in

7 brutte situazioni che abbiamo dovuto affrontare quando guardavamo le Serie in Televisione

Più passa il tempo, più serie tv da recuperare abbiamo. La nostra lista delle serie da vedere si allunga sempre di più, tra le nuove puntate delle serie che seguiamo, le imperdibili serie appena uscite, quelle già concluse da recuperare e mettiamoci pure i rewatch delle nostre preferite. Occupiamo gran parte del nostro tempo a guardare serie tv. Questo perché, principalmente, possiamo farlo ora. Fino a qualche anno fa non era affatto così. Non poteva essere così, perché mancavano proprio gli strumenti. Per strumenti intendo quelli che oggi sono i nostri migliori amici: lo streaming, Netflix, o più ampiamente Internet. Non che prima non esistesse Internet, ma non ci offriva di certo quello che ci offre oggi. Insomma, la possibilità di vedere le nostre serie quando vogliamo e dove vogliamo, prima non c’era. Adesso basta avere una buona connessione, cliccare sulla puntata che si vuole vedere e via con la maratona. Tutto molto più semplice ora. Ma fino a pochi anni fa non era così, lo sappiamo bene. Dovevamo accontentarci delle serie trasmesse in tv, sottostare agli orari e alle decisioni che le varie reti televisive prendevano a riguardo. E molte di queste a noi non andavano proprio giù. Abbiamo dovuto sopportare tutto in silenzio, rimanendo anche traumatizzati a volte, come in alcuni di questi casi.

Queste sono le situazioni che più mi hanno fatto incavolare quando il potere era nelle mani della televisione, e che sono sicura abbiano dato fastidio anche a voi.

1) PUNTATE RANDOM

Se c’è una cosa che mi faceva imbestialire era la noncuranza con cui trasmettevano gli episodi di una serie tv. Sembrava come se chiudessero gli occhi e mandassero episodi ad minchiam, così giusto per riempire gli spazi vuoti tra un Tg e un altro. E ti ritrovavi a vedere prima la puntata in cui Tizio muore, e subito dopo una dove è ancora vivo. E confuso/a non sapevi se era in qualche modo resuscitato, se l’avevi sognato o se erano loro gli stronzi a mandare puntate precedenti a quella che avevi già visto. Ed effettivamente era proprio così.

Suits ha chiuso col botto

She’s gotta have it di Spike Lee diventa una Serie Tv per Netflix!