in ,

Twin Peaks diventerà presto un gioco in realtà virtuale

Dal 2017 Twin Peaks continua a far parlare di sé, non solo per le tre acclamate stagioni già concluse, ma anche per una potenziale quarta stagione.

Le parole del protagonista Kyle MacLachlan fanno sperare e tengono l’attenzione dei fan alta e vigile. Basandosi su fonti certe si pensa che Showtime abbia già preso accordi con l’autore David Lynch per iniziare a produrre una stagione successiva.

Twin Peaks però non smette comunque di far parlare di sé. La serie infatti sta per tornare sotto forma di gioco di realtà virtuale.

Il videogioco permetterà ai giocatori di mettersi nei panni proprio dell’agente speciale dell’FBI Dale Cooper che avrà il compito di risolvere il famoso mistero riguardante l’omicidio di Laura Palmer. Il gioco si chiamerà Twin Peaks VR ed è realizzato da Collider Games in collaboazione con lo stesso autore David Lynch e Showtime, piattaforma che ha ospitato la terza stagione della serie.

Twin Peaks

Sarà disponibile per Stream VR, Oculus Rift e HTC Vive prima della fine di Dicembre 2019. Collider Games promette un gameplay con tantissimi easter egg e riferimenti alla serie tv originale. Ci sarà quindi la possibilità di rivivere i misteri della serie che sta proprio per compiere 30 anni dalla sua prima uscita sul piccolo schermo.

La tradizione di tantissimi anni del lavoro di David Lynch incontra quindi la modernità e la tecnologia del gioco virtuale in un potenziale straordinario progetto.

Per tutti coloro che sono curiosi di vedere visivamente di cosa si tratta, questo è il trailer uscito il 7 dicembre. Si prevede un videogioco dalla grafica iconica ed elegante, degna di Twin Peaks e del genio di David Lynch.

Ci sono i luoghi ormai conosciuti della serie, i simboli che per anni ci hanno stretto nella morsa del dubbio e del mistero. Tutto questo a fine dicembre sarà reale.

Leggi anche: Twin Peaks – La quarta stagione?

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

netflix

Netflix rivoluziona tutto? Possibile inserimento di sconti del 50% sull’abbonamento annuale

Scream Queens

La classifica delle 10 Serie Tv più trash mai esistite