Vai al contenuto
Home » SERIE TV » La classifica delle 5 migliori interpretazioni nella carriera di Pedro Pascal

La classifica delle 5 migliori interpretazioni nella carriera di Pedro Pascal

pedro pascal

Pedro Pascal è l’attore cileno più famoso di Hollywood.

Questi merita un plauso per aver dimostrato un’ ammirevole disinvoltura nell’interpretare i ruoli più disparati con credibilità, versatilità e maestria.

Cugino alla lontana della scrittrice Isabel Allende, Pedro Pascal è nato in Cile ma è stato costretto a espatriare con tutta la famiglia in Danimarca in seguito al golpe del 1973 di Pinochet. Si è trasferito negli Stati Uniti da bambino ed è nel Nuovo Mondo che si è appassionato quasi ossessivamente al cinema.

La sua è una carriera che dura ormai da più di 20 anni, dai tempi in cui fece una breve apparizione in “Buffy l’ammazzavampiri“; inizia a lavorare nelle serie tv ma negli anni 2000 incomincia ad ottenere anche ruoli cinematografici.

Pedro Pascal è un attore bravo e versatile, capace di interpretare qualunque personaggio e di essere credibile in qualsiasi genere narrativo, dal poliziesco al fantasy.

Tra i suoi disparati lavori ne abbiamo scelti alcuni per proporvi la classifica delle 5 migliori interpretazioni nella carriera di Pedro Pascal.

5. Dave York – The Equalizer 2

Pedro Pascal è diventato un volto noto grazie alle serie tv e solo nel 2005 inizia ad approdare sul grande schermo.

Al quinto posto delle sue migliori interpretazioni vogliamo inserire quella nel film del 2018: “The Equalizer 2” di Antoine Fuqua.

In questa produzione cinematografica, che ha come protagonista Denzel Washington nei panni di un ex agente segreto che ha finto la sua morte per poter trascorrere una vita tranquilla, Pedro Pascal interpreta il ruolo, per lui non usuale, di villain.

In The Equalizer 2” Pedro è David York, ex agente speciale della CIA, diventato killer di professione.

In questo insolito ruolo da cattivo Pascal è piuttosto convincente e si dimostra credibile sia nelle scene “action” sia nei dialoghi in cui riesce a dare profondità e spessore psicologico al suo personaggio.

Non dimentichiamoci che in questo film il protagonista è Denzel Washington, un vero e proprio fuoriclasse, e che nonostante la sua presenza “ingombrante” Pedro Pascal è riuscito a emergere grazie al suo carisma.

Negli ultimi anni infatti sembra proprio che sceneggiatori e registi abbiamo capito che tutte le storie sembrano trarre beneficio dal gettare Pascal nel procedimento per vedere quale caos magnetico ne consegue.

4. Francisco Morales – Triple Frontier (Un cast stellare fa compagnia a Pedro Pascal)

Triple Frontier è un action thriller del 2019 diretto da J. C. Chandor con Ben AffleckOscar IsaacCharlie HunnamGarrett Hedlund e Pedro Pascal. Il film ha come protagonisti cinque ex membri delle forze speciali che si riuniscono per la prima volta dopo diversi anni per pianificare una rapina del valore di 75 milioni di dollari. Tra questi c’è Francisco Morales, interpretato proprio da Pascal, ex pilota, la cui vita post-militare lo ha portato ad una serie di decisioni sbagliate.

Il film è crudo e offre una visione cinica della vita: la violenza sembra essere l’unica risposta al vuoto, alla sensazione di abbandono e all’amarezza provata dai protagonisti.

Il cast del film è stellare e mentre la sceneggiatura è, a volte, debole, la performance di tutti gli attori riesce a tenere a galla la produzione. In un film che è in parte thriller e in parte d’azione, la recitazione è fondamentale per mantenere credibile la storia; pur essendo ciò che ci si aspetta, Triple Frontier funziona grazie all’amicizia e al cameratismo che hanno i vari attori.

L’attore cileno è molto bravo nel ruolo dell’ antieroe che abbandona consapevolmente la retta via, precipitando in una drammatica spirale di sangue e violenza, mettendo in crisi la propria morale e la fedeltà ai propri valori di essere umano e soldato.

Inoltre questo film segna la prima volta in cui Pedro Pascal e Oscar Isaac, che nella vita reale sono molto amici, hanno condiviso lo schermo insieme, il che aggiunge credibilità alla storia.

3. The Mandalorian – The Mandalorian (Pedro Pascal c’è, anche se spesso non si vede)

pedro pascal

Pedro Pascal deve la sua consacrazione come attore di fama internazionale a Star Wars.

Nella serie tv del 2019 prodotta da Disney+ e ambientata nell’universo di Star Wars: “The Mandalorian” , Pedro ha il ruolo da protagonista, ovvero il mandaloriano Din Djarin, un cacciatore di taglie che segue il Credo secondo cui non può mostrare il proprio viso ad altri esseri viventi. Ed è proprio nel ruolo di un personaggio che non mostra quasi mai il suo volto e il suo corpo che Pedro Pascal ha dato prova di una bravura straordinaria; nonostante l’armatura infatti l’attore ha una presenza scenica magnetica e per superare la “barriera metallica” ha impostato la sua voce su registri molto profondi.

In “The Mandalorian” ci ha regalato una performance contenuta e minimalista ma tremendamente efficace.

Di sicuro interpretare il mandaloriano Din Djarin è stata una sfida notevole per un attore fisico come lui che ha dovuto lavorare molto sull’interpretazione vocale e sui movimenti.

In merito Pascal dice:
“Non sono neanche sicuro che sarei in grado di farlo se non fosse per la grande esperienza diretta che ho avuto sul palco grazie al teatro, per capire come posizionarti, come raccontare una storia con un gesto, come una posizione specifica di intonazione vocale possa modificare completamente uno stato d’animo. Mi ha aiutato molto il bel rapporto di collaborazione che si è instaurato con il creatore Jon Favreau e il produttore esecutivo Dave Filoni”.

2. Oberyn Martell – Game Of Thrones

Pedro Pascal ha avuto un ruolo breve ma intenso nella fortunatissima serie “Game of Thrones“, all’epoca alla quarta stagione e al massimo del suo splendore. Pur apparendo in solo sette episodi è riuscito a lasciare il segno nel cuore dei fan della saga e nell’elenco degli attori da tenere d’occhio.

Nel ruolo di Oberyn Martell, la Vipera Rossa di Dorne, Pedro Pascal è stato eccezionale, la sua è stata una interpretazione potente ma sensuale; il suo carisma, la sua capacità di dar luce a tutte le sfumature della misteriosa ed esotica personalità del principe di Dorne, uniti a una delle morti più iconiche delle serie tv, hanno reso Oberyn un personaggio indimenticabile.

Secondo David Benioff, co-ideatore di Game of Thrones, nessun altro sarebbe stato in grado di eguagliare questo incredibile attore che ha fatto un provino molto fuori dagli schemi.

«Era un provino-selfie registrato su un iPhone, il che era piuttosto insolito», ricorda Benioff. «E non era uno di quei nuovi iPhone con l’obiettivo strafigo. Era davvero una merda: girato in verticale, molto grezzo. Tranne che per la performance, che era intensa, credibile, perfetta». In un batter d’occhio, Pascal si ritrovò a Belfast, il resto è storia.

1. Sergente Peña – Narcos

pedro pascal
NARCOS

Al primo posto delle migliori interpretazioni di Pedro Pascal vogliamo inserire quella dell’agente della DIA, Javier Peña , nella serie Netflix “Narcos“.

Il sergente Peña è realmente esistito ed è stato colui che ha contribuito alle indagini su Pablo Escobar e il Cartello di Medellìn.

Pascal stesso ha definito la sua performance “shakesperiana” sapendo presentare con estrema naturalezza le sfumature ambigue, a volte oscure, di un personaggio che deve scendere a compromessi per raggiungere il proprio obiettivo.

Pedro Pascal in questo ruolo sfoggia un’incredibile capacità recitativa sia in inglese che in spagnolo; con le sue abilità linguistiche si presta perfettamente al ruolo di “ponte” tra l’attitudine “yankee” dell’agente MurphyBoyd Holbrook), e i mezzi – non propriamente ortodossi– degli agenti colombiani.

La performance di Pascal è stato il collante di tutte le vicende raccontate nella serie e si è impressa nella memoria dei fan per le difficoltose scene d’azione.

L’attore ha sempre eccelso nei ruoli da antieroe perseguitato e in Narcos ci dona scorci brevi e intimi sulle insicurezze e sulle debolezze del suo personaggio, mentre dà ordini e rintraccia i sospettati.

Dall’eroe al villain, Pedro Pascal ha dimostrato bravura e versatilità come pochi attori della sua generazione. Qual è la vostra interpretazione preferita?

Leggi anche: Pedro Pascal – Li fa tutti lui