in ,

Le 10 opening senza sigla migliori delle Serie Tv

Black Mirror

Le sigle sono un elemento a dir poco fondamentale nelle serie tv. Alcune più lunghe, altre più brevi, alcune più belle, altre meno, ci proiettano nell’atmosfera nella quale saremo immersi durante l’episodio. Ultimamente, in particolar modo dopo Game of Thrones, la moda di creare sigle lunghe e spettacolari si è diffusa largamente. Poi ci sono serie, come Black Mirror e Lost (non inclusa in questa lista ma degna di una menzione), che vanno in direzione completamente opposta.

Queste eliminano la sigla, optando per una opening molto più breve e spesso essenziale. Il risultato è inevitabilmente differente. Spesso si perde l’elemento musicale che solitamente va ad associarsi alla serie, ma si ottengono un impatto e un’immediatezza maggiori. E non è raro che riescano anche queste a diventare, a modo loro, iconiche. Eccone qui dieci tra le migliori.

1) Black Mirror

Iniziamo proprio da Black Mirror. La famosa serie britannica ha fatto fin dal suo esordio una fortissima critica sociale, prestando spesso una particolare attenzione al ruolo giocato dalla tecnologia e dai media, oltre alle conseguenze che comporterebbe affidarsi a essi in maniera eccessiva.

La opening di Black Mirror mira a destabilizzare fin da subito, creando con le immagini e  con suoni acuti e stridenti un senso di paranoia e oppressione. Su uno sfondo nero appare il classico circoletto che vediamo quando su uno schermo sta caricando un video, un’immagine, un file. Appaiono poi una serie di simboli che si alternano sempre più velocemente fino a formare il titolo, di un bianco freddo e spettrale. Infine, l’immagine si frantuma e il titolo si dissolve come su uno schermo che smette di funzionare, lasciandoci davanti a uno specchio nero – appunto un black mirror – nel quale rifletterci. Ciò che vediamo nella serie vuole farci pensare, e ce lo fa capire subito mostrandoci noi stessi sullo schermo.

Written by Antonia Perreca

Sono una stramba nerd libromane con una folle passione per Stephen King.
Mi piacciono le sportive d'epoca, il rock d'altri tempi, le camicie a scacchi, la metà del tempo faccio riferimenti che nessuno capisce... Insomma, sono Dean Winchester al femminile!
Nella vita leggo libri e guardo Serie Tv, e nel tempo che avanza cerco di far rientrare studio e lavoro. Ma le prime due hanno la precedenza, sia chiaro!

True Detective

Nic Pizzolatto ha spiegato il finale della terza stagione di True Detective

Book of Enchantment – Tanto per cominciare, ecco come si chiamerà la serie sui cattivi di Disney+