in

Il cameo di Simon Helberg conferma una delle teorie popolari su Young Sheldon?

young sheldon

Young Sheldon nella nuova stagione, che sta andando in onda negli Stati Uniti in queste settimane, ci ha regalato l’inatteso di un cameo di uno dei protagonisti di The Big Bang Theory. Simon Helberg, che nella sitcom interpretava Howard Wolowitz, è stato la voce narrante del settimo episodio della quinta stagione dello spin-off di The Big Bang Theory. Non è la prima volta che sentiamo la voce di uno dei protagonisti della serie madre in uno degli episodi dello spin-off: nelle passate stagioni abbiamo avuto il cameo di Kaley Cuoco, ma anche quello di Mayim Bialik. Ad ogni modo è molto probabile che altri attori del cast originale faranno da guest star nelle future puntate di Young Sheldon, dato che la serie tv è stata già rinnovata per una sesta e una settima stagione.

Il cameo di Simon Helberg però potrebbe essere stato cruciale, dato che potrebbe aver confermato una delle più popolari teorie su Young Sheldon.

Nella puntata intitolata An Introduction to Engineering and a Glob of Hair Gel, che è andata in onda negli Stati Uniti lo scorso 18 novembre, abbiamo scoperto la ragione per cui Sheldon non sopporta gli ingegneri. Simon Helberg dunque ha affiancato Jim Parsons nell’episodio per fare un breve excursus sulle origini dell’ingegneria e raccontare il difficile rapporto che legava Sheldon al suo primo insegnante di ingegneria. Questo espediente ci ha permesso di comprendere quale fosse la ragione per cui il protagonista di The Big Bang Theory aveva sempre preso in giro il suo collega e amico. Tuttavia il cameo di Simon Helberg potrebbe anche averci spiegato il motivo per cui Sheldon sta raccontando la sua infanzia.

I fan hanno ipotizzato che il racconto di Sheldon Cooper sia finalizzato alla scrittura di una sua personale autobiografia, che probabilmente vedremo ultimata nell’ultima puntata di Young Sheldon. Questa teoria sembra piuttosto plausibile: prima di tutto non ci stupisce il fatto che una persona con l’ego di Sheldon voglia celebrare la sua vita in un libro e inoltre dal momento che ha vinto un Nobel, molti potrebbero essere interessati a pubblicare la sua autobiografia. In che modo Howard avrebbe confermato questa interessante ipotesi? All’inizio dell’episodio ha affermato che il suo amico gli aveva chiesto di preparare un’introduzione dedicata al mondo dell’ingegneria per il suo racconto. Questo lascerebbe intendere che la narrazione dell’infanzia del protagonista sia finalizzata a un progetto ben preciso.

Ad ogni modo noi fan abbiamo apprezzato molto il cameo di Simon Helberg e a quanto pare non siamo stati i soli. Steve Molaro ha detto di essere stato molto felice di poter lavorare di nuovo con l’attore in questo episodio di Young Sheldon:

Lavorare di nuovo con Simon per aiutare a spiegare il lungo odio di Sheldon per l’ingegneria è stato un sogno diventato realtà. Jim e Simon – anche nella voce fuori campo su Zoom – non hanno perso un colpo nelle loro battute nei panni di Sheldon Cooper e Howard Wolowitz.”

Leggi anche – 5 momenti in cui abbiamo odiato profondamente Howard Wolowitz

Scritto da Marilisa Di Maio

Classe 95, laureata in "Lettere Classiche". Adoro le serie comedy e i dramma che ti strappano il cuore, senza alcuna via di mezzo. Il mio sogno sarebbe quello di avere la motivazione e l'ottimismo di Leslie Knope, ma mi sveglio ogni mattina con la stessa voglia di vivere di April Ludgate...

Netflix

Netflix Hub, sta arrivando la partnership Spotify/Netflix con contenuti esclusivi

Chernobyl

La vera storia di Ananenko, Bezpalov e Baranov: i tre eroi di Chernobyl