News

  • in

    Phil Leotardo, l’atavico metodista del crimine

    Phil Leotardo, in nomen omen, un uomo dal destino già scritto dallo stesso nome. La spiegazione del destino, solcato e indelebile come una ruga sulla fronte, è l’atavica spiegazione semantica dell’onomastica del cognome di Phil. L’invidia di altri compatrioti in cerca di buona sorte che per snobbarlo decisero di ribattezzarlo parodisticamente come ‘Leotardo’, non ‘Leonardo’ […]

  • in

    Zio Corrado Junior, il vecchio uragano dei Soprano

    Zio Corrado Junior, una burrasca, una mina vagante, un vecchio uragano che conduce vorticosamente nel delirio e nell’inquietudine ogni essere col quale viene a contatto. La passione per il canto, quella per le belle donne e il buon vino, l’anziano vizioso e oramai criminale consumato, lo zio egocentrico che aizza l’un contro l’altro i malavitosi […]

  • in

    The Sopranos: Silvio Dante, la penna contabile e la fedeltà criminale

    Volto gonfio, mascella perennemente curvata, sopracciglie alzate, simpatico imitatore di Al Pacino, grilletto facile, fedifrago consumato, uomo predisposto alla risoluzione netta dei problemi, amante della gestione del denaro sporco e delle donne di facili costumi. Tony Soprano e la cosca DiMeo hanno il loro contabile di fiducia, Silvio è semplicemente quello di cui Tony più […]

  • Paulie Gualtieri
    in

    The Sopranos – Paulie Gualtieri, la vecchia manovalanza del crimine

    Paulie Gualtieri: il misogino, il taccagno, il violento, il paranoico, lo strampalato, l’ignorante, lo xenofobo, lo schietto, l’atavico. I Soprano rievocano la magia dei grandi attori e del grande cinema, raccontando le ingombranti tradizioni e il malaffare dello stivale italico. Se I Soprano raccontano una storia di manovali del crimine, Paulie è la metafora di […]