in

Shameless – La recensione del finale di serie

shameless 11x12

Attenzione: evitate la lettura se non volete imbattervi in spoiler su Shameless 11×12

Siamo arrivati alla fine di un viaggio lungo undici anni. Un viaggio difficile, duraturo, senza controllo e senza regole ma allo stesso tempo meraviglioso. Shameless ci ha fatto compagnia per più di un decennio e dirgli addio è quasi come salutare per sempre (o forse no?) degli amici che avranno un posto speciale nel nostro cuore.

Non tutti hanno apprezzato il finale della serie. Molti sono stati i fan che si sono dichiarati delusi dalla “non conclusione” che abbiamo avuto modo di vedere. Certo, mettere qualche punto in più non avrebbe fatto male, ma dobbiamo tenere in considerazione una nota molto importante: i Gallagher, dopotutto, hanno appena iniziato la loro “vita”. Nessuna decisione degli autori avrebbe mai potuto soddisfarci pienamente: i dubbi sul futuro dei fratelli del South Side ci avrebbero perseguitati in ogni caso.

shameless 11x12

La scorsa puntata ci aveva lasciati con Frank e il suo tentato suicidio che, tuttavia, non è andato a buon fine. Nonostante la malattia, nonostante gli anni inevitabilmente trascorsi, il nostro Frank Gallagher ha avuto la meglio sull’ennesima overdose. Appena si è risvegliato è subito uscito di casa, spaesato e senza una meta ben precisa, ma all’evidente ricerca di qualcuno: Fiona. Lo abbiamo infatti visto recarsi al Patsy’s Pies e di fronte alla chiesa dove la sua figlia maggiore avrebbe dovuto sposarsi, cercando con uno sguardo spento qualcuno a cui aveva già detto addio un paio di stagioni fa. Ricordate le ultime parole che padre e figlia si sono scambiati?

“Ci vediamo in giro”
“Ne dubito”

La sua ricerca si conclude in ospedale, quando Frank scambia l’infermiera che sta tentando di curarlo proprio per sua figlia, in una scena a dir poco toccante. E qui, come anche in altre occasioni, abbiamo la prova che probabilmente la persona verso cui il nostro capofamiglia si sente più in colpa è proprio Fiona. Le chiede dov’è stata per tutto questo tempo, come se l’avesse cercata per mesi. Poi, a poco a poco, ricordando uno per uno i suoi figli e la sua amatissima Monica, ci abbandona.

Il nostro Frank Gallagher, dopo essere sopravvissuto a tutto (letteralmente) muore con il virus che ormai da mesi spaventa il mondo intero: il Covid. Una scelta che forse ci ha lasciati un po’ perplessi, ma che rispecchia ancora una volta la volontà di Shameless di raccontare il mondo così com’è e l’attualità che ci circonda.

shameless 11x12

I Gallagher, intanto, continuano a vivere la loro vita inconsapevoli di ciò che stia accadendo a loro padre e apparentemente senza darci troppo peso. Tranne Liam. Il più piccolo dei sei fratelli cerca disperatamente Frank in giro per Chicago, seriamente preoccupato per ciò che potrebbe essergli successo. Ma perché lui, che forse ha conosciuto suo padre meno degli altri, sembra essere così apprensivo? Forse, proprio l’essere stato cresciuto con l’amore dei suoi fratelli senza mai di fatto essere stato “abbandonato” gli ha permesso di essere in qualche modo più umano. E noi, ammettiamolo, ci siamo un po’ commossi nel vederlo cercare Frank così insistentemente.

Intanto, mentre Carl e Ian hanno avuto il proprio riscatto e si apprestano a vivere una vita sicuramente molto più tranquilla rispetto a quella dei loro fratelli, Debbie sembra essere sempre più “persa”. Tra tutti i Gallagher è sicuramente quella che ricorda di più Monica: quando ha chiuso fuori dalla propria stanza Franny per “divertirsi” con la sua nuova amica, ci ha subito portato alla memoria i comportamenti menefreghisti ed egoisti di sua madre. E non ci ha fatto assolutamente piacere. Siamo infatti ben lontani dalla bambina carina e dolce che abbiamo avuto modo di conoscere ben undici anni fa: la vita ha plasmato Debbie, ma non ci piace molto ciò che è diventata.

Lip, infine, sembra aver capito di aver sprecato il proprio talento e l’incredibile intelligenza che lo distingueva dai suoi fratelli nelle prime stagioni. È cresciuto, è maturato e adesso ha una famiglia a cui badare: è soltanto questo ciò che gli importa. Forse avremmo preferito vederlo riscattarsi in qualche modo, ottenere ciò che davvero meriterebbe, ma non dovremmo sorprenderci: dopotutto, Shameless non ha mai avuto l’intento di regalarci dei lieto fine. La serie che abbiamo amato per undici anni è forte, cruda e realistica: ci ha insegnato che la vita, a volte, ci mostra un futuro radioso, ma poi ci costringe a scegliere la strada più tortuosa.

La scena finale di Shameless 11×12 è stato chiaramente il modo in cui gli autori hanno voluto chiudere un cerchio, ricordando il primo episodio della serie. I Gallagher iniziano a intonare The Way We Get By davanti a una macchina in fiamme, riportandoci immediatamente alla memoria una scena ben precisa della prima puntata: gli ultimi istanti, in cui i sei fratelli sono in cucina a fare colazione e Frank è per terra, svenuto a causa dell’alcol come al solito.

Questa volta, tuttavia, il capofamiglia dei Gallagher li guarda dall’alto, mentre abbandona una vita vissuta al massimo (o quasi). Il monologo finale di Frank vuole chiaramente rimandarci alle prime frasi che abbiamo avuto modo di ascoltare nel pilot, quando proprio lui ci descriveva i suoi figli che di li a poco avremmo imparato a conoscere e ad amare. E ancora una volta, nonostante Frank abbia scritto le parole che udiamo poco prima di morire, lo vediamo non rimpiangere nulla di ciò che ha vissuto: i suoi figli “non gli sono particolarmente simpatici”, ma sono tutti dei Gallagher. Perciò, li lascia con un insegnamento ben preciso: “People say you cant’ drink your troubles away, I say you’re just not drinking enough”

Nomina tutti i suoi figli, meno una: Fiona. La mancanza della maggiore dei Gallagher si è fatta sentire prepotentemente nelle ultime due stagioni, ma nell’undicesima quasi tutti i fan della serie hanno sperato che tornasse in un modo o nell’altro. Con una chiamata, magari, o proprio quando Frank stava per morire e hanno parlato del cosiddetto “numero per le emergenze”. Ci sarebbe piaciuto vederla, sapere come sta, ed è stato un colpo al cuore non sentirla nemmeno nominare nella lettera che suo padre ha scritto poco prima di morire.

Frank ha voluto dire addio a tutti i suoi figli, tranne che alla primogenita. Perché? Forse perché si sente più in colpa per lei che per gli altri? Probabilmente non lo sapremo mai. Ma dobbiamo ammettere che una frase rivolta a Fiona, alla fine dell’ultima puntata di Shameless, ci avrebbe fatto soltanto piacere.

shameless 11x12

Quello di Shameless 11×12 non è stato un finale perfetto, come quello che ci aspettavamo e che speravamo. Ci piacerebbe sapere se Carl comprerà l’Alibi, se Ian e Mickey avranno un bambino, se Lip riuscirà a riscattarsi, se Liam rimarrà dolce com’è o se la vita temprerà anche lui e se Debbie tornerà sulla retta via. Sarebbe bello poter sapere dov’è Fiona, cosa fa nella vita.

Per adesso, purtroppo, dobbiamo accontentarci di brindare ai Gallagher e soprattutto a Frank. E in futuro, chissà? Magari riusciremo a scoprire qualcosa in più e a ritornare nel South Side, almeno per un po’.

Leggi anche: Non soltanto Shameless 11×12 – Dal South Side al South Side

Scritto da Palma Vasta

Ho sempre seguito le Serie Tv e amo scrivere. Un giorno ho pensato di unire le due cose... e ogni tanto ne esce fuori addirittura qualcosa di interessante.

l'attacco dei giganti

7 pessime notizie sulle Serie Tv

Breaking Bad

Breaking Bad – Aaron Paul ha un inusuale record mondiale