Vai al contenuto
Home » News » Stephen King ha criticato la scrittura approssimativa di Manifest

Stephen King ha criticato la scrittura approssimativa di Manifest

Creato dallo showrunner Jeff Rake, Manifest, dramma soprannaturale, ha debuttato sulla NBC nel 2018, seguendo l’equipaggio e i passeggeri di un aereo di linea che scompaiono improvvisamente e vengono dati per morti, per poi tornare misteriosamente cinque anni e mezzo dopo. Lo show è stato oggetto di grande attenzione da quando è stato cancellato nel giugno 2021 a causa del calo degli ascolti, che ha ispirato un’appassionata campagna sui social media da parte di coloro che volevano vedere lo show tornare e risolvere le questioni in sospeso.
I fan hanno ottenuto il loro desiderio quando la piattaforma streaming Netflix ha scelto Manifest per una quarta e ultima stagione, che consisterà in 20 episodi. Gran parte del cast originale tornerà e riprenderà i propri ruoli, tra cui Melissa Roxburgh, Josh Dallas, J.R. Ramirez, Luna Blaise, Parveen Kaur, Holly Taylor e Daryl Edwards. Nonostante qualche incertezza sul ritorno di Matt Long nel ruolo di Zeke Landon, è stato poi rivelato che l’attore è rientrato nel cast. Oltre al ritorno del cast e alla possibile data di uscita a novembre, non si sa molto della quarta stagione di Manifest per quanto riguarda i dettagli della trama.

Stephen King ha parlato delle speranze riposte sulla quarta stagione di Manifest

Sul proprio account Twitter Stephen King ha recentemente condiviso le sue speranze per l’imminente quarta stagione di Manifest che andrà in onda su Netflix. King spera che la nuova stagione possa evitare le battute più abusate dello show, ma a parte questo, l’autore è entusiasta della stagione finale:

King ha ragione a sottolineare che “Fidati di me” e “È complicato” sono alcune delle frasi più abusate pronunciate nello show, insieme a “È tutto collegato“. Al creatore e sceneggiatore Jeff Rake non dispiacerà di certo la critica costruttiva da uno degli autori più famosi di tutti i tempi e forse il più famoso sostenitore dello show. La scorsa estate, King si è unito alla campagna dei fan per salvare Manifest dalla cancellazione e sicuramente ha avuto un piccolo ruolo nella rinascita della serie.

Sui social media, Stephen King condivide spesso il suo entusiasmo per le nuove serie televisive e i nuovi film, anche se non ha mai avuto paura di criticarli. Un altro esempio recente è stato quando ha definito la struttura di uscita della quarta stagione di Stranger Thingsun po’ zoppa“. Ma tutto ciò viene da un punto di vista positivo, poiché l’autore è un fan accanito di entrambe le serie televisive. Con la quarta stagione di Manifest in uscita a novembre, i fan non dovranno aspettare molto per scoprire se i motti caratteristici dello show saranno pronunciati o meno dai protagonisti.

LEGGI ANCHE: Netflix, tutti i contenuti in scadenza questa settimana (18-24 Luglio)