in ,

La famiglia di Supernatural è riunita: mamma mia che puntata!

Mary

Mamma mia” che puntatona oggi!

Parliamo un po’ di Lucifero oggi, l’avevamo lasciato un tantino troppo da parte… E Toni Bevell, come se la sta cavando con l’interrogatorio di Sam, stordito e attaccato alla sedia come un salame?

Bè, diciamo che le prime scene mi hanno lasciata con l’ansia: Sam e Toni a letto insieme!!! Ma come è potuto succedere?? Chiacchiere e effusioni come una normale coppia. Oddiooo!
E intanto Dean e Cass stanno setacciando tutti gli edifici abbandonati vicino allo studio del veterinario!!!

Mary

Tra Mary e Dean le cose sono un po’ strane, fanno finta di comportarsi come persone normali ma hanno un enorme peso sulle spalle. Trent’anni di vita da recuperare, con Mary che deve riabituarsi alla vita e soprattutto all’idea che i suoi due bambini siano dei cacciatori.

Torniamo alla coppietta tutta bacini e coccoline: svelato l’arcano! Sam è sotto incantesimo così da farlo confessare in una situazione, diciamo così, in cui si sente più a suo agio. Finito tutto, si ricomincia con le torture fisiche e l’onnipresente “screw you!” ripetuto in loop che abbiamo tanto adorato nel pilot.
Ma finalmente abbiamo scoperto che Toni ha un capo, un certo Mick, che la sta rintracciando per riportarla a casa. Ha fallito la sua missione.

Mary racconta a Dean dei sogni che sta cominciando a fare, ricordi del padre e del loro passato felice…

…mentre Cass ha scoperto il nascondiglio della pazza donna di lettere. Armi e bagagli, si parte!

E la nostra meravigliosa strega rossa centenaria? Che ci fa con un affascinante magnate, a pranzo in un ricco ristorante? E soprattutto, perché Crowley le sta servendo del vino vestito da cameriere? Mumble mumble…

Intanto da un’altra parte si sta svolgendo un concerto rock di una star di secondo ordine, un certo Vince Vincente e la sua band, uomo perseguitato dalla morte della sua ex.
Chissà come mai ci viene presentato… ma andiamo con ordine.

Mary

Dean e Mary sono in macchina, e tra le varie chiacchiere madre-figlio, Dean racconta qualcosa del suo passato, di come il padre si sia buttato nella caccia per reprimere il dolore, e anche lui, ma Sam invece è andato all’università e si stava costruendo una vita normale, mollata quando Dean lo ha richiamato all’ordine. Si vede che porta ancora il peso di quella scelta sulle spalle, e non se ne libererà mai.

La rockstar Vince se ne torna nella sua stanza d’albergo, intento a deprimersi in solitudine mentre in resto della band va a festeggiare in città. E mo’ cominciamo a capire qualcosa di più: quadri che volteggiano nell’aria, luce che salta, il fantasma della sua Jen che gli chiede scusa per essersi suicidata, ma che possono recuperare tutto e stare insieme per sempre…
…Basta che lui “la faccia entrare” … uhm… non mi piace questa scelta di parole, l’ho già sentita troppe volte… e infatti, appena l’uomo accetta, gli occhi della donna diventano di fuoco e in un lampo di luce le mie idee diventano realtà: è pronto il nuovo tramite di Lucifero. Molto bene.

Mary

L’altra coppia madre-figlio, Rowena e Crowley, sta studiando un incantesimo a quattro mani per rintracciare l’angelo caduto e rispedirlo all’inferno. Tra una minaccia velata e l’altra meno, la donna accetta di aiutarlo con la speranza che King Crowley la lasci definitivamente in pace a vivere la sua nuova vita con Ben, il sexy imprenditore.

Mary

Dean e Mary arrivano alla fattoria in cui è tenuto prigioniero Sam, ben protetta da incantesimi anti angelo che tengono Cass fuori, così con una scusa Mary viene mollata a fare da compagnia a Cass finché Dean dà un’occhiata in casa. Ovviamente appena sta per aprire la porta del seminterrato si accorge di essere rimasto prigioniero di un sigillo, e finisce a fare compagnia al fratello legati nello stanzino.

Vince/Lucifero va a trovare Crowley per chiedergli gentilmente di sparire dal suo trono, accolto da quest’ultimo con una geniale battuta nel suo perfetto stile british («Noto che stai indossando Vince Vincente, star di seconda mano. Pensavo che Justin Bieber fosse più il tuo tipo»!!!).
Un paio di convenevoli di circostanza e mentre Lucifero è distratto Rowena emerge dall’ombra recitando un incantesimo paralizzante, mentre il figlio gli getta addosso dell’acido solforico per ucciderne il tramite e liberare la sua essenza in modo da catturarlo.

Indoviniamo un po’?
Non funziona!

Ovviamente!

Hanno di nuovo sottovalutato il demonio, e di nuovo a farne la spesa è Rowena, presa prigioniera mentre Crowley sparisce in un batter d’occhio. Povera madre, mai fidarsi dei figli maligni! 

Mary

I fratelli Winchester intanto si aggiornano sugli ultimi avvenimenti, con la bitch Toni che li minaccia a dovere, mentre mamma Mary compare alle sue spalle puntandole una pistola, sotto gli occhi increduli di Sam.

Mary

Mary

Iniziano a scazzottarsi per bene (devo dire che Mary nonostante i trent’anni di fermo, se la cava piuttosto bene), e anche se Toni sembra avere la meglio, Dean è sempre un passo avanti: un pugno in faccia e bye bye inglesina pestifera, fai bei sogni.
Mentre si stanno liberando entrano Cass e il capo di Toni, Mick, che si presenta gentilmente e chiede una chiacchierata pacifica tra le due fazioni, per unire le forze. Dobbiamo crederci? Questi britannici non sono molto simpatici…

Tornati al bunker per riprendere le forze e rinvigorirsi, finalmente la famigliola Winchester è radunata intorno al tavolo per mangiare, cosa che Dean fa con il suo inconfondibile stile da camionista, sotto il sorrisino beffardo di mamma e fratello. Più tardi, finalmente, assistiamo al primo momento di intimità tra Sam e la madre, il primo abbraccio, bello quasi quanto quello con Dean. Sam le consegna il diario del padre, per colmare i ricordi mancanti, come ha fatto lui quando aveva bisogno di risposte. Bellissimi, davvero troppo teneri! Ricordiamoci che Sam era in fasce quando ha perso la madre, chissà che botta deve assorbire!

Mary

E mentre Dean e la sua immancabile birra sfoglia le foto di famiglia, Mick sta accompagnando Toni in aeroporto per rispedirla a casa, assicurandola che se le cose dovessero andare per il peggio, ha già pronto un piano di riserva: un certo signor Ketch, di cui riusciamo a vedere solo le mani, sta preparando le valigie… Diciamo solo che non sembra un tipo molto tranquillo con cui scambiarsi due chiacchiere davanti a una tazza di the!

Ma ne scopriremo di più nel prossimo episodio!
Vi allego il promo del terzo episodio

 

 

Un saluto agli amici di  Supernatural fan club

 

LEGGI ANCHE

Il grande ritorno dei fratelli Winchester. Supernatural suona la dodicesima

Il finale dell’undicesima stagione di Supernatural è da applausi

Com’è nato Supernatural 

Written by Francesca Solazzo

Cinema, Serie Tv, Plaid, Caminetto: la mia vita in quattro parole. Annoiata dal logorio della vita moderna, mi rifugio nei classici o nel Fantasy... ma sono quello Urban eh! Per il resto, "giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio cose…"

5 Serie Tv da guardare se ti senti un perdente

7 curiosità su Jeffrey Dean Morgan