in ,

Stranger Things 3×05 – Tre storie parallele, una sola incredibile scoperta

stranger things 3x05 recensione

Stranger Things 3×05 recensione e commento con spoiler (quindi attenti se non siete in pari con la serie).

Tre punti di vista separati. Tre storyline che corrono parallele. Tre tasselli fondamentali della storia. Ogni gruppo porta avanti la propria indagine ma, alla fine, tutto condurrà allo stesso punto. Nessuno di loro è consapevole delle scoperte degli altri. Così vanno avanti le cose nella nuova puntata, riprendendo il filo delle vicende dei vari personaggi.

La quinta puntata comincia, quindi, mostrandoci il gruppo di Steve, Dustin, Robin e Erica che, in preda al panico, continua a precipitare. All’improvviso però si ferma, e i ragazzi cercano invano di aprire le porte o di arrampicarsi dalla botola sopra il soffitto, ma si accorgono che è impossibile. La distanza tra i due gruppi di ragazzi diventa sempre più marcata, ognuno a modo suo immerso in una ‘missione’ importante.

La scena si sposta su Joyce e Hopper, i quali, iniziano a lavorare insieme, ispezionando le proprietà che lo Starcourt ha acquistato, per trovare il laboratorio responsabile della smagnetizzazione delle calamite di Joyce.

I due entrano in una casa e alcuni elementi fanno subito intuire che qualcosa non va: le lampade e le luci dell’edificio tremano. Joyce scopre una scala e capiscono di essere arrivati nel posto giusto: un seminterrato in cui trovano due uomini russi, uno dei quali lo abbiamo già incontrato nella prima puntata, ricordate? È il personaggio incaricato di ricostruire il macchinario per squarciare il muro. In seguito, Hopper tenta, con i suoi modi sempre burberi di parlare con i due, mentre Joyce si accorge che qualcun altro è entrato in quella casa.

Stranger Things GIF

Dopo una sparatoria, Joyce e Hopper riescono a scappare dall’edificio e a portare con loro Alexei (il russo scoperto nel seminterrato), cercando di trovare qualcuno che possa aiutarli a comunicare con lui. Il cammino di ‘coppia’ dei due sembra continuare, anche se non si trovano d’accordo sui modi in cui agire. Ma forse sarà questo a renderli ancora più uniti.

Stranger Things 3×05 recensione: il gruppo si riunisce

La storia continua con Nancy che, disperata, chiama Jonathan per raccontargli della signora Driscoll e della sua reazione fin troppo simile a quella che aveva avuto Will quando il Mind Flayer si era impossessato di lui.

Da questo momento, i due si riuniscono a Mike, Will, Lucas, Max e Undici i quali, dopo lo scontro con Billy si sono rifugiati a casa Wheeler. Sullo sfondo di piccoli problemi di coppia tra Undi e Mike e del rapporto d’amicizia che si sta creando tra la prima e Max, si muove una delle due linee principali della serie. I ragazzi, infatti, dopo essersi consultati sui fatti avvenuti negli ultimi giorni, capiscono che il Mind Flayer sta creando un esercito, di cui probabilmente fa parte anche Tom, capo dell’Hawkins Post.

Strangert Things 3x05 recensione

Stranger Things 3×05 recensione: Dustin, Steve e la base dei russi

Nel frattempo la serie torna a mostrarci la storyline del gruppo di Dustin. Qui la situazione si fa sempre più complicata. La porta del magazzino in cui erano intrappolati finalmente si apre e due persone prendono le scatole in esso contenute. Steve ha la brillante idea di usare il contenitore con la sostanza verde che hanno trovato in una delle scatole, per tenere alzata la saracinesca e uscire da lì. La scoperta che fanno è sensazionale!

Si trovano davanti un enorme corridoio e capiscono di aver trovato esattamente quello che cercavano: la base dei russi, che probabilmente nasconde segreti importantissimi. Proseguono, quindi, il cammino finché non riescono a entrare inosservati (forse in modo poco credibile) nella ‘Stanza dei Comunisti‘, come la definisce Erica. Qui Steve si rivela un personaggio che ha compiuto un’importante evoluzione. Dimostra di saper lottare e di non essere più il ragazzino che tutti pensano. Come se non bastasse, Dustin, Steve, Robin e Erica scoprono il laboratorio dove vengono portati avanti gli esperimenti per riaprire il muro.

Stranger Things 3×05 recensione: il coraggio di Nancy

Anche Nancy, come aveva tentato di fare all’Hawkins Post, si fa valere, dimostrando di essere coraggiosa e pronta a tutto.

Una volta a casa di Tom, Nancy intuisce come possa essersi evoluta la situazione. I ragazzi sono consapevoli che, se il Mind Flayer sta dando vita ad un esercito, deve nascondersi da qualche parte. Will ha l’intuizione di tornare in ospedale dalla signora Driscoll affinché lei possa condurli nel luogo in cui il Mind Flayer si impossessa delle persone. Così ha inizio una scena che sa molto di film zombie, in un futuro post-apocalittico.

Arrivati in ospedale, Nancy e Jonathan cadono in una trappola! Tom dell’Hawkins Post e un suo collega, entrambi posseduti dal Mind Flayer, li aggrediscono e non sembra possano essere uccisi. Nel momento, però, in cui Jonathan sta per essere ucciso da Tom, Nancy, con un colpo di estintore finisce l’altro uomo. Qui scopriamo una cosa importantissima: ferendo uno di loro, anche l’altro è stato ferito! I membri dell’esercito potrebbero essere collegati tra loro in qualche modo!

Tuttavia, dopo essere stati uccisi, i due uomini si trasformano in una poltiglia simile a quella in cui si erano sciolti i ratti a inizio della serie. Questa sostanza, poi, prende vita, per diventare un mostro orribile.

Scary Season 3 GIF by Stranger Things

In questa puntata, tutti i personaggi stanno giungendo, separatamente, alla stessa conclusione: il Mind Flayer è tornato. Eppure, stavolta, non è da solo. La divisione in gruppi dei ragazzi consente di dare agli spettatori una visione di insieme della situazione e di mostrare in modo più evidente l’evoluzione dei personaggi principali. Di nuovo, si trovano a dover affrontare qualcosa di grande per loro, ma sapranno riunirsi e saranno più consapevoli, forti e pronti a combattere.

Non senza momenti poco credibili, la 3×05 di Stranger Things ha creato una forte suspense, ma ha iniziato anche a chiarire molti punti. Ad esempio capiamo il perché la signora Driscoll e i topi si nutrono di fertilizzante: probabilmente stanno cercando di creare una nuova sostanza chimica all’interno dei loro corpi, che consentirà al Mind Flayer di diventare più potente. Inoltre, il personaggio di Will sembra aver messo da parte, solo per ora, il rancore verso i suoi amici. Ci sarà una nuova lite? Come si evolveranno le cose nella prossima puntata?

Leggi anche – Stranger Things: la colonna sonora completa della terza stagione

Written by Elena Scipione

Studentessa di Lettere, amante dei libri (del loro profumo) e delle serie tv, con molta voglia di conoscerne di nuove.

The Handmaid's Tale

The Handmaid’s Tale 3×07 – L’orrore ci rende quei mostri che non siamo

Disney Channel

È morto Cameron Boyce, la giovanissima star di Disney Channel