in

ZeroZeroZero – A Milano lo store che racconta i segreti del narcotraffico

zerozerozero
zerozerozero

L’8 febbraio è stato allestito a Milano un “temporary store” per promuovere la nuova serie tv diretta da Stefano Sollima “ZeroZeroZero” in uscita su Sky Atlantic, il 14 dicembre 2020. Sky Atlantic ci ha invitati all’inaugurazione, ed è stata un’esperienza decisamente molto intensa e particolare.

ZeroZeroZero
ZeroZeroZero

ZeroZeroZero è una serie tv tratta dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano. Racconta la storia, sotto forma di inchiesta, di come si sia sviluppato il più grande giro internazionale del narcotraffico con base in Sud America, soprattutto in Argentina e in Messico. Tale giro di affari illegali ha un profitto di miliardi di euro ed ha una modalità pressoché identica in ogni parte del mondo, Italia compresa.

I tubetti di dentifricio sono tra gli oggetti più controllati e sequestrati alle dogane. Il forte profumo di menta può rendere difficili i controlli, distraendo dalla presenza di ovuli all’interno. Un sorriso smagliante potrebbe nascondere molto più di quel che pensi

Lo ZeroZeroZero store di Milano ci ha guidato all’interno del mondo del narcotraffico, ricostruendo tutti i principali oggetti con cui viene trasportata la droga in giro per il mondo, il tutto costruito come se fosse un vero e proprio negozio, con i prodotti in bella vista e in “vendita”.

ZeroZeroZero

Si è passati da semplici bevande analcoliche con un particolare e tattico “colorante”, alle confezioni di caffè, che grazie al suo aroma copre qualsiasi altro odore. Abbiamo potuto assistere alle più disparate spiegazioni, su come ogni oggetto venisse usato per scopi illegali. Tra le varie cose abbiamo anche dentifrici, libri per bambini e gli intramontabili orsacchiotti di peluche.

Le donne vengono sfruttate come corrieri perché considerate insospettabili. Indossano il carico sul proprio corpo, ma sono proprio le forme troppo voluminose ad allertare gli agenti ai controlli

Lo ZeroZeroZero store di Milano, si sviluppava su due piani. Al primo piano, immediatamente dopo l’ingresso, potevamo osservare i primi prodotti in vista e un addetto ai lavori che a più riprese ci spiegava come venisse inserita la droga all’interno dei peluche. Al secondo piano, avevamo una zona allestita con modalità museale, in cui estratti del libro di Saviano, si alternavano ad immagini inedite della nuova serie tv. Avevamo inoltre ricostruzioni di ogni step necessario per vendere la droga, esposte dentro delle teche.

ZeroZeroZero
ZeroZeroZero

Per concludere, la parte finale era dedicata ad una piccola video proiezione nella quale potevamo assistere ad un estratto dello show. Presente anche una mappa su parete ritraente il percorso che la droga compie dal Sud America, fino in Europa, passando per vari paesi.

Anche le tele dei quadri possono diventare nascondigli in cui inserire panetti di cocaina. Hai visto qualcuno trasportare un quadro veramente brutto? Potrebbe valere molto più di quel che pensi

ZeroZeroZero sembra essere diversa dai soliti prodotti sul narcotraffico, la quale prende leggermente distanze dal romanzo, abbandonando in parte l’inchiesta e raccontando una vera e propria storia. Viene evidenziata la sfida dei narcotrafficanti nel trasporto della cocaina, da chi la vende a chi l’acquista, passando per gli intermediari. Potremo osservare come la merce passi dai cartelli messicani alla ‘Ndrangheta. La serie tv andrà in onda il 14 febbraio su Sky Atlantic e Now Tv.

Leggi anche – ZeroZeroZero: il trailer della nuova Serie Tv di Stefano Sollima

Scritto da Enrico Zicari

Non ho nulla di figo e accattivante da scrivere. Sarebbe anche inutile visto e considerato che nessuno legge mai chi scrive gli articoli. Ad ogni modo se vi piacciono le mie idee, seguitemi. Senza giri di parole, qui si parla di serie tv, sintonizzatevi e gustatevi il risultato.

BoJack Horseman

La spiegazione del finale di BoJack Horseman

5 personaggi adolescenti delle serie high school che (stranamente) non sono stereotipati