Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » SERIE TV » 5 serie tv che hanno imparato dai propri errori

5 serie tv che hanno imparato dai propri errori

4) Star Trek

Star Trek

Sembrerebbe non esserci nulla da dire di fronte a questo mostro sacro della serialità. Eppure anche qui abbiamo una svolta che ha permesso di portare la Serie ad essere quello che è: un capolavoro. Fortunatamente per tutti noi, questa svolta è avvenuta prima ancora che il pilot che tutti oggi conosciamo venisse messo in onda nel lontano 1966. La prima stagione infatti è andata in onda con l’episodio “Trappola umana” ma la produzione ne aveva fatto sviluppare uno diverso: “Lo zoo di Talos”. Inutile dire che fu un fiasco totale. Talmente disprezzato dalla produzione e dal pubblico che venne cancellato e completamente riscritto. Venne cambiata la trama ma soprattutto i protagonisti.

Il comando della Yorktown (il primo nome della Enterprise) era affidato al Capitano Christopher Pike (Jeffrey Hunter). Al suo fianco compariva il primo ufficiale (Majel Barrett) ed un ufficiale scientifico vulcaniano di nome Spock (Leonard Nimoy). La NBC, incredibilmente, decise di offrire a Gene Roddenberry una seconda opportunità per un nuovo pilot. Al comando della Enterprise fu messo il Capitano James Kirk (William Shatner). Venne invece confermato Spock, ma si decise di cambiarlo profondamente. Inizialmente la figura del Vulcaniano presentava poche differenze rispetto ad un umano e solo di carattere fisico (la pelle rossa e le orecchie a punta). In seguito il colore della pelle fu lasciato normale in quanto, nei televisori in bianco e nero, il rosso appariva nero, e si aggiunse il sollevamento delle sopracciglia. Nel nuovo pilot, infine, si decise di che nei Vulcaniani le emozioni fossero state soggiogate alla logica. E così, naque il mito.

Pagine: 1 2 3 4 5