in ,

Gwendoline Christie la tocca piano: «Dopo il finale di Game of Thrones andrete in terapia»

Poco più di quattro mesi al finale di Game of Thrones. O meglio, poco più di quattro mesi è il tempo che vi resta a disposizione per la ricerca di un buon terapista.
Stando a quanto ha recentemente affermato l’attrice Gwendoline Christie (interprete della granitica guerriera dell’isola di Tarth, Brienne), il finale della serie metterà a dura prova la nostra stabilità emotiva.
Lo ha riferito in un’intervista a E! News, in occasione del red carpet per la premiere del nuovo film Benvenuti a Marwen nel quale reciterà una parte.

Alla richiesta di dettagli circa il finale di serie di Game of Thrones, Gwendoline avrebbe scherzosamente risposto: “vi servirà un terapista”, affermazione alla quale è seguita la pronta domanda della giornalista, che è stata “quindi qualcuno morirà?”.
È allora che l’attrice ha esposto chiaramente il suo pensiero su quello che si preannuncia essere un finale sconvolgente:

Penso solo che la fine dello show manderà tutti in cerca dell’aiuto di un professionista. Credo che mi colpirà emotivamente. Siamo tutti colpiti emotivamente dal fatto che questa sia la fine di tutto, la fine di qualcosa di incredibilmente significativo per tutti noi. È stato davvero fantastico farne parte.

Gwendoline Christie ha saputo glissare molto abilmente le domande sulla fine del suo personaggio. Pur non potendo proferire parola, ha affermato di non essere dispiaciuta che le venga chiesto, e ha chiuso affermando che anche Janelle Monae (sua co-star nel suddetto film) è una grandissima fan di Game of Thrones, e a sua volta non si è sottratta dal porle “scomode” domande sul destino del suo personaggio, pur senza insistere.

Le persone sono sempre incredibilmente rispettose. Sanno che parte del tuo lavoro è proteggere i segreti della serie, quindi non ci provano mai insistentemente.

Com’è solito in queste circostanze, non resta che attendere.
Ma almeno stavolta non ci sarà da restare fermi a girarsi i pollici: restano quattro mesi per trovare un buon terapista disponibile.

LEGGI ANCHE – Game of Thrones: per sopravvivere devi essere astuto e donna. Lo dice la scienza

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Ellen Pompeo rivela: «Io e Patrick Dempsey non ci parliamo da anni». E poi si infuria su Twitter

How I Met Your Mother

I 5 (+1) buchi di trama più mastodontici di How I Met Your Mother