Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 7 curiosità su Kristen Bell, la talentuosa protagonista di Veronica Mars e non solo

7 curiosità su Kristen Bell, la talentuosa protagonista di Veronica Mars e non solo

Attrice, doppiatrice e cantante: Kristen Bell è davvero capace di fare di tutto, ma soprattutto di farlo alla grande. Inizia la sua carriera intorno ai 17 anni, quando appare in Amori & segreti, un film girato localmente. Da lì, per la Bell seguiranno una serie di ruoli, apparizioni in spettacoli di Broadway, e piccoli parti in serie tv.

Il primo ruolo di rilievo lo ottiene nel 2004, quando diventa l’iconica protagonista del telefilm Veronica Mars, divenendo una star riconosciuta nel panorama seriale. Nel 2007 entra a far parte del cast di Gossip Girl, serie di cui la Bell sarà la voce narrante nei panni della misteriosa blogger. Da quel momento anche la sua carriera come doppiatrice inizierà a portarle grandi successi, raggiungendo l’apice nel 2013, quando Kristen presta la voce al personaggio della dolce Anna in Frozen, dimostrando il suo strabiliante talento nel doppiaggio e nel canto.

Sarà quel ruolo, più di ogni altro, a farle raggiungere la fama. Dopo un periodo caratterizzato principalmente da ruoli di secondo piano, Kristen Bell torna nuovamente al centro dell’attenzione nel 2016, divenendo la protagonista della profondissima sitcom The Good Place.

Ma se è vero che sono molti i dettagli che conosciamo sulla vita lavorativa di Kristen Bell, è vero anche che oggi vogliamo indagare un po’ nella sua vita privata, cercando di scoprire qualche curiosità in più su questa donna talentuosa e brillante.

1) La famiglia

Nata il 18 luglio 1980 a Huntington Woods, sobborgo di Detroit, da Lorelei e Tom Bell, Kristen discende da una famiglia di origini irlandesi e polacche.

La mamma è Lorelei Bell, nata Frygier, un’infermiera, mentre il papà Tom Bel è un giornalista che dirige il tg della WOAI-TV di San Antonio. I genitori si separarono quando Kristen aveva solo due anni e dal secondo matrimonio del padre nacquero le due sorelle della Bell: Sara e Jody.

Da piccola la Bell lamentava spesso alla mamma il dispiacere per un nome che non la entusiasmava minimamente, creando sempre dei nuovi soprannomi con i quali farsi chiamare dalla famiglia. Per un po’ di tempo la piccola scelse di farsi chiamare Puffetta, per poi lasciarsi convincere dalla madre a utilizzare il suo secondo nome, Annie.

Fu solo intorno ai 16 anni che la Bell scese a compromessi con il suo nome, accettando di ritornare a utilizzarlo anche in famiglia.

2) Matrimonio

kristen bell

Nel 2007 Kristen Bell inizia a frequentare quello che diventerà il suo futuro marito: l’attore e regista Dax Shepard. Il matrimonio, annunciato poco tempo dopo, verrà però celebrato solo nel 2013, per via della volontà della coppia di non sposarsi fino a quando gli Stati Uniti non avessero riconosciuto il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Un riconoscimento che arrivò solo nel 2013, con una decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti che rese incostituzionale la legge che considerava legittimi solo i matrimoni tra persone dello stesso sesso. A quel punto per Kristen e Dax arrivò il momento di coronare ufficialmente la loro unione e, dopo la proposta fatta dalla Bell al marito tramite Twitter, la coppia convola a nozze nell’ottobre del 2013, in una cerimonia civile per pochi invitati a Beverly Hills.

Dall’unione della coppia nascono due bambine: Lincoln Bell Shepard, nata il 28 marzo del 2013 e Delta Bell Shepard, nata il 20 dicembre del 2014. Sulla privacy delle due figlie gli attori sono molto ferrei, evitando qualsiasi pubblica esposizione delle bambine e cercando il più possibile di tenerle lontane dai riflettori.

Una riservatezza che, invece, non tutelano particolarmente per loro stessi, dimostrandosi una coppia molto aperta alla condivisione, che tiene costantemente aggiornati i fan su simpatici aneddoti e notizie più importanti. Più volte i coniugi hanno rilasciato interviste per parlare del loro matrimonio, rivelando i segreti della loro unione duratura e raccontando il loro stile di vita.

Una trasparenza a 360° che la coppia ha mantenuto anche quando si è trattato di condividere dettagli più delicati, come la dipendenza da oppiacei di Dax. Gli attori hanno parlato in più occasioni del problema che affligge l’uomo, raccontando il loro percorso e provando a donare forza a coloro che vivono una situazione simile alla loro.

3) L’amore di Kristen Bell per gli animali

Kristen Bell è una grande amante degli animali e ha da sempre accolto in casa diversi cuccioli di cane che hanno arricchito la sua famiglia. L’attrice nutre un particolare amore per i bradipi, mentre esiste un solo animale che non ama particolarmente: il koala.

Il suo amore per gli animali si riversa anche in diverse forme di attivismo, in particolare la donna è membro dell’associazione PETA, organizzazione no-profit a sostegno dei diritti animali.

Dall’età di 11 anni, inoltre, la Bell è anche vegetariana. Per un periodo di tempo provò a diventare vegana, ma in gravidanza reintrodusse uova e latticini, abbandonando alla fine l’idea.

4) Winky

kristen bell

Dalla mamma, Kristen Bell ha ereditato una forma di strabismo all’occhio destro, da lei soprannominato winky in onore del piccolo problema.

Il suo strabismo non è molto grave e la Bell riesce a curarlo fino a non farlo quasi completamente notare. Ma quando le ore di sonno si accorciano e la stanchezza inizia a farsi sentire, il difetto all’occhio si fa molto più evidente.

5) La depressione di Kristen Bell

kristen bell

Allegra e solare, dietro l’apparenza di una vita sempre perfetta Kristen Bell nasconde i suoi piccoli momenti bui, che l’attrice non esita a condividere per non perdere l’occasione di lanciare ai suoi fan un messaggio di sensibilizzazione e speranza.

La depressione entra a far parte della sua vita ai tempi del college, ma per i primi quindici anni della sua carriera l’attrice sceglie di non parlarne. In quel periodo la giovane si sentiva costantemente inutile, un fallimento che nulla aveva da offrire al mondo. Un pensiero che la portò a isolarsi e a perdere tutta la sua positività.

Fu la madre a darle il sostegno più importante, aiutandola a uscire dalla malattia e spronandola a parlare del problema, eliminando ogni sorta di tabù. Fondamentale anche il supporto di una specialista che le permise di curare realmente la sua depressione fino a uscirne quasi del tutto.

Consapevole dell’enorme vergogna che spesso caratterizza le persone afflitte da questo tipo di problemi, la Bell ha deciso di iniziare a raccontare la sua storia su suggerimento del marito, spiegando che dalla depressione e dall’ansia è possibile uscire anche parlandone e ribadendo l’importanza del supporto psicologico come un fenomeno che andrebbe normalizzato esattamente come qualsiasi altra forma di controllo medico.

6) L’amore per l’hockey

Kristen Bell è anche una grande appassionata di sport e ama in particolare l’hockey. Tifa i Detroit Red Wings e durante la sua adolescenza i poster della sua squadra del cuore erano gli unici che la Bell appendeva nella sua stanza.

Ai Red Wings la Bell deve anche il merito di avergli permesso l’incontro con il suo attuale marito, anch’egli grande fan della squadra. Fu proprio a una partita contro i Kings, infatti, che Kristen e Dax si incontrarono la prima volta, iniziando a chiacchierare e scoprendo una connessione proprio per la loro passione condivisa per la squadra.

Da giovane la Bell provò anche a emulare i suoi miti, imparando a giocare a Hockey nella squadra della scuola. Ma a causa di una caduta che le provocò la rottura di entrambi i polsi la sua “carriera” come giocatrice venne stroncata sul nascere.

7) La passione di Kristen Bell per i videogiochi

Grandissima appassionata di videogame, la Bell si definisce un’esperta giocatrice, la cui adolescenza è stata caratterizzata da numerose giornate in compagnia dei suoi videogiochi.

Quando sono usciti ero sempre su Nintendo, Super Nintendo, Sega, N64. Al college non potevo vivere senza il mio Nintendo 64

E ai videogiochi la Bell deve anche l’esordio della sua carriera di doppiatrice. Fu proprio prestando la voce a Lucy Stillman nella serie di videogiochi di Assassin’s Creed, infatti, che la donna iniziò a scoprire l’arte del doppiaggio nel 2007.

Tra gli altri videogiochi doppiati dall’attrice vi è la serie Disney Infinity e, più di recente, il terzo volume di Kindom Hearts, uscito nel 2019.

Scopri il primo libro di Hall of Series: 1000 Serie Tv descritte in 10 parole è disponibile ora su Amazon!