Home » Nine Perfect Strangers » 7 curiosità su Luke Evans, la star de L’alienista e di Nine Perfect Strangers

7 curiosità su Luke Evans, la star de L’alienista e di Nine Perfect Strangers

Luke Evans è un volto conosciuto, soprattutto per chi ama i film cupi come Dracula Untold o i fantasy come la saga de Lo Hobbit. Eppure, negli ultimi anni lo abbiamo visto prendere parte a prodotti seriali con la stessa passione e con lo stesso impegno con cui ha partecipato a progetti cinematografici. È John Moore in L’alienista, al fianco di Daniel Brühl e Dakota Fanning, e ora è anche Lars Lee nella nuova miniserie disponibile su Amazon Prime Video, Nine Perfect Strangers (qui alcune interessanti curiosità sulla serie). In quest’ultimo titolo ha avuto modo di mettersi alla prova ancora una volta insieme ad attrici straordinarie, del calibro di Nicole Kidman e Melissa McCarthy, ma anche di attori famosi come Bobby Cannavale.

Visto che Nine Perfect Strangers è stato una piacevole sorpresa e che non riusciamo ad attendere per il prossimo episodio, per ingannare l’attesa scopriamo qualcosa di più su Luke Evans, uno dei suoi carismatici protagonisti. Vediamo insieme alcune curiosità sulla star de L’alienista e della nuova serie targata Hulu.

1) Luke Evans da ragazzo è stato vittima di bullismo

nine perfect strangers

Iniziamo con una curiosità non proprio simpatica. Da ragazzo, Luke è stato spesso vittima di bullismo da parte dei suoi coetanei e non. Tutto è iniziato perché il giovane è cresciuto in una famiglia di Testimoni di Geova, i quali erano soliti fare proselitismo nel fine settimana, portando con sé Luke anche nelle case dei suoi compagni di scuola. Si sa che i bambini a volte possono essere davvero cattivi con chi mostra di avere abitudini e interessi differenti dai loro, e per questo motivo non hanno esitato a prendere di mira il giovane Evans, consapevole della gravità delle discriminazioni che stava ricevendo. Questo è stato un periodo particolarmente delicato per lui, che a 16 anni ha poi deciso di abbandonare la scuola e un movimento religioso che non lo rappresentava affatto.

2) Ha esordito tardi nel mondo del cinema

luke evans

Nonostante una grande passione per il mondo dello spettacolo, dimostrata nel corso degli anni attraverso studi e partecipazioni a varie produzioni teatrali a Londra (tra cui una nel 2008 che gli è valsa una nomination agli Evening Standard Theatre Awards come Miglior esordiente), Luke Evans ha esordito tardi nell’ambiente cinematografico. Ha infatti partecipato solo nel 2009, cioè a 30 anni, al suo primo provino per un film, con il quale ha ottenuto un ruolo in Sex & Drugs & Rock & Roll. Da quel momento in poi, l’attore ha avuto molte occasioni per dimostrare il proprio valore e, finora non ha mai deluso le aspettative del pubblico.

3) Luke Evans è dichiaratamente omosessuale

luke evans

L’attore gallese non ha mai nascosto il proprio orientamento sessuale ed è sempre andato fiero di se stesso, anche se imparare ad amarsi non è stato un percorso facile. In più di un’intervista ha ammesso che chiunque lo conoscesse sapeva che fosse omosessuale ed è qualcosa che, per fortuna, non ha mai condizionato la sua carriera, come invece è successo a numerose stelle del cinema, soprattutto agli esordi. Per un paio d’anni (2014-2016), Luke ha avuto una relazione con il modello spagnolo Jon Kortajarena, con il quale pare abbia avuto dei legami fino al 2017. Ora invece sembra si stia frequentando con l’attore Victor Turpin.

4) È comparso in un video di Mick Jagger

england lost

In questa foto in bianco e nero vediamo Luke Evans in un frame del video di England Lost di Mick Jagger del 2017. Per lui è stato un onore poter prendere parte al progetto del frontman dei Rolling Stones, una delle personalità più influenti nello scenario musicale non solo britannico ma mondiale. Il brano è l’ultimo singolo che il cantante ha progettato e realizzato in studio come solista, ed è stata un’altra ottima occasione per l’attore de L’alienista e di Nine Perfect Strangers di farsi conoscere anche a quanti preferiscono la musica alle serie televisive e ai film, o comunque agli appassionati del genere.

5) Ha anche un’ottima voce

nine perfect strangers

Luke non ha studiato solo teatro durante la sua adolescenza. Dopo aver abbandonato la scuola ed essersi allontanato dal movimento religioso dei Testimoni di Geova, il giovane si è trasferito a Cardiff e ha iniziato a lavorare per potersi permettere anche dei corsi di canto con un insegnante molto qualificato. La sua è una passione che si è andata concretizzando grazie al teatro e ai musical a cui ha preso parte nei primi anni 2000, tra i quali Rent, Miss Saigon e Avenue Q. Inoltre, nel 2019 ha avuto l’opportunità di produrre il suo primo album musicale, intitolato At last. Luke non perde occasione per mettere in mostra le proprie abilità canore.

6) Ha quasi rifiutato il ruolo di Gaston in La bella e la bestia

la bella e la bestia

Dopo aver accettato il ruolo di Bard l’Arciere nella trilogia cinematografica di Peter Jackson de Lo Hobbit, Luke Evans ha preso parte a numerosi altri progetti che lo hanno visto sul grande schermo. Lo abbiamo visto in Fast & Furious 6 (2013), in Dracula Untold (2014), in High-Rise – La rivolta (2016) e per poco rischiavamo di non vederlo al fianco di Emma Watson nel live action de La bella e la bestia (2017). A una prima lettura del copione infatti, l’attore gallese non era per nulla convinto di voler interpretare il bello e tronfio Gaston, incarnazione di tutte le caratteristiche che lui non ama in un uomo. Eppure, alla fine si è ricreduto e ha dato un volto e una voce nuove a un iconico personaggio della Disney.

7) Luke Evans è molto affezionato ai suoi nonni

luke evans

Luke non ha mai tenuto nascosto il rapporto d’affetto profondo che lo lega ai nonni materni. In più di un’intervista ha confessato di essere immensamente grato per tutto ciò che loro hanno fatto per lui in tutti questi anni, e Luke si è sempre impegnato per sentirli e vederli in ogni occasione. Chiamate su FaceTime, visite a sorpresa alle persone che lo hanno cresciuto con amore nonostante tutte le difficoltà. Ora che l’età avanza anche per i suoi nonni e che la dolce Enid (la sua “nana”) soffre di Alzheimer, Luke è sempre pronto a prendersi cura di lei, per dimostrare tutto l’amore che prova per una delle donne che lo ha cresciuto e che gli ha voluto un bene senza pari.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv