in

Ho scritto una Serie Tv sulle avventure di Antonio Banderas nel Mulino

Antonio Banderas è stato uno degli attori più richiesti di Hollywood a cavallo del nuovo millennio. Per giunta negli anni Novanta era universalmente riconosciuto come un sex symbol. Sarà il fascino latino o l’aria da anarchico che agogna la rivoluzione (lo è stato davvero in gioventù); o, ancora, il fatto che sappia ballare, suonare, cantare e, all’occorrenza, fare a botte; non guasta neanche quel ghigno beffardo che fa ancora sciogliere il cuore di mia madre quando compare in TV.

Scegliete il motivo che più vi aggrada capirete che uno così non può ridursi a fare spot Tv in cui ciarla con una gallina. Come vi sentireste se da un giorno all’altro passaste dall’essere un top badass, al preparare la colazione ai pennuti a base di biscotti inzupposi? Allora ho pensato di accorrere in aiuto di uno dei miei idoli dell’infanzia. Come riabilitarlo? Dandogli uno scopo. L’unico motivo per cui Antonio Banderas dovrebbe trovarsi in un mulino è per essere il protagonista di un’avvincente Serie Tv.

E questo è il delirio che n’è scaturito: una Serie TV sulle avventure di Antonio Banderas nel mulino.

Ambientata in un suggestivo paesaggio rurale della Toscana, la Serie si intitola White Mill. Potrebbe durare tre stagioni, in modo da chiudere al culmine della resa qualitativa. La trama si basa sulle incredibili peripezie del prode Antonio a difesa del mulino e degli animali che lo popolano.

IL CAST

antonio-banderas

Il cast, più di tutto il resto, dovrebbe avere l’obiettivo di rendere appetibile il prodotto. Per questo, oltre al protagonista indiscusso, meritano un cachet elevato almeno un altro paio di attori di spicco. Il tutto senza perdere di vista gli abitanti che popolano in massa il Mulino: gli animali. Ma vediamo la lista dei personaggi principali nel dettaglio:

Antonio Banderas; alle soglie dei sessant’anni Antonio crede di poter ritirarsi in tranquillità in un Mulino, ignaro che questo sia, in realtà, un luogo di perdizione nel quale tutte le perversioni umane e animalesche trovano sbocco. Sarà, pertanto, costretto a rivestire i panni dell’eroe guascone per mettere in salvo la fauna rurale che ha giurato di proteggere.

La gallina Rosita; bellissima donna scampata a un’apocalisse zombie. Non completamente immune all’epidemia, contrae il virus dell’inutilità. Da quel momento, trasformatasi in gallina, continua a fare la cosa che le riesce meglio: essere inutile (nei flashback relativi alla sua vita pre-Mulino, è interpretata da Christian Serratos).

Un Orso Polare; oh, se l’hanno ficcato in un’isola tropicale sperduta in mezzo all’oceano perchè non può stare anche in una fattoria?

Pedro Pascal: è lo spaventoso villain della Serie. Odia Banderas per ragioni che si comprenderanno nel corso della Serie. Perchè proprio lui? Perchè, malgrado sia stato naturalizzato statunitese, il fascino ispanico ne fa il degno erede di Antonio Banderas. Ed ecco che la Serie assume, così, anche i contorni di un conflitto generazionale.

Javier Peña

Written by Vincenzo Di Somma

Il mio primo incontro con le serie TV avviene in tenera età quando scopro X-Files. Da lì nascono le mie tre domande esistenziali: siamo soli nell'universo? Diventerò mai figo come Duchovny? Smetterò di avere paura della sigla? Oggi come allora le risposte sono no, no e no.

serie tv

5 NUOVE Serie Tv che potrebbero sorprenderci nei prossimi mesi

the witcher

The Witcher trova finalmente uno showrunner con gli attributi