Vai al contenuto
Home » SERIE TV » Le 8 famiglie più sgangherate delle Serie Tv drama

Le 8 famiglie più sgangherate delle Serie Tv drama

Che le serie tv ci offrano molto spesso esempi di famiglie scombinate e caotiche non è un segreto. Ormai nei prodotti di tutti i generi c’è almeno un nucleo familiare con dei trascorsi da risolvere, con dei rancori da affrontare, con dei segreti che non possono assolutamente essere svelati senza che questo finisca per incrinare rapporti di fiducia già precari. Nei drama come Game of Thrones, poi, c’è ancora più materiale narrativo. Anche se, nella serie HBO tratta dai romanzi di George R. R. Martin, tutti concorderanno nel dire che è una sola la famiglia che in quanto a casini può permettersi di regnare su tutte le altre.

Citare tutti gli esempi presenti nelle serie tv sarebbe impossibile, quindi mettiamo un attimo da parte le comedy, le serie storiche e quelle d’animazione. Concentriamoci invece solo sulle serie che fanno del drama la loro componente principale. Parliamo di famiglie conosciute da tutti gli spettatori, anche solo per sentito dire, i cui conflitti hanno quasi fatto la storia delle serie televisive o contribuiscono tuttora a riscriverla in chiave moderna.

Oltre a una delle famiglie più importanti di Game of Thrones, vediamo quali sono le più sgangherate delle serie tv drama.

1) I Lannister – Game of Thrones

game of thrones
Game of Thrones (640×392)

Eccoli qui, in tutto il loro splendore: i Lannister di Castel Granito. I leoni dorati di Approdo del Re, sempre pronti a mostrare a qualsiasi casata la loro fierezza e a mettere a tacere chiunque costituisca un pericolo per la loro scalata al potere. Tutti sanno quanto i tre figli di Tywin abbiano avuto un’infanzia complicata. Jaime e Cersei Lannister non hanno mai perdonato al fratello minore Tyrion di aver ucciso la loro madre venendo al mondo, e Tyrion ha passato tutta la vita cercando di conquistare il loro amore e quello di un padre a cui importavano solo denaro e fama.

Anche solo questi trascorsi sarebbero sufficienti a considerare Tywin, Tyrion, Jaime e Cersei Lannister come parte di una famiglia piuttosto disfunzionale e sgangherata, ma ad aggiungersi a tutto questo c’è anche la relazione incestuosa che ha sempre legato i due gemelli di questa nobile casata. Fin dal primo episodio della serie, le fratture tra i membri di Casa Lannister sono stati evidenti a tutti e, nel corso delle stagioni, purtroppo non si sono risanate.

2) I Roy – Succession

succession family game of thrones
Succession (640×380)

Quando si tratta di famiglie sgangherate, la HBO è sempre una garanzia. Dal 2018, i Roy di Succession ci hanno mostrato quanti problemi possano causare il denaro e la sete di potere, e quanto possa essere difficile combattere contro i propri genitori, quando si ha con loro un rapporto malsano. Logan Roy (interpretato da un magnifico Brian Cox) è un uomo servo del dio denaro, fondatore dell’impero economico messo su grazie alla Waystar-Royco, un padre assente che non è stato in grado di dare amore ai propri figli, lasciandoli crescere senza un vero e proprio punto di riferimento. I soldi sono stati in grado per molto tempo di mascherare le debolezze e le insicurezze di ciascuno di loro, ma i mostri a un certo punto fremono per essere liberati.

Roman manifesta in più occasioni un complesso edipico nei confronti di sua madre, Shiv cerca, per quanto le è possibile, di rimanere fuori dagli affari di famiglia ma viene ingannata proprio da suo padre che la trascina prepotentemente in un mondo pieno di avvoltoi. Ken non fa che lottare con Logan per soffiargli il posto a capo della Waystar-Royco, rimanendo deluso a ogni tentativo di usurparne il “trono”. Riesce solo ad affogare i propri problemi nella droga, finendo per crearne degli altri più gravi dei precedenti. Non a caso, i Roy vengono paragonati ai Lannister di Game of Thrones, anche se nessuno riesce a eguagliare Cersei Lannister in quanto a spietatezza.

3) I Soprano – The Sopranos

i soprano game of thrones
I Soprano (640×395)

Parliamo di un’altra serie tv prodotta da HBO, di quella che in più occasioni è stata considerata una delle serie televisive meglio scritte di sempre e che ha fatto da punto di riferimento per moltissimi altri drama. I Soprano è diventata un prodotto imprescindibile per i fan di questo genere. Un cult per generazioni di spettatori, ma anche il ritratto di una famiglia decisamente problematica. La vita complessa dei Soprano e delle famiglie che gravitano intorno a loro è stata al centro di questa serie dal 1999 al 2007.

La realtà della mafia del New Jersey e di New York mostrata attraverso gli occhi e gli stati d’animo di Tony Soprano, è al centro del disequilibrio familiare e costituisce anche il motivo principale del rapporto, non sempre limpido, che il protagonista ha con il suo nucleo familiare e con il resto dei suoi parenti. Le ansie e le paranoie di Tony, i “doveri” di una vita criminale, le violenze, le bugie. Ogni cosa in questa serie mette a rischio la solidità della famiglia Soprano.

4) I White – Breaking Bad

Breaking Bad game of thrones
Breaking Bad (640×390)

Quando Breaking Bad ha avuto iniziato, i White erano una famiglia come tante. Un insegnante frustrato, una madre annoiata in attesa del secondo figlio e un adolescente con problemi di salute e difficoltà nel socializzare con i suoi coetanei. Fin qui quasi nulla di strano. Ma la serie di Vince Gilligan, andata in onda dal 2008 al 2013 stravolge la normalità e porta sullo schermo l’ascesa e l’evoluzione di Walter, il suo riscatto. In una delle serie televisive più premiate di sempre non c’è posto per le famiglie della Mulino Bianco, per quelle che ci fanno rivoltare lo stomaco dalla dolcezza e dalla perfezione.

Ormai sappiamo tutti quali sono le caratteristiche che fanno dei White, e degli Schrader una famiglia caotica. Guardandola anche soltanto da profani: il cuoco della migliore metanfetamina in circolazione; sua moglie complice nel riciclaggio del denaro sporco ricavato dalla vendita di questa droga purissima; un figlio completamente all’oscuro del giro in cui i suoi sono entrati a fare parte; un cognato agente della DEA e una cognata ossessiva e cleptomane. Per quanto Walt cerchi di mantenere integre le apparenze di una famiglia perbene, anche i migliori devono riconoscere la propria vulnerabilità.

5) I Byrde – Ozark

ozark
Ozark (640×368)

Dal 2017 al 2022. Lo scorso aprile è andato in onda il finale di un’altra immensa serie tv. Un’altra storia drammatica, un altro sguardo all’interno di un nucleo familiare pieno di problemi. Alcuni hanno accostato Ozark a Breaking Bad per tematiche, struttura, profondità. Eppure, il dramma Netflix si differenzia da quello della AMC per numerosi elementi. Anche Marty Byrde cerca una scorciatoia per aiutare economicamente la propria famiglia, ma anziché gettarsi in un campo che non gli compete, sfrutta la propria intelligenza e il proprio lavoro da consulente finanziario per riciclare il denaro sporco del cartello della droga messicano, dando inizio a un ciclo di sofferenze e dolori che coinvolgeranno, purtroppo, tutta la sua famiglia.

Con loro sarà costretto a trasferirsi nelle Ozark Mountains per salvarsi la vita e riparare agli errori commessi con il cartello. Ma lì tutto cambierà. Sua moglie Wendy lo aiuterà a gestire gli affari e finirà con il farai risucchiare da un modo di agire che non le appartiene. Sua figlia Charlotte e suo figlio Jonah, fin troppo consapevoli degli affari di famiglia, lotteranno continuamente contro lo stile di vita dei propri genitori, con le loro scelte sbagliate ma necessarie. Li odieranno ma finiranno poi per capirli e difenderli, nel momento del bisogno. Sicuramente i Byrde non sono una famiglia come tutte le altre.

6) I Fisher – Six Feet Under

six feet under
Six Feet Under (640×378)

Ancora una volta la HBO domina la scena, dopo Il Trono di Spade e Succession. Un’altra famiglia piena di fragilità e trascorsi irrisolti. Fin dal primo episodio della serie, andato in onda ormai nel 2001, è possibile entrare a capofitto nei problemi familiari dei Fisher. Claire, David e Nate devono affrontare la morte del padre, avvenuta a causa di un incidente, e si trovano a dover portare avanti anche la sua impresa funebre. Quando la figura paterna viene meno, tutte le debolezze dei Fisher vengono a galla. A differenza di altri capolavori come Succession, non c’è violenza, non ci sono odio e desideri di vendetta tra fratelli per dei torti subiti. Il vero problema dei protagonisti di Six Feet Under è la loro incapacità di comunicare e di portare alla luce i propri stati d’animo.

L’affetto che li lega è ostacolato dai grandi silenzi che li dividono, dal chiudersi di ciascuno nei propri pensieri. Nessuno di loro riesce davvero ad aprirsi come vorrebbe. Ruth, la madre di Nate, David e Claire, vorrebbe sentirsi libera ma teme di aver raggiunto un’età che non gli permette più di farlo. Nate vive una profonda crisi esistenziale. David deve trovare in sé stesso il coraggio di parlare della propria sessualità senza sentirsi giudicato da chi ha intorno e Claire è una giovane terrorizzata dal mondo esterno. Commette errori senza sapere mai davvero come comportarsi. Si fa trascinare dall’impulsività e dall’emotività e impiega molto tempo per elaborare la perdita di suo padre. Non c’è alcuna cattiveria nel loro essere tremendamente umani.

7) I Teller – Sons of Anarchy

sons of anarchy
Sons of Anarchy (640×368)

Per quanto piccolo possa essere, anche il nucleo familiare dei Teller ha i suoi mostri da affrontare. Gemma Teller non è certo il prototipo di madre premurosa e dolce che spesso si incontra nelle serie televisive. In realtà è una donna inflessibile e severa, ed è questo carattere che le ha permesso di diventare la matriarca del SAMCRO. Spietata, temuta e per questo rispettata da tutti, la madre di Jax fatica a farsi amare da suo figlio, che è sempre in conflitto con lei per un motivo o per un altro. Certo, ogni scelta che ha compiuto nel corso degli anni è stata fatta per proteggere Jax e il club, ma non tutti sono in grado di comprenderne il peso. A partire dal suo coinvolgimento nella morte del marito, John Teller, Gemma continua a nutrirsi di bugie e segreti. Tutti particolari che non dovrebbero essere alla base di una famiglia sana.

Per difendere Jax da ciò che ritiene pericoloso per lui e per tenere in piedi il SAMCRO, la matriarca di Sons of Anarchy si spinge oltre i limiti in più di un’occasione, arrivando a manipolare suo figlio e a distruggerlo emotivamente pur di mantenere il controllo della situazione. Non ha si fa scrupoli ad agire secondo le proprie convinzioni, anche se questo crea intorno a lei solo un cerchio di morte e sofferenza che è davvero difficile spezzare. Forse, Gemma è quasi al livello di Cersei Lannister.

8) I Gallagher – Shameless

Shameless
Shameless (640×368)

La famiglia forse più sgangherata di tutto il panorama seriale e di tutte le serie tv drama. I Gallagher hanno un posto speciale nei nostri cuori. Ci hanno fatto sorridere, piangere e riflettere un’infinità di volte, a partire dalla prima stagione, andata in onda nel 2011, fino all’ultima, distribuita nel 2021. Eppure, vedere sullo schermo una famiglia così numerosa e con così tanti problemi non è facile. Tutto ha inizio con Frank, un padre assente, pigro, egoista, dedito all’alcol e sempre pronto a scovare un modo per guadagnare qualche soldo con il minimo sforzo. Per Fiona, la maggiore dei suoi figli, badare ai suoi fratelli e crescerli praticamente da sola è stata una grande fatica. Ma lo ha fatto per amore ed è diventata il vero punto di riferimento dei Gallagher.

Un modello per Lip, affascinante, estremamente intelligente e furbo, tanto quanto desideroso di affetto. Una roccia per Ian, un ragazzo insicuro, segretamente innamorato di Mickey Milkovich, con il quale intraprende, nel corso delle stagioni, una relazione complicata e fatta di continui tira e molla. Un esempio per la dolce Debbie, fin troppo desiderosa di crescere in fretta per non dover più pesare sulla propria caotica famiglia. Fiona cerca di tenere testa anche al fratellino più ribelle, Carl, un piccolo bullo con problemi di gestione della rabbia e amicizie poco raccomandabili. Per non parlare poi del piccolo Liam. Per lui Fiona è una vera e propria figura materna, vista e considerata l’assenza di Monica e l’incapacità di Frank di occuparsi dei suoi figli.

Game of Thrones: House of The Dragon – Il sogno di Aegon potrebbe spiegare uno dei più antichi misteri della Serie Tv