in

5 attori delle Serie Tv con cui è veramente difficile lavorare

Glee

Affascinanti e carismatici nelle serie tv, insopportabili e scontrosi nella realtà. Stiamo parlando delle star di Hollywood, in particolare di quelle con cui nessuno vuole lavorare a causa del pessimo atteggiamento sul set. Eccessi, ego smisurato e scatti d’ira, questi attori non si fanno mancare niente, diventando spesso l’incubo di registi, colleghi e assistenti, che per terminare il film si sono trovati spesso a dover assecondare capricci assurdi. Dalla star di Glee alla casalinga allucinata di Desperate Housewives fino al tirocinante di Scrubs, gli attori con un brutto carattere sono diversi.

Vediamo la lista dei 5 con cui è più difficile lavorare

1) Teri Hatcher

Glee

L’abbiamo conosciuta nei panni di Susan Mayer in Desperate Housewives, una donna ingenua e altruista. Nella realtà però la faccenda è ben diversa. L’attrice, infatti, è stata descritta da uno degli autori come “una delle donne più cattive che abbia mai conosciuto“, tanto che il suo nome non sarebbe comparso neanche nel biglietto di ringraziamento al cast l’ultimo giorno di riprese.

Anche le colleghe hanno espresso il loro disappunto sul comportamento della Hatcher, in particolare Eva Longoria l’avrebbe definita come snob e altezzosa nei confronti suoi e dello staff. Degno di nota è l’episodio in cui si sarebbe rifiutata di scattare una foto di copertina della stagione per il semplice motivo di non essere al centro dell’attenzione.

In una delle ultime interviste fatta alle casalinghe disperate alla Hatcher, sarebbe stato imposto di posizionarsi ai lati e non al centro, in modo da non oscurare nessuno, atteggiamento che a loro dire era tipico dell’attrice.

Written by Maria Virginia Destefano

Potrei scrivere la solita bibliografia, nome, età, luogo. Ma temo che queste informazioni siano riduttive e alquanto superflue in confronto al mondo che c'è dentro la mia testa. Amo scrivere, amo leggere, se guardate un film o una serie tv con me aspettatevi ogni tipo di commento e di osservazione, la mia visione non sarà mai passiva. La regia è il mio sogno, le luci, le inquadrature. Il piano sequenza è un'arma a doppio taglio, è un'arte, ma come tale non tutti la sanno sfruttare. C'è chi non ha hobby, io ne ho troppi e la scrittura e il videomaking fanno parte di questi.

master of none

Quel gioiello dimenticato di Master of None

Stranger Things 4 – Foto dal set preannunciano il nuovo gruppo Hellfire Club!