in

10 Serie Tv amate dai criticoni

5) The Closer

In un’epoca ancora molto maschilista, un uomo fa sempre moltissima fatica a prendere ordini da una donna, a prescindere dalle competenze e dall’intelligenza della femmina in questione. Giusto? Assolutamente no. Comune? Sì. Se volete un esempio, citofonate a Brenda Leigh Johnson, la protagonista di “The Closer”, il terribile capo della Priority Homicide Division. Questa bionda è una nave inaffondabile che dividerebbe in due anche l’iceberg che ha distrutto il Titanic con la sua forza interiore e il suo carisma di stampo militare. Non contradditela, se ci tenete alla vita.

4) True Detective

Ci riferiamo ovviamente alla prima stagione della Serie Tv, quella col mitico Rust Cohle a sovrintendere le operazioni investigative. Lo scavato e acuto volto del detective interpretato da Matthew McConaughey diventa la maschera ideale del pessimismo cosmico, che non è una sorta di tristezza passivo aggressiva colma di retorica, proprio no: è una vocazione oscura che non ti permette di non prendere a male parole o in alternativa di umiliare (la scelta dipende dalla quantità di alcool ingerita in precedenza) chi sta sbagliando, prima ovviamente di rimediare con sovrumana precisione al danno fatto.

Scritto da Jacopo Bertone

Sono un appassionato di serie tv, studente di psicologia, aspirante telecronista, drogato di sport e giornalista in erba...in poche parole, un nullafacente con un sacco di cose da dire.

game of thrones home 1

Perchè non guardare una serie tv di cui ti sei già spoilerato tutto (o quasi) è un errore colossale

shameless

10 motivi per amare Shameless