Vai al contenuto
Home » Pretty Little Liars » I 10 tipi di fan di Pretty Little Liars

I 10 tipi di fan di Pretty Little Liars

Pretty Little Liars è alla sua settima stagione. Ci ha accompagnato per tanti anni con dilemmi irrisolti ed innumerevoli dubbi. Aria, Hanna, Emily, Alison e Spencer sono cresciute e noi insieme a loro. Abbiamo imprecato per qualche finale di stagione (o di metà stagione), abbiamo sofferto per alcuni episodi un po’ troppo lenti e siamo stati delusi, forse non tutti, dallo spin-off Ravenswood.

Il fan di Pretty Little Liars quindi ha avuto modo di forgiarsi e di caratterizzarsi di anno in anno. Le sembianze, le prospettive, gli aspetti sono cambiati per tutti noi. E adesso possiamo ritrovarci in uno, o più, di questi 10 tipi di fan della serie.

 

#1 Il detective
L’8 giugno del 2010 andava in onda la primissima puntata di Pretty Little Liars. Ebbene, sono già passati sei anni, sei lunghi alla ricerca di un pazzo, tale “A”. Il detective, dunque, è il tipo di fan che fin da quell’8 giugno si è prodigato a fare teorie su teorie, scovare indizi in ogni singolo secondo con la sua lente di ingrandimento.
Il suo motto: “Sherlock spostati proprio, sto arrivando io”
Segni particolari: ha fatto mille ipotesi e alla fine non ha risolto il caso.
 
#2 Il confuso
Con Pretty Little Liars il metodo giusto da seguire è probabilmente quello di guardare e riguardare gli episodi. Una prima visione non basta per avere ben chiaro tutto. Il confuso è il tipo di fan che pensa di poter tralasciare dei dettagli o di poter guardare saltuariamente l’episodio. In quello successivo non capirà nulla.
Il suo motto: “Ma questa cosa quando l’abbiamo scoperta?”
Segni particolari: sta capendo il 15 per cento dell’intera serie tv.
 
Pagine: 1 2 3 4 5