in

Pose terminerà con la terza stagione

Pose

Pose non è soltanto una serie tv che segue vicende relative alla comunità LGBT. Pose è LA serie tv che segue vicende relative alla comunità LGBT. L’obiettivo è quello di raccontare la nascita e lo sviluppo della ballroom scene negli Stati Uniti, seguendo vicende di personaggi ben costruiti e meravigliosi. Se non doveste conoscerla, trovate qui almeno cinque buoni motivi per guardarla.

Diretta e ideata da Ryan Murphy, Brad Falchuk e Steven Canals, Pose ha debuttato su FX a giugno del 2018, e successivamente è arrivata su Netflix nel gennaio 2019. Dopo essere stata rinnovata per la seconda stagione, arrivata sulla suddetta piattaforma streaming nell’ottobre 2019, era stata poi anticipatamente rinnovata per una terza stagione. Ad oggi siamo ancora in trepidante attesa, perché in verità, con le problematiche causate dalla pandemia, anche le riprese di Pose avevano subito una battuta d’arresto.

Sembra però che non dovremo aspettare poi molto per vedere le nuove vicende dei nostri eroi, dal momento che è stata finalmente rivelata la data d’uscita della terza stagione.

Ad annunciarlo è stato lo stesso Steven Canals sul canale Instagram ufficiale di Pose. La data prevista per l’arrivo della terza stagione sembra essere il 2 maggio 2021, e tutti noi ovviamente non stiamo nella pelle. Tuttavia questa non è stata l’unica cosa annunciata da Canals nel video.

Ebbene sì, avete sentito bene: Pose si chiuderà proprio con questa terza stagione, in arrivo il prossimo maggio.

Di certo questa notizia non ha rallegrato i fan della serie, che speravano di vedere le vicende dei loro personaggi preferiti un po’ più a lungo. Tuttavia forse questo può essere considerato anche qualcosa di positivo. Ryan Murphy, che come tutti sanno è anche creatore di Glee, a sua volta considerata una serie tirata un po’ per le lunghe, con questa decisione sembra aver capito quand’è il momento giusto per fermarsi. Soprattutto con telefilm che parlano di realtà esistenti, si rischia di snaturare ciò che è stato narrato fino a quel momento, a lungo andare.

È stato proprio lo stesso Murphy a dire la sua in merito a questa decisione: “Abbiamo potuto raccontare esattamente la storia che volevamo, e ne sono incredibilmente grato e onorato. La storia di Pose si potrà concludere nel 1996, ma l’impatto che ha avuto riecheggerà per sempre“. E aggiunge: “Pose è stato uno dei momenti più alti per la mia carriera. È stato un progetto che mi ha appassionato fin dall’inizio, quando mi sono seduto al tavolo con Steven Canals e ho ascoltato quale fosse la sua visione dello show. Se ripenso agli inizi della mia carriera sulla fine degli anni ’90, quando era quasi impossibile inserire personaggi LGBTQ in uno show, fino ad arrivare a Pose – che passerà alla storia per avere il più grande cast LGBTQ di tutti i tempi – per me è un momento veramente importante, come chiudere un cerchio”.

Anche il co-creatore e autore Brad Falchuk è poi intervenuto sulla vicenda: “Sono più orgoglioso di questo show di qualsiasi altra cosa io abbia mai creato – o che potrò mai creare. Sono infinitamente grato di aver potuto prendere parte a questo progetto“.

A questo punto Instagram ha cominciato a riempirsi di post di commiato dei vari attori del cast, uno più commovente dell’altro. Qui potete trovare riportato quello di Indya Moore, interprete di Angel Evangelista. Però una domanda ora sorge spontanea a molti: cosa sappiamo al momento su questa stagione finale di Pose?

Quel che è certo è sicuramente la sua data d’uscita, il 2 maggio 2021. Saranno mandati in onda i primi due episodi e poi, settimanalmente, verremo condotti ogni settimana verso il gran finale, previsto per il 6 giugno. La stagione finale dovrebbe quindi essere composta da soltanto 7 episodi. Questa notizia è lanciata da Good Morning America, che è riuscita a farci avere anche un piccolo accenno di trama. Quest’ultima però è una parte che va presa un attimino con le pinze, in quanto ci serviranno conferme ulteriori.

Gli ultimi episodi di Pose dovrebbero ambientarsi nel 1994, e per Blanca Evangelista (MJ Rodriguez) il mondo delle ballroom sarebbe solo un lontano ricordo. La sua vita si svolge tra l’essere una madre e una buona compagna per il suo interesse amoroso, mentre scopriamo anche che ha assunto un nuovo ruolo come aiuto infermiera. Contemporaneamente scopriremo che Pray Tell (Billy Porter, vincitore di un Emmy per il suddetto ruolo) si troverà a combattere con inaspettate complicazioni di salute, mentre l’AIDS comincia a diventare una delle principali cause di morte per gli americani tra i 25 e i 44 anni. Ultimo, ma non meno importante, sorgerà una nuova House nel mondo della ballroom scene, che darà filo da torcere a tutti i membri della House of Evangelista.

Come sempre ora possiamo solo aspettare maggio, e sperare che queste ultime sette puntate riescano a dare il giusto risalto e la giusta conclusione (come finora è stato fatto) a questo gioiello meraviglioso che è stato Pose.

Written by Elena Di Stasio

Ho studiato presso la Constance Billard School for Girls, e sono stata proprio io a scegliere Blair Waldorf come mia erede in quella scuola. In effetti, era la migliore delle mie tirapiedi.
All'università ho scelto di studiare per un periodo alla NYADA, ed ero l'allieva preferita di Cassandra July! Ma ho scoperto che scrivere e recensire sono le mie vere passioni. Ultimamente ho viaggiato fino a Westeros, e da poco mi sono appassionata ai viaggi nel tempo e nello spazio. Non so dove mi porterà il futuro, ma sarò lieta di tenervi aggiornati, dovunque andrò!

Grindr

L’app di incontri Grindr produrrà la serie originale Bridesman

Emily Osment

Emily Osment protagonista di una nuova comedy Netflix