in

Squid Game, parla il creatore della serie: «Per colpa di Squid Game ho perso sei denti»

squid game

La valanga Squid Game non accenna a fermarsi. Il nuovo successo di casa Netflix, vera e propria rivelazione del 2021 seriale, continua a portare a casa numeri da capogiro, feedback positivissimi da parte della stragrande maggioranza degli spettatori e sta assumendo sempre più le dimensioni di un trionfo epocale, senza eguali. Ne abbiamo parlato in vari modi e continueremo a farlo nelle prossime settimane: solo pochi giorni fa, per esempio, si era espresso a riguardo Ted Sarandos, CEO di Netflix, mentre ora a parlare è il deus ex machina di Squid Game, Hwang Dong-hyuk. Deus ex machina perché non è solo l’autore della serie tv, ma anche il regista, il produttore e lo sceneggiatore. Per poco non pure attore protagonista, macchinista o truccatore, però lo sforzo è stato comunque molto significativo.

Uno sforzo ampiamente ripagato dai numeri straordinari dell’opera sudcoreana, ma Hwang Dong-hyuk non dimentica quello che ha dovuto passare negli ultimi tempi. Nel corso di un’intervista rilasciata pochi giorni fa alla CNN, ha infatti spiazzato tutti affermando di aver perso addirittura sei denti a causa dello stress accumulato mentre dava vita a Squid Game: “Scrivere, produrre e dirigere una serie da solo è stato davvero un grande impegno. Sono un po’ preoccupato se penso di doverci ripassare per creare la seconda stagione. Non c’è nulla di confermato, ma con così tante persone entusiaste della serie, ci sto pensando».

Gli interrogativi sulla realizzazione o meno di una seconda stagione di Squid Game sembrano essere francamente pochi, visto il successo della serie e la potenziale evoluzione narrativa di una storia che sembra prestare il fianco a una continuazione armonica senza forzature, quindi con ogni probabilità Hwang Dong-hyuk dovrà individuare delle soluzioni per arginare lo stress ed evitare altri problemi. Il suo odontoiatra è in ogni caso avvisato, con la speranza che non sia necessario un ulteriore intervento.

LEGGI ANCHE – A proposito di Squid Game – Il seducente senso della paura

Scritto da Antonio Casu

Divulgatore seriale serio, serioso e ironico, ma senza il sex appeal di Alberto Angela.

lol: chi ride è fuori

LOL – Chi ride è fuori: tutti i comici (e non) che si sono proposti per la seconda stagione