in

5 spin-off di Peaky Blinders che avremmo una gran voglia di vedere

Peaky Blinders è una serie estremamente emozionante e completa sotto ogni punto di vista e purtroppo sta per concludersi con la sesta ed ultima stagione. Negli episodi attualmente disponibili gli argomenti di cui tratta sono molteplici: amore, amicizia, guerra, desiderio di successo, rivalsa e anche emarginazione, conflitti e segreti. La famiglia Shelby, capeggiata da Tommy, interpretato da uno strabiliante Cillian Murphy, ci ha senza dubbio rapito e tenuti incollati allo schermo al punto che non vorremmo finisse mai. L’ambientazione inglese degli anni ’30, la vita di questi gangster e il loro bellissimo accento stretto e pungente, sono aspetti chiave che contribuiscono alla perfetta cornice di personaggi profondi e complessi che compiono un grande processo di trasformazione. Se però gli Shelby sono stati analizzati ed approfonditi a lungo in quanto protagonisti di Peaky Blinders, ci sono anche degli altri personaggi altrettanto interessanti che meriterebbero uno spazio dedicato.

In attesa dell’uscita della sesta e conclusiva stagione, pensiamo a dei possibili spin-off di Peaky Blinders che avremmo di sicuro una gran voglia di guardare.

1) Aberama Gold

Aberama Gold è un personaggio poliedrico e seducente che fa la sua comparsa solo alla quarta stagione. Il nonno di Aberama e quello di Tommy vivevano in tende e carovane nello stesso campo, infatti sono entrambi di estrazione zingara. La fama di Aberama, quando viene ingaggiato per conto dei Peaky Blinders, è tutt’altro che rispettabile. Lui è un sicario e tutti lo descrivono come un uomo spietato di cui non ci si può fidare. Anche con Tommy cerca di fare il furbo per accaparrarsi qualche beneficio, ma ciò che Aberama capisce presto è che la famiglia di Tommy non è un’organizzazione di criminali folli e spregiudicati, ma un gruppo forte e unito con le idee ben chiare. Aberama Gold ha anche una relazione con Zia Polly e infine dimostra lealtà e amicizia uccidendo diversi italiani assoldati da Luca Changretta permettendo così la nascita di un certo rispetto reciproco.

Una serie dedicata a questo personaggio sarebbe senz’altro interessante e non meno d’azione dell’originale Peaky Blinders. Si potrebbero approfondire diversi aspetti della sua vita. Ad esempio, il passato della sua famiglia, a partire da Nonno Gold che litiga con Nonno Shelby per cause sconosciute e provoca una rottura che saranno i due nipoti adulti a dover risanare. Di lui sappiamo ben poco, per ora siamo solo a conoscenza del fatto che è vedovo e ha 4 figli. Tra questi, Bonnie è un aspirante pugile che viene però ucciso dai Billy Boys, vicenda che causa non poco turbamento in Aberama. Vorremmo vedere ciò che l’ha portato ad essere così feroce e come ha fatto a costruirsi la sua fama restando un padre amorevole che incoraggia i propri figli nelle loro passioni.

2) Alfie Solomons

Alfie Solomons è un personaggio magistralmente interpretato da Tom Hardy. Lo vediamo per la prima volta nella seconda stagione, ma è tutt’altro che facile capire i meccanismi che lo spingono a compiere le proprie scelte. Alfie è il personaggio più misterioso ed imprevedibile di Peaky Blinders. Usa un linguaggio confusionario per intimidire i suoi interlocutori e ci riesce benissimo. I suoi punti di forza sono la violenza a sangue freddo e l’astuzia, che usa per calcolare ogni mossa. È un gangster ebreo che si occupa di scommesse e possiede una distilleria illegale di rum, ma della sua vita sappiamo poco e niente.

Per questo motivo uno spin-off dedicato ad Alfie sarebbe estremamente avvincente e si potrebbe sviluppare in due diverse direzioni. Da un lato vorremmo vedere il suo passato, che sappiamo essere intersecato con quello di Darby Sabini. I due infatti si conoscono dai tempi della scuola e non sono mai andati d’accordo finché non è stata fissata una tregua per gli affari, ma i dissapori tra gli italiani e gli ebrei sono cosa nota all’interno di questa serie. Sarebbe anche interessante, dall’altro lato, vedere come Alfie Solomons è sopravvissuto allo scontro con Tommy sulla spiaggia. Alfie era gravemente malato e Tommy gli sparò, lasciandolo morente. Tuttavia scopriamo che è sopravvissuto miracolosamente ritirandosi in segreto nella città marina di Margate e continuando a condurre i suoi affari a distanza.

3) Gina Grey

Peaky Blinders

Gina Grey è la moglie di Michael, figlio di Polly, che ha sposato in America mentre lui era lì per sbrigare gli affari esteri dei Peaky Blinders. Gina è un personaggio intrigante perché nonostante sia la moglie di Michael non è per niente sottomessa al gioco degli Shelby (come Linda con Arthur all’inizio), anzi. Fin dal primo momento dimostra di non essere una sprovveduta e cerca di manipolare ogni situazione a suo favore. Estremamente intelligente ed ambiziosa, non sappiamo come sia nato il suo rapporto con Michael e il perché del disprezzo verso la sua famiglia che la porta a voler trasferirsi definitivamente in America.

Uno spin-off dedicato a lei potrebbe sembrare azzardato, tuttavia questa ragazza indipendente e snob deve avere sicuramente un passato intrigante alle spalle. Una serie di episodi in cui potremmo seguire lei e contemporaneamente gli affari dei Peaky Blinders all’estero. Sappiamo che Michael è andato a New York per ampliare il giro di affari, ma non abbiamo idea di come abbia fatto esattamente a rovinare tutto. Sarebbe interessante vedere, in parallelo a Small Heat, che cosa stava succedendo nel nuovo mondo e in che modo questa arrogante manipolatrice Gina Grey sia riuscita ad avere un ruolo nella vicenda. Inoltre Anya Taylor-Joy ha già dimostrato di essere perfettamente capace di interpretare la protagonista di una serie di successo: infatti l’abbiamo già vista ed apprezzata ne La regina degli scacchi.

4) Arthur Shelby Senior

Peaky Blinders

Arthur Shelby Sr. è il padre di tutti i fratelli Shelby nonché una persona piuttosto detestabile. Dopo aver abbandonato i figli ancora piccoli alle cure di Zia Polly, la sua reputazione nella famiglia è stata quella di ladro, donnaiolo e poco di buono. Nessuno dei figli ha più interesse per lui, ad eccezione di Arthur Jr. che invece vorrebbe avere il padre accanto. È infatti lui a credere nelle promesse di un futuro come soci in affari e, nonostante gli avvertimenti di Tommy, gli elargisce una notevole somma di denaro per questo progetto. Arthur Sr. però, non solo aveva ingannato il figlio, ma lo ha persino minacciato di tagliargli la gola quando il figlio ha cercato di impedirgli di salire sul treno con i soldi. Viene poi ucciso in una sparatoria per regolare i conti e i figli lo scoprono mesi dopo grazie a una lettera in cui viene citato il desiderio del padre di essere perdonato da Arthur, Tommy, John, Ada e Finn.

Perchè ha abbandonato i figli? Cosa ha fatto nel frattempo? Come è diventato un uomo così subdolo e meschino?

Per capire davvero le dinamiche dei fratelli Shelby non c’è modo migliore che indagare nella loro infanzia. L’abbandono del padre è stato un passaggio cruciale nella loro crescita e formazione che li ha portati ad essere la banda più temuta d’Inghilterra. Uno spin-off che analizza il passato del padre e mostra che tipo di uomo ha contribuito a formare la famiglia Shelby potrebbe essere senza dubbio interessante per tutti i fan della serie originale.

5) Freddie Thorne

Freddie Thorne è un amico di vecchia data di Tommy Shelby, hanno combattuto insieme nella prima guerra mondiale. Le loro vite si sono poi separate e Freddie è diventato un membro attivo del Partito Comunista. La sua convinzione politica lo rende un bersaglio facile agli occhi della polizia ed è spesso al centro del mirino per i suoi discorsi e comizi ai lavoratori. Il motivo della separazione tra Tommy e Freddie è anche dovuto alla storia d’amore che quest’ultimo ha avuto con Ada Shelby e che il fratello non ha mai approvato finché non è arrivato un figlio.

Freddie è un personaggio attraente ed enigmatico. Non solo perchè rappresenta gli ideali di una parte di inglesi dell’epoca che verranno poi approfonditi con l’arrivo di Jessie Eden e la lotta per i diritti delle donne lavoratrici, ma anche per il suo modo diretto e aperto di fronteggiare la famiglia più potente di Birmingham con lo scopo di poter vivere con la donna che ama restando fedele ai suoi principi politici. Uno spin-off su di lui si concentrerebbe sicuramente sulla sua morte. Dopo diverse vicende che lo vedono protagonista nella prima stagione, viene dichiarato morto per peste. Nessuno però ha visto la sua convalescenza e tanto meno il momento della sua morte, perciò già molti fan di Peaky Blinders sperano in un suo ritorno a sorpresa. Per accontentarli nel migliore dei modi, una serie tv sulla sua attività clandestina e una spiegazione sulla sua possibile morte simulata per sfuggire ai riflettori, rederebbe certamente soddisfatti tutti i fan di Freddie Thorne.

LEGGI ANCHE – Peaky Blinders: è ufficiale la storia si chiuderà con un film

Scritto da Eleonora Pezzo

Alla continua ricerca di sinonimi, ispirazione e cerchietti alla Blair Waldorf.

Lady Gaga

Ritrovati i cani rapiti di Lady Gaga, la popstar omaggia il dogsitter ferito

Le 5 scene più commoventi de L’estate in cui imparammo a volare