in

I 5 paradossi apocalittici di The Walking Dead

 

Come può un’apocalisse zombie soverchiare completamente gli equilibri della realtà e rovesciare gli ordini preesistenti?
Il mondo, le leggi, la società e le istituzioni saltano per aria, non funziona più niente, soprattutto non vale più niente di quel che c’era prima.
E’ proprio ciò che accade in The Walking Dead assistendo il più delle volte a dei veri e propri paradossi!
O almeno situazioni o legami che probabilmente mai sarebbero potuti esistere se non fosse scoppiata l’epidemia che fa resuscitare le persone in cadaveri affamati di carne umana.

1 – RICK E DARYL (GUARDIE E LADRI) – Cominciamo da due protagonisti principali della nostra serie preferita: Rick e Daryl.
Ricordate la scena sul finire della quarta stagione di quando Rick dice a Daryl ‘You are my brother’  ‘tu sei mio fratello’ ?
Ebbene: pensate forse che prima dell’apocalisse uno sceriffo così ligio al dovere, tutto distintivo e famiglia, sarebbe potuto diventare ‘fratello’ di un ragazzaccio di strada, sbandato e completamente avverso alle istituzioni, ‘un bifolco coglione’ che ‘non era ancora mezzogiorno ed era già strafatto'(ipse dixit) e che la polizia proprio non la poteva vedere? Insomma che legame avrebbero potuto avere queste due persone prima? Probabilmente..le manette!
Due figure all’opposto nella società, ‘guardia e ladro’ , una mente ‘squadrata’ convinta nell’ordine e nella legge e un’altra ribelle, anarchica e completamente sovversiva a qualsiasi regola e disciplina. Poi, l’apocalisse…e per una serie innumerevole di cose che sapete si ritrovano fianco a fianco inseparabili amici fraterni.
Meraviglie di un’apocalisse!

2 – CAROL – E vogliamo parlare di Carol? Casalinga succube di un marito violento, incapace di una qualunque reazione, impaurita di ogni cosa, ‘sotto schiaffo’ e inerme a qualsiasi sopruso prima che tutto accadesse.. Poi, il ribaltone apocalittico…ed eccola lì con un coltello minacciare alla gola un lungagnone manesco proprio come l’ex marito facendolo tremare come una foglia. Diventare la ‘regina dell’intraprendenza’ decisionista, senza scrupoli, determinata, complottista, vendicativa e con il grilletto facile! Praticamente l’opposto di quel che era prima: anche qui ‘trasformazioni apocalittiche’.

3 – L’EDUCAZIONE DEI PARGOLI – E poi i bambini. Da Carl, passando per Lizzie, Mika sino a Judith, appena sarà grandicella.
Che educazione particolare in tempi di apocalisse! Non si va a scuola, non ci sono insegnamenti per come si debba stare in una società perchè…non c’è, quindi addìo cultura civica, addìo buone maniere, rispetto per il prossimo o input di non violenza come un ‘bravo bambino’ dovrebbe comportarsi. No! Ora l’unica cosa da imparare è come sopravvivere. Quindi meglio saperlo fare bene, meglio imparare a difendersi…meglio insegnare a…sparare! E allora: niente università o laurea o diploma, ora l’esame da passare è prendere ben bene la testa del mostro! Altro che ‘mi scusi’, ‘grazie’ , ‘permesso’ e ‘buonasera’ : nel dubbio uccidi che è meglio e hai fatto la cosa giusta! Questa è la lezione. E se lo dice papà…

4 LA RELIGIONE – E di sicuro oltre alla scuola non si andrà neanche a catechismo, statene certi. Soprattutto se l’unico rappresentante dell’istituzione eclesiastica sopravvissuto è un certo Padre Gabriel. E sì perchè se prima, in una situazione di normalità ‘le porte della casa del Signore’ sono sempre aperte, se una delle prime missioni di una sacerdote è quella di portare in chiesa tante anime pie, con il risultato che bisogna ‘pregare’ la gente perchè nessuno vuole andarci, con l’apocalisse …le porte si chiudono e quelli che prima non volevano entrare ora tirano pugni alla porta per farlo! E il perdono e la misercordia? E la casa del signore sempre aperta? Troppo tardi!
E’questa la nuova religione dell’apocalisse? Forse.

5 – IL GRANDE PARADOSSO DELLA PRIGIONE – Ma la migliore di tutte, il paradosso dei paradossi, non può che essere la ‘guerra totale’ …per andare in prigione!
Sì, avete capito bene, il posto dove non vorrebbe finire mai nessuno, quello che ha generato le più incredibili astuzie e furberie  per evaderla ed evitarla, ora diventa il posto più ambito, voluto da tutti, così fortemente da presentarsi con un carrarmato pur di entrarci!
Voler entrare a tutti i costi in prigione: è questa la ‘nouvelle vague’ dell’apocalisse!
Ma non è finita, perchè se pensate che quello che non vuole schiodare da lì è uno sceriffo, la cosa diventa ancora più come dire ‘rivoluzionaria‘! Cioè colui che ci dovrebbe mettere gli altri in galera, ora è pronto a tutto pur di starci lui! Uno sceriffo che si autoincarcera! E’ davvero la fine del mondo!

Paradossi di un’apocalisse!

Questi sono solo alcuni, ne abbiamo presi cinque a caso ma se ne potrebbero trovare in quantità industriale in TWD!

Verrebbe da chiedersi, visto il mondo che viviamo così ‘a senso unico’, se non ci sarebbe da augurarsi una bella epidemia!
Visto che, a quanto pare, con un’apocalisse…tutto è possibile…

(Un saluto agli amici di The Walking Dead ItaliaThe Walking Dead ITACaryl Italia ed agli amici del gruppo di The Walking Dead Italia Fans!)

New Girl: who’s that girl? It’s Jess!

I 5 motivi che hanno reso Scrubs un cult assoluto