in

5 motivi per guardare Pitch, pur non capendo niente di baseball

Pitch

Incuriosita da alcune gif viste su Tumblr qualche mese fa, ho deciso di dare una chance a Pitch, serie trasmessa da Fox. La buona notizia è che non serve avere un’idea di cosa sia il baseball.

E meno male, perché altrimenti non avrei resistito oltre il quarto minuto.

E se, come me, avete riesumato Babe Ruth e Joe di Maggio per spiegarvi i fondamentali e, malgrado tutto, ancora non ci capite niente, tranquilli: Pitch si può guardare anche senza aver compreso a pieno il significato di “palla curva”.

1) La protagonista

L’attrice che interpreta Ginny Baker, la a me sconosciuta Kylie Bunbury, oltre a essere bellissima, è un po’ diversa dal cliché dell’atleta tutta d’un pezzo. Ha un viso espressivo e riesce a essere credibile anche quando va a bersi una birretta con i pochi compagni di squadra che la tollerano. Se la fa sotto quando capisce di essere diventata l’idolo di una generazione di bambine. Sente la pressione di non deludere il padre e tutti quelli che credono in lei.

Ginny Baker è l’incarnazione di tutte le aspettative, le pressioni e le speranze riposte nel genere femminile.

Serie Tv

Written by Bruna Martinelli

Laureata in lingue e letterature straniere, impiegata, moglie e mamma felice. Appassionata di serie tv, viaggi, musica, cucina. Scrivo di tutto, da sempre, per tutti. Non prendetemi mai sul serio, non lo sono quasi mai.

Mayans MC

Mayans MC – Rivoluzioni in corso per lo spin-off di Sons of Anarchy

James Wilson

10 motivi per amare James Wilson