in

7 curiosità su Nine Perfect Strangers, la nuova serie enigmatica di Amazon Prime Video

Nine Perfect Strangers è la nuova serie targata Amazon Prime Video di cui tutti parlano. Il suo rilascio a cadenza settimanale non è passato inosservato, proprio perché distinto dalla distribuzione degli episodi in blocco a cui le piattaforme streaming ci hanno abituati in questi ultimi anni. Si tratta di un miniserie di soli 8 episodi diretta da David E. Kelley, noto per aver creato altri show di grande successo tra cui Big Little Lies e The Undoing. Ad aver attirato ancor più l’attenzione è stata la presenza di Nicole Kidman nel cast in veste di protagonista assoluta, insieme ad altri importanti nomi. La narrazione vede un gruppo costituito da nove persone, tutte molto diverse fra loro e sconosciute, recarsi in un centro benessere ultra lussuoso, un luogo da sogno che promette di farli “rinascere” nel giro di soli dieci giorni. La Tranquillum House è gestita da una ambigua donna di origine russa, Masha Dmitrichenko, assistita dai suoi fedeli aiutanti: la coppia Delilah e Yao, e Zoe. Dopo un primo contatto alquanto insolito con questa nuova realtà, gli ospiti inizieranno a nutrire seri dubbi sulle modalità di cura a cui dovranno sottoporsi e rifletteranno sulle possibili drammatiche conseguenze di questa scelta. Tutto intorno a loro sembra costruire un’idilliaca circostanza di benessere e pace ma segreti e inquietanti scoperte turberanno questo fragile equilibrio, destinato a infrangersi irrimediabilmente. Abbiamo raccolto per voi le 7 curiosità più interessanti della nuova misteriosa serie che sta conquistando il pubblico di Amazon Prime Video.

Ecco 7 curiosità su Nine Perfect Strangers, il nuovo misterioso racconto con protagonista Nicole Kidman:

1) Tratto da un bestseller

Nine Perfect Strangers

Nine Perfect Strangers nasce da un avvincente romanzo, un bestseller che ha conquistato tutto il mondo, inclusa la critica letteraria. Il titolo del libro è lo stesso della miniserie prodotta da Amazon Prime Video e la sua autrice, Liane Moriarty, lo ha pubblicato nel 2018. Può darsi che questo nome non vi sia nuovo e che vi pare di averlo già sentito: la scrittrice australiana è la stessa che ha scritto Big Little Lies, da cui è stata tratta l’omonima serie di successo in cui, fatalità, ritroviamo Nicole Kidman nei panni di indiscussa protagonista.

2) Ambientazione tutta australiana

Ad aver accolto le riprese di Nine Perfect Strangers è stata l’Australia, dove la produzione ha trovato l’ambientazione perfetta per ricreare un resort completamente immerso nel nulla. In particolare, per fare da sfondo alle misteriose vicende dei protagonisti di questa serie, i creatori hanno scelto un vero centro benessere situato a Byron Bay, una splendida località balneare situata nel Nuovo Galles del Sud. Possiamo confermare che l’effetto oasi ha funzionato alla perfezione!

3) La Tranquillum House vi sta aspettando

Nine Perfect Strangers

Nine Perfect Strangers ci ha letteralmente ammaliati con le sue location. Se, come noi, vi siete innamorati dalla Tranquillum House in cui la serie si svolge, abbiamo buone notizie per voi: il retreat è infatti prenotabile su Airbnb! La struttura, trasformata dagli sceneggiatori in un wellness resort, è in realtà un ambito rifugio lontano dal caos cittadino. Il vero nome della location di Nine Perfect Stranger è Soma Byron Bay ed è stata ideata dall’imprenditore Peter Ostick con Gary Gorrow, esperto di yoga e meditazione. Con le loro competenze ed estro creativo, nasce questa sontuosa proprietà in cui si augura agli ospiti di poter ritrovare in contatto con se stessi, nel nome della natura e del benessere interiore. Certo, non troverete Nicole Kidman, ma si prospetta un’esperienza fuori dall’ordinario!

4) Una grande opportunità per un membro del cast

L’attrice Samara Weaving, che in Nine Perfect Strangers interpreta Jessica, durante le riprese si è sottoposta a lunghissime sessioni di trucco per interpretare il suo ruolo da influencer. Per entrare meglio nella parte e portare al meglio il suo personaggio sullo schermo, la Weaving si è documentata a lungo sui social network prendendo alcuni personaggi come esempio (anche se preferisce non fare nomi a riguardo). Ha dichiarato:

Prima di questo ruolo, tendevo a giudicare molto frettolosamente le donne come Jessica. In realtà lei è come tutti noi, vuole soltanto essere vista e non da degli sconosciuti sui social Calarsi nelle vesti di Jessica è stato fondamentale per abitare il personaggio a cominciare dai fili che le venivano applicati sul viso per simulare i ritocchini dei quali Jessica è dipendente. Lei modifica il suo corpo nella speranza di piacersi di più, quando la realtà è che dovrebbe esplorare le ragioni che la spingono a cambiare il suo aspetto

Per la giovane interprete è stata una sfida molto intensa e, al tempo stesso, una grande occasione di crescita e formazione professionale e personale!

5) Nicole Kidman amante del benessere spirituale

Nicole Kidman ha confessato di conoscere a fondo la cultura del benessere psico-fisico. Di fatti, quando era più giovane, l’attrice ha partecipato a un ritiro di meditazione silenziosa, in cui i partecipanti scrivevano su taccuini per comunicare tra loro, invece di parlare.

Si tratta di un ottovolante completo. Sono sempre stata curiosa e ho provato cose. Sono andata via e ho vissuto in un monastero. Ma lo consiglio: è davvero affascinante non essere in grado di usare le parole.

Chi lo avrebbe mai detto che l’acclamata Kidman fosse un’amante di queste peculiari esperienze spirituali?

6) Una scena memorabile

Nine Perfect Strangers

Michael Shannon in Nine Perfect Strangers interpreta Napoleon Marconi, un energico insegnante di liceo che, a differenza dei suoi compagni di viaggio, è entrato per caso a far parte di questa esperienza nella Tranquillum House, con di uno sconto di Masha. Napoleon affronta un dolore estremamente personale e il suo interprete riesce a restituirne i tratti più enigmatici e controversi dietro un continuo appello all’ottimismo. In un’intervista, Shannon ha raccontato con enorme entusiasmo della memorabile scena della cascata che vediamo in uno degli episodi della serie, svelandoci anche qualche curioso retroscena:

Wow, che giornata è stata quella. È stato pazzesco. Ovviamente, fanno di tutto per assicurarsi che tutto sia incredibilmente sicuro, usando vari cavi, cablaggi e quant’altro. Tuttavia, stare in piedi sul bordo di una cascata è piuttosto eccitante. Stavamo là fuori per qualche minuto e stavamo bene, e poi all’improvviso uno di noi iniziava ad avere un po’ di vertigini e andava un po’ fuori di testa, e poi ci serviva un po’ di rompere e tornare dal bordo. Questa è una delle cose grandiose di quello che faccio. Non credo che l’avrei mai fatto altrimenti, se non dovessi farlo in una scena. Ma non lo dimenticherò mai, questo è certo.

7) Una prova interessante per Nicole Kidman

Nine Perfect Strangers

Il personaggio di Nicole Kidman è forse il più misterioso e, al tempo stesso, affascinante di Nine Perfect Strangers. Masha è una donna di origini russe con un trascorso oscuro da manager della malavita che, dopo aver rischiato di morire per mano di un killer, ha deciso di svoltare completamente la sua esistenza, investendo in un questo esclusivo centro benessere per persone benestanti in cerca di una rinascita spirituale. Questo ruolo, infatti, ha messo a dura prova le doti istrioniche della pluripremiata attrice:

Interpreto una donna russa-americana che parla sette diverse lingue. Un personaggio così diverso all’inizio mi ha resa abbastanza nervosa all’idea di interpretarlo ma poi una volta che mi sono ambientata, non sono uscita dal personaggio praticamente per tutta la durata delle riprese

lasciando a bocca aperta i suoi colleghi sul set. Nicole Kidman si riconferma un’attrice di enorme talento, risultando convincente anche in questa ennesima performance. Lasciatevi stupire da questa insolita accoglienza nella Tranquillum House!

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Concetta Moschetta

Sono un’instancabile ambiziosa, scrivere è il mio momento catartico, inoltre ciò che so non mi basta mai. Ho l’abitudine di perdermi in continuazione per poi ritrovarmi nelle pagine di un romanzo, sulla poltrona di un cinema o nel buio della mia stanza con una serie tv.

10 nonne delle Serie Tv che hanno ribaltato completamente tutti gli stereotipi sulle nonne

Attori morti serie tv

10 attori delle Serie Tv che forse non sapevi fossero morti