in ,

#VenerdìVintage – 7 curiosità su Adam Brody

Adam Brody è tra gli attori di serie televisive, soprattutto di qualche anno fa, più amato. Perché? Perché interpretava uno dei personaggi in assoluto più intriganti e più particolari del panorama televisivo.

Sto parlando di Seth Cohen di The OC, il ragazzo amante di fumetti e chiacchierone di Orange County. E Adam Brody sembra essere molto simile al personaggio.

I ragazzi si rispecchiavano in lui, in un contesto pieno di figli di papà e di gente legata all’apparenza. Le ragazze si innamoravano di lui episodio dopo episodio per la sua genuinità, il suo essere dolcemente impacciato e la sua intelligenza.

Conosciamo fin troppo bene il Seth di una delle serie tv che ha caratterizzato l’adolescenza di molti, ma quanto conosciamo l’attore che lo interpreta? Abbiamo scoperto qualche chicca che magari vi era sfuggita.

#1 Seth Cohen poteva essere un’utopia
Seth Cohen, amato per il suo essere se stesso nel piccolo mondo di Orange County invaso da ragazzi viziati, poteva non esistere. O meglio, all’inizio era previsto il personaggio, ma doveva essere tutt’altro che nerd, impacciato ed emarginato. Ebbene, doveva essere il figlio di papà per eccellenza, il tipico ragazzo ricco con la puzza sotto al naso, da odiare. Inolte, la famiglia Cohen doveva chiamarsi Needlemans.
Adam Brody, allora commesso in un Blockbuster, si era presentato al provino per interpretare Ryan Atwood. E al primo provino per Seth Cohen, l’attore era stato odiato da tutti, non era piaciuto per niente.

#2 Fumetti che passione
Cosa hanno in comune Seth Cohen e Adam Brody? Molto, stranamente moltissimo. A parte il look, l’attore ama i fumetti proprio come il personaggio che interpreta. Ama gli X-Men e si aggira per le strade delle città con t-shirt di Batman. Aiuta, tra l’altro, l’ex “suocero” Denny Bilson e Paul DeMeo con la stesura della mini-serie di fumetti intitolata Red Menace. Vorrebbe recitare al fianco di Ben Stiller e Owen Wilson. Che dopo le varie conquiste cinematografiche possa far parte di un sequel di Zoolander?

Written by Giuseppina Cataldo

Amo i viaggi (anche quelli mentali), i supereroi, i concerti, i colpi di scena, i tramonti, il mio letto, la pizza. Sono una Bridget Jones amante di apocalissi e fantascienza, per cui non ho paura di sognare in grande.
Sono ubriaca di mio, nonostante sia astemia.
Cambio look spesso, voglio captare ogni sfumatura prima di scegliere quella giusta.
In testa ho la mia isola di Lost personale.
Sono onnivora, nel senso più ampio del termine.
Odio l'ansia.

#VenerdìVintage – Il segreto del successo di E.R. Medici in prima linea

#VenerdìVintage – 7 curiosità su Milo Ventimiglia