in

Timeless è molto più di un viaggio nel tempo

timeless

I viaggi nel tempo non sono una grande novità, è vero, ma c’è una serie tv sull’argomento che merita sicuramente attenzione: Timeless. Trasmessa dalla NBC a partire dal 3 ottobre del 2016, è composta da due stagioni e un film conclusivo, aggiunto dopo la cancellazione, il quale ebbe lo scopo di dare un degno finale a una storia che di certo non meritava un’interruzione così prematura.

Timeless

Protagonisti delle vicende sono Lucy Preston, una professoressa di storia interpretata dalla brillante Abigail Spencer, il soldato Wyatt Logan, interpretato da Matt Lanter, e il programmatore Rufus Carlin, con le fattezze di Malcolm Barrett. Al terzetto si affiancano personaggi secondari altrettanto interessanti. La loro missione? Sconfiggere Garcia Flynn, un uomo misterioso che ha rubato una macchina del tempo e pianifica di modificare il futuro riscrivendo la storia americana. Tra gli obiettivi vi è anche quello di scoprire il piano della Rittenhouse, la società segreta che ha costruito il prodigioso macchinario. Per farlo, i nostri protagonisti dovranno avventurarsi nel passato, incontrando di volta in volta personaggi famosi della storia americana e sventando i tentativi dei nemici di modificare quel che è successo.

Ma non si tratta solo di questo, ci sono molti ingredienti che rendono Timeless una serie tv coinvolgente. Innanzitutto ognuno dei tre protagonisti ha una storia interessante che determina le proprie scelte e influenza i propri comportamenti.

Nel caso di Lucy Preston, ci troviamo davanti a una professoressa di storia che deve improvvisamente lanciarsi in una missione sconosciuta perché un mutamento del passato sembra aver sradicato l’esistenza della sorella dal presente: nessuno si ricorda di lei, nemmeno la madre. Non è difficile immedesimarsi in un personaggio costretto a lasciare ogni certezza e buttarsi a capofitto in qualcosa di ignoto. Il talento di Abigail Spencer, inoltre, contribuisce a mettere in risalto le caratteristiche del personaggio.

Wyatt Logan, invece, è tormentato dalla morte della moglie Jessica e cerca di fare i conti col dolore giorno dopo giorno. Proprio per questo non ha nulla da perdere e accetta la missione per sconfiggere Flynn. Il suo, oltre a essere un viaggio in diverse epoche della storia americana, è un viaggio in se stesso, alla scoperta della propria forza e del coraggio di andare avanti a vivere, anche se l’unica ragione per farlo sembra persa per sempre.

E poi c’è il simpatico Rufus Carlin, un rapporto difficile con il padre, ma soprattutto una pelle nera che gli darà non pochi problemi durante i viaggi in un’America ormai passata poco tollerante nei confronti del diverso. Il personaggio di Rufus permette di riflettere sulla questione del razzismo in un modo per nulla banale o pedante (come poche altre serie sono riuscite).

Se questo non basta, sappiate che Timeless è un mix di ironia, tensione, attimi commoventi e avventura. Il mistero aleggia ovunque e non è facile scoprire i veri moventi dei personaggi. Chi è dalla parte giusta? Chi invece mira a distruggere la Storia?

Fulcro di questa ambiguità è sicuramente Garcia Flynn: appare subito come un nemico, ma è la verità? Episodio dopo episodio lo conosciamo meglio e iniziamo a farci domande. Quello che si crede all’inizio potrebbe non corrispondere al vero, ogni certezza a un certo punto crolla. I nostri tre protagonisti dovranno compiere una scelta, dovranno capire di chi fidarsi veramente.

timeless

Purtroppo però questa serie tv ha avuto una storia sfortunata: dopo la messa in onda della prima stagione venne annunciata la cancellazione.

Timeless fu poi rinnovata, soltanto per essere nuovamente cancellata. L’insorgere dei fan (che ha salvato anche questi altri prodotti) ha fatto sì che venisse girato un film conclusivo per non lasciare le vicende senza un degno finale. Il pericolo di una serie interrotta a metà, dunque, è stato scongiurato, ma questa cancellazione ha comunque lasciato l’amaro in bocca a molti spettatori. Più stagioni avrebbero senz’altro permesso di entrare ancora di più in sintonia con i personaggi e sarebbe stato sicuramente interessante vedere come sarebbe andata avanti la loro storia.

Timeless ci permette di partire dal passato per fare riflessioni sul nostro presente e sul futuro.

Ci fa dare uno sguardo indietro, allietandoci con costumi d’epoca, atmosfere antiche e mostrandoci personaggi importanti o curiosi della storia americana. L’occhiata finale, però, è proprio al presente: noi siamo qui, ora. Il passato può determinare parte di quello che siamo. Ma il futuro è ancora da scrivere.

Leggi anche – Timeless, la ripetitività della Storia e la ripetitività della storia

Written by Alice D'Arrigo

Mi piace far giocare le parole tra di loro finché non formano storie. Quando non scrivo libri, mi diverto a tuffarmi negli strabilianti mondi delle serie tv, lasciandomi conquistare da dialoghi e colonne sonore.

mr robot

Dominique DiPierro, contro i mulini a vento

il metodo kominsky

La chimica magnetica di Michael Douglas e Alan Arkin ne Il Metodo Kominsky