Vai al contenuto
Home » News » The Boys, Eric Kripke intende cambiare il finale della storia: «Voglio che il cattivo sia Patriota»

The Boys, Eric Kripke intende cambiare il finale della storia: «Voglio che il cattivo sia Patriota»

Attenzione: l’articolo contiene alcuni spoiler sulla storia dei fumetti di Garth Ennis e Darick Robertson, che ha ispirato The Boys. Non proseguite nella lettura, se non volete delle anticipazioni.

La serie tv di Eric Kripke è tornata con l’attesissima quarta stagione, che ha riportato sui nostri schermi Patriota e gli altri Super. Le prime tre esplosive puntate hanno debuttato su Amazon Prime Video lo scorso 13 giugno e hanno lasciato di stucco il pubblico con scene estreme e fuori di testa. Leggi qui la recensione delle prime tre puntate della quarta stagione della serie tv di Amazon Prime Video. Il quarto episodio di The Boys 4 invece ha mostrato un nuovo e più profondo lato di Patriota (leggi qui la recensione della puntata). La nuova stagione ha introdotto dei nuovi personaggi, che promettono di regalare tante sorprese. Nel cast inoltre è entrato anche Jeffrey Dean Morgan, vestendo i panni di un personaggio che “condivide le ragioni dell’odio di Butcher”. Scopri chi è il nuovo personaggio interpretato da Jeffrey Dean Morgan.

Anche se Eric Kripke si sta impegnando per rendere omaggio alla serie di fumetti, che ha ispirato The Boys, ha dato un importante avvertimento ai fan.

In un’intervista rilasciata a Variety ha anticipato che per l’arco narrativo di un personaggio non seguirà la storia originale. Quando il giornalista gli ha fatto una domanda in merito al personaggio di Black Noir, Eric Kripke ha spiegato di aver deciso di non includere il grande colpo di scena, che lo riguarda, in The Boys 4. Nei fumetti si scopre che Black Noir altro non è che un clone di Patriota. È stato lui inoltre ad aver commesso molti degli atti atroci attribuiti a Patriota nel corso della serie. Il pubblico però non assisterà a questo scioccante plot twist nella serie tv di Amazon Prime Video. Eric Kripke ha spiegato che, anche se sa di deludere i fan dell’opera di Garth Ennis e Darick Robertson, ha preso questa decisione per una ragione molto importante. Ecco cosa ha spiegato:

Mi dispiace dirlo, ma la serie non attingerà al segreto di Black Noir e non utilizzerà quella svolta narrativa sconvolgente. Questo significherebbe mettere in discussione il villain. Sono sicuro che i fan siano arrabbiati per il fatto che non andrò in quella direzione, ma non mi è sembrata così soddisfacente. Voglio che il cattivo sia Patriota e seguirò questa strada fino alla fine, e voglio mantenere un’impronta realistica, senza far uso di espedienti ‘magici’. Cerchiamo di dire che i supereroi sono l’unico problema scivoloso in un universo il più realistico possibile.

E a proposito di The Boys 4, Eric Kripke ha svelato anche i retroscena del cameo di Tilda Swinton: «Uno dei migliori giorni della mia vita».