in

Lost – Dopo 11 anni, Damon Lindelof spiega chiaramente il tema dell’ultima stagione

Lost Jack 1200x675

Il finale di Lost, andato in onda nel 2010, ha attirato quasi 14 milioni di telespettatori. Dopo diverse stagioni, i fan si sono sintonizzati per scoprire finalmente cosa, esattamente, aveva causato gli eventi inquietanti sull’isola.
La serie televisiva, che vedeva al timone Damon Lindelof, ha debuttato nel 2004 ed è andata avanti per sei stagioni (qui una nostra personale classifica dalla peggiore alla migliore stagione): la storia seguiva un gruppo disparato di estranei che combattevano per sopravvivere su un’isola deserta dopo un incidente aereo. Al suo debutto, la narrazione ha rapidamente conquistato il pubblico con le sue misteriose trame e i personaggi complicati; sia i critici che gli spettatori hanno celebrato la serie per il suo impegno nel svelare le sfumature emotive del suo cast corale. Lo show ha anche scavato in profondità nei miti generali dell’isola, lasciando indizi allettanti per il suo gruppo principale di sopravvissuti. Sebbene l’ultima stagione di Lost abbia ricevuto recensioni contrastanti, la serie tv è spesso in cima alla lista della critica per le migliori serie di tutti i tempi.

Dopo undici anni, Damon Lindelof torna a parlare del tema centrale che ha caratterizzato l’ultima stagione di Lost

Durante l’ultimo episodio, i personaggi principali si sono riuniti nel “flash sideways”, che rappresentava l’aldilà. Inizialmente introdotto come una serie di brevi scene, molti dei sopravvissuti si sono apparentemente imbattuti l’uno nell’altro mentre vivevano vite alternative. Tuttavia, una volta che si sono riconosciuti, sono stati in grado di spostarsi su un altro piano di esistenza. L’episodio si è concluso con l’ensemble chiave, incluso il protagonista Jack Shepard (Matthew Fox), che incontra gli altri in una chiesa soleggiata dopo la loro morte.
Mentre parlava nel podcast di The Storm, Lindelof ha condiviso il suo ragionamento dietro la decisione di presentare l’aldilà come punto critico della trama. Come ha notato, lui e gli scrittori volevano fare una dichiarazione di grande impatto. Di seguito la dichiarazione completa del creatore dello show:

Penso che per me personalmente quando entriamo nella sesta stagione – e passerò dal pronome ‘io’ a ‘noi’ perché mi hai fatto una domanda molto specifica su di me ma è bene parlare di noi come collettivo, ossia Carlton, io e gli scrittori e [Jack] Bender in una certa misura – siamo stati piuttosto coinvolti in molte delle conversazioni su cosa avremmo fatto nell’ultima stagione in termini di costruzione della linea temporale laterale. Pensadvamo: impostiamo cinque ore di contenuti nell’aldilà e mostriamolo. Questo è il mistero. Non daremo una risposta soddisfacente al motivo per cui gli uccelli volano contro i muri o cosa caz*o sta facendo quella vasca idromassaggio nel tempio di merda a Sayid, ma ti diremo cosa succede quando muori… Abbiamo avuto il nostro modo di affrontare l’esperienza emotiva soggettiva dell’essere morti rispetto a “dove vai”. Abbiamo esplorato il tipo di basi emotive di questo tipo di… spazio errante. Quindi sì, entrando nell’ultima stagione, stavo praticamente risolvendo il ‘ecco come ci si sente una volta che sei morto.’ Non l’ho visto fare abbastanza nella cultura popolare ed ero davvero interessato ad esplorare quello spazio“.

Tuttavia, il finale di Lost alla fine ha alienato un gran numero di spettatori, inclusa una fedele base di fan che ha esaminato con passione ogni singolo filo narrativo. Molti spettatori hanno criticato il finale per aver abbandonato i misteri di una stagione che sono rimasti senza risposta. Notoriamente, anche l’inquadratura finale del relitto dell’aereo ha confuso i fan. Alcuni hanno continuato a teorizzare che tutti i personaggi fossero morti per tutto il tempo, anche dopo che il co-creatore Lindelof ha confutato l’affermazione. Di recente, l’attore del cast Josh Holloway, che interpretava Sawyer, ha aggiunto benzina sul fuoco ipotizzando allo stesso modo che i sopravvissuti fossero stati in purgatorio dall’incidente aereo nel primo episodio.

Sebbene il finale dello show stimoli spesso dibattiti accesi, è innegabile che la serie abbia lasciato un’impronta nella cultura moderna della televisione. Mentre il finale potrebbe aver deluso i fan con la sua narrativa incoerente, lo show in generale rimane amato nella storia dei media. Lost ha dimostrato di avere nel corso dei suoi anni i punti deboli delle trame troppo complicate e i punti di forza delle caratterizzazioni ricche e ponderate. Sebbene siano passati undici anni dal finale, il suo impatto continua ancora oggi.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Silvia Nunnari

Ho deciso che fra una serie televisiva ed un'altra, sorseggiando vino con Cercei Lannister ed Olivia Pope, di riempire il web con la mia scrittura.

jon snow

10 volte in cui una Serie Tv ha dovuto far risorgere un personaggio