in

La classifica dei 5 migliori episodi di Scrubs

scrubs

Scrubs è un patrimonio televisivo che va preservato e tramandato. Andrebbe vista spesso perché ogni volta si scopre qualcosa di nuovo, in periodi diversi della vita perché la sua storia si adatta a qualsiasi età. A creare quest’idea di completezza sono i personaggi: ce ne sono di tutti i gusti, età, carattere ed etnia. Inoltre la serie affronta ogni tipo di tema, anche quelli più difficili, con umorismo e mai con leggerezza. Fa ridere ma fa anche riflettere. Di episodi stupendi ce ne sono tantissimi. Si fermano prima della top 5 quello in stile il Mago di Oz, quello in cui JD e Turk trascorrono il loro tempo libero in compagnia di un paziente, la morte di Laverne, quella del padre di JD e molti altri ancora.

In questo pezzo ci sono i 5 migliori episodi di Scrubs in assoluto, dei piccoli capolavori televisivi che guarderemo in continuazione.

5) My Old Lady (1×04)

scrubs

Iniziamo con l’episodio che ci ha fatto capire che Scrubs non è una sitcom come tutte le altre. Certo, non mancano i momenti sciocchi come il bowling con le sedie a rotelle o i mattoni che cadono sulla testa di JD. Il fulcro dell’episodio è questa frase:

E così dicono che uno su tre dei nostri pazienti muore qui. Ma ci sono giorni in cui va anche peggio.

Tra i tre pazienti in cura rispettivamente da JD, Turk ed Elliot, è quello di JD che sembra avere le minor probabilità di sopravvivere. La signora Tanner è un’anziana donna simpatica e vitale. Non è messa bene, eppure rifiuta le cure. È pronta a morire, non ha rimpianti. Purtroppo, oltre a lei, peggiorano anche gli altri due pazienti e tocca ai protagonisti dare la notizia ai familiari sulle note della meravigliosa “Hallelujah”.

Questa puntata ci ha insegnato che cos’è Scrubs: uno show intriso di crudo realismo che unisce commedia e tragedia in maniera superba grazie a una sceneggiatura efficace e una recitazione sublime.

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

Cosa non ha funzionato nella terza stagione di Skam Italia

Il “secondo tempo” di 5 grandi attori delle Serie Tv