Parte II. Accecata dal dolore per la perdita della figlia, Hale decide di scatenare i mercenari intergalattici contro gli Agents of S.H.I.E.L.D. – dando inizio a quello che è, con tutta probabilità, il primo passo verso la fine.

Ecco quindi gli alieni assaltare il Faro per impossessarsi di tutto il gravitonio attualmente in mano a Coulson ed al suo team. Lo scontro è molto ben realizzato e riporta alle atmosfere viste nella prima parte di stagione, con i protagonisti costretti ad affrontare dei nemici quasi invincibili – bella la caratteristica di “portatori di tenebre” (per quanto sembrino usciti da Mortal Kombat) – all’interno della base .

A porre fine a tutto questo è però proprio Talbot. Quasi in trance, distrutto dall’impossibilità di controllare i propri impulsi decide di optare per la soluzione già vista in 5×18: entrare nel macchinario e unirsi al gravitonio. A differenza di Ruby, però, l’ex generale si dimostra – per ora – in grado di controllare l’immenso potere assorbito e sbaraglia senza difficoltà, e con parecchia brutalità, le copie aliene di Sub-Zero.

Pronti per la fine

Questa coppia di episodi porta, dunque, gli ultimi piatti in tavola, lasciandoci ingolositi e pronti per l’abbuffata finale.

Tra le altre cose viene anche mostrato un piccolo sub-plot, fondamentale, con Daisy intenta a cercare la cura per salvare Coulson. Ho apprezzato molto questo filone, che si intreccia alla perfezione con il passato dello show – centipede e Garrett. Anche questa piccola, seppur grande, trama è un ulteriore elemento che sembra far pensare che il loop non verrà rotto così facilmente.

Le domande di Agents of S.H.I.E.L.D. adesso sono davvero tante: Talbot riuscirà a controllare tutto quel potere? La ricerca di Daisy sarà il tassello finale che porterà alla distruzione della terra? Insomma, non vediamo l’ora che arrivi il ventesimo episodio!

Anche per questa settimana è tutto. Un grande saluto agli amici di Agents of SHIELD ITALIA!

Leggi anche – Agents of S.H.I.E.L.D.: 5 Serie Tv da seguire se ne siete in astinenza

Written by Lorenzo Berti

Da piccolo volevo essere Hercules. Da adolescente, prima Pacey Witter e poi Seth Cohen. Fino a poco tempo fa avrei voluto fare un colloquio per la Sterling-Cooper, ma ora non ne sono più sicuro. E se provassi ad entrare nello S.H.I.E.L.D? Non mi prenderebbero, passo troppo tempo sul divano a guardare Serie Tv..

serie tv

Le 7 Serie Tv straniere più viste negli Stati Uniti

Serie Tv

The Handmaid’s Tale rinnovato per una terza stagione: TUTTI I DETTAGLI!