in

The O.C. – Rachel Bilson posta una misteriosa foto in compagnia e manda in hype i fan [FOTO]

The O.C.
The O.C.

The O.C. sta per tornare? Le speranze dei fan di rivedere le mitiche spiagge e i personaggi di Orange County si riaccendono dopo che Rachel Bilson ha postato sul suo profilo Instagram una foto insieme all’ex compagna di et Melinda Clarke, mandando in visibilio i fan. Negli anni molte serie hanno provato a essere le nuove The O.C. ma, come abbiamo scritto qui, c’è solo l’originale. Quello di The O.C. non sarebbe l’unico gradito ritorno: presto dovrebbe tornare anche Friends, come vi avevamo raccontato in questo articolo. Anche un’altra serie tv della nostra giovinezza tornerà presto con un rifacimento: Gossip Girl, di cui vi abbiamo dato gli ultimi aggiornamenti in questo articolo.

Mentre le voci su una reunion e forse una nuova stagione di The O.C., Rachel Bilson alimenta le speranze dei fan con la foto postata giusto poche ore fa. Nella foto, caricata sul suo profilo Instagram, si vedono lei e Melinda Clarke, che nella serie interpretava il personaggio di Julie Cooper, vestite con la stessa canotta bianca, che sorridono verso l’obiettivo e paiono trovarsi proprio all’interno di un set fotografico o cinematografico. La didascalia scelta da Rachel Bilson sembra lasciare poco spazio ai dubbi:

“Flashback Friday? Wait for it…”

Le allusioni fanno pensare che le due, che si trovano davvero in forma smagliante, considerato che The O.C. è terminata nel 2007, si fossero incontrate di nuovo per una ragione collegata proprio alla serie. Anche gli hasthag hanno fatto lavorare il cervello dei fan, a caccia di qualche indizio che avallasse l’ipotesi di un ritorno di The O.C.: oltre a #covidsafe, che giustifica l’assenza delle mascherine dalla foto, #eternalSummer, un riferimento proprio al personaggio di Summer Roberts interpretato da Rachel Bilson nella serie.

Da una sola foto, purtroppo, è difficile estrapolare qualcosa di concreto e al momento non è possibile confermare che si tratti di un ritorno di The O.C. o, più semplicemente, di una rimpatriata tra vecchie colleghe. Vero è anche che proprio Rachel Bilson aveva di recente espresso la propria disponibilità a tornare nei panni di Summer Roberts. In un’intervista a E! News Rachel Bilson aveva ricordato con nostalgia e gioia il periodo trascorso sul set di The O.C.

“I miei ricordi preferiti durante le riprese di The O.C. erano le risate continue. Lavoravo con tantissime persone divertenti. Adam Brody era super divertente e Chris Pratt, quando era nello show, è stata una delle persone più divertenti che abbia mai incontrato in tutta la mia vita”.

L’attrice si era detta assolutamente disponibile per un reboot, auspicando che il proprio personaggio, Summer, e quello di Adam Brody, Seth, fossero ancora felicemente sposati.

“Sarei aperta al reboot. È un bel ricordo per me e ne sono grata. Di sicuro secondo me Seth e Summer sono ancora felicemente sposati. Perché no? Si vuole sempre il lieto fine.”

Rachel Bilson e Adam Brody sono stati insieme anche nella vita, ma ora lui è sposato con Leighton Meester, interprete del personaggio di Blair in Gossip Girl, da cui ha anche due figli. Se anche il revival di The O.C. si facesse, un personaggio non potrebbe più tornare: Marissa, interpretata da Mischa Barton, morta tragicamente in una scena che resterà per sempre scolpita nella memoria dei fan.

Pare sia stata proprio la morte di Marissa a decretare la fine di The O.C.: dopo la terza stagione, infatti, la serie ha cominciato a registrare un progressivo calo d’ascolti. Inoltre, avendone cambiato la programmazione in televisione, se la doveva vedere con altre serie come Will & Grace, Grey’s Anatomy e CSI. Dopo il flop della quarta, Fox ordinò la cancellazione della serie: vedremo se, dopo tanti anni, non è ancora arrivata la fine per The O.C.

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

Migliori Serie Originali Netflix

La classifica delle 10 migliori Serie Tv Originali Netflix, secondo IMDb

Malcolm in the Middle

Il dissacrante realismo di Malcolm in the Middle