in

Gossip Girl: le riprese del reboot inizieranno il prossimo mese

Il tanto atteso reboot di Gossip Girl, che andrà in onda su HBO Max, inizierà la produzione a New York City questo ottobre. La serie originale della CW ha adattato i famosi romanzi di Cecily von Ziegesar per otto stagioni: episodi ricchi di drammi degli adolescenti dell’Upper East Side.

Lo show originale è stato responsabile del lancio delle carriere di molti suoi attori. In particolare Blake Lively, che ha interpretato la it-girl Serena van der Woodsen, Penn Badgley, che ha interpretato l’outsider Dan Humphrey e Leighton Meester per il suo ruolo di “Queen Bee” Blair Waldorf. Nessuno del cast originale ha intenzione di tornare per la nuova era tranne Kristen Bell, che faceva da voce narrante, ma non è apparsa come un vero personaggio nello show.

Secondo Variety, un portavoce della Warner Bros. ha confermato che le riprese a New York per il prossimo reboot inizieranno alla fine di ottobre e che la produzione è già iniziata a Vancouver e Los Angeles. CBS Television produrrà insieme a WarnerMedia.

GOSSIP GIRL

Le riprese avrebbero dovuto iniziare a marzo di quest’anno, ma come la maggior parte delle produzioni dell’industria cinematografica il progetto è stato sospeso a causa della pandemia di coronavirus. Le persone dietro il reboot di Gossip Girl hanno tutte lavorato all’originale in qualche modo, con i creatori Josh Schwartz (The O.C.) e Stephanie Savage che sono tornati e Joshua Safran a bordo come scrittore e produttore esecutivo. Per la nuova serie tv sono stati ordinati ben dieci episodi.

La nuova versione di Gossip Girl è stata lanciata come un sequel piuttosto che un remake, ambientato otto anni dopo. Schwartz e Savage hanno deciso di rinfrescare il quartiere con talenti per lo più nuovi e in ascesa: il cast include Emily Alyn Lind, Whitney Peak, Jonathan Fernandez, Jordan Alexander, Eli Brown, Jason Gotay, Zión Moreno, Adam Chanler-Berat e Savannah Smith.

Poiché HBO Max ha standard più permissivi della CW quando si tratta di contenuti per adulti, la nuova generazione si impegnerà in attività ancora più scandalose dei loro antenati. Recenti programmi televisivi come Euphoria e 13 Reasons Why hanno tentato di rappresentare l’oscura realtà dell’essere un adolescente, anche se il merito dovrebbe essere dato anche a Skins, che ha debuttato contemporaneamente a Gossip Girl e ha presentato una versione non “riverniciata” dell’adolescenza.

La nuova serie intende esplorare come i social media hanno cambiato il panorama di New York, in particolare il circolo d’élite. È un’angolazione interessante e probabilmente inevitabile, considerando che l’originale coinvolgeva un blog che non solo ha influenzato i suoi personaggi e trama ma alla fine sono diventati loro. Gossip Girl è stato, in qualche modo, in anticipo sui tempi per il suo complesso esame di come la tecnologia può dettare le azioni delle persone al punto da controllare le loro intere vite. Dal 2007, quando Gossip Girl è stato presentato, i social media sono diventati così intrecciati con la vita reale da essere quasi indistinguibili da essa. Laddove la vecchia serie tv si basava sui suggerimenti di fonti in natura, il suo nuovo avatar dovrà solo seguire gli account dei social media dei suoi soggetti per scoprire cosa stanno nascondendo.

LEGGI ANCHE: 7 curiosità su Ed Westwick, il Chuck Bass di Gossip Girl

Written by Silvia Nunnari

Ho deciso che fra una serie televisiva ed un'altra, sorseggiando vino con Cercei Lannister ed Olivia Pope, di riempire il web con la mia scrittura.

Lucifer 6

Lucifer 6: l’ultima stagione avrà molti meno episodi del previsto

Black-ish: presto un nuovo spin-off con Laurence Fishburne e Jenifer Lewis