in

Game of Thrones, Nikolaj Coster-Waldau ha quasi firmato la petizione per il nuovo finale

Nikolaj Coster-Waldau, l’attore danese noto per aver interpretato il sardonico e combattuto Jaime Lannister in Game of Thrones, era ansioso di vedere il suo ultimo debutto in anteprima al South by Southwest lo scorso marzo. In “The Silencing”, Coster-Waldau è un cacciatore solitario che vive nel bosco, alle prese con la scomparsa – e probabilmente l’omicidio – di sua figlia.

Ma pochi giorni prima della premiere, il festival del cinema in Texas è stato annullato a causa dei casi di coronavirus che hanno travolto gli Stati Uniti. Più tardi, in primavera, Coster-Waldau sarebbe dovuto salire sul palco di Los Angeles, in un adattamento di “Macbeth” al Geffen Playhouse. Invece, è stato in autoisolamento con la sua famiglia in Danimarca, lavorando alla sua nuova compagnia – Ill Kippers Productions, con lo scrittore Joe Derrick.

game of thrones 8

Durante questa intervista su Variety sono state poste tante domande all’attore e alcune riguardano proprio il suo ruolo in Game of Thrones. Alla domanda “In che modo “Game of Thrones” ha cambiato la tua carriera per permetterti di produrre i tuoi progetti?” lui risponde:

“E’ tutto qui. Ci ha dato un po’ di slancio quando si è trattato di queste cose. C’è qualcosa di semplice e divertente nel creare qualcosa da soli. Anch’io recito da trent’anni e lo adoro. Mi piace usare questa esperienza e stare sempre più dietro la macchina da presa. Immagino che, per rispondere alla tua domanda, essere nel più grande spettacolo dell’epoca non faccia male a quel tipo di sforzo.”

Conosciamo più o meno tutti la fine che fa Jaime nell’ultima stagione della serie HBO. E infatti, una domanda riguarda proprio le voci. L’attore non tarda a rispondere:

“Non l’ho seguito per niente. Ovviamente ne ho sentito parlare. Ero a conoscenza della petizione per un nuovo finale, che ho trovato esilarante. Volevo quasi firmare quella petizione. La HBO diceva: “Hai ragione, tante persone lo vogliono, lo faremo”. Credo che ognuno avesse la propria opinione. Trovo il mondo del fandom davvero interessante. Tutti volevano qualcosa di specifico e diverso da quello che hanno ottenuto. Ho vissuto con questo per otto stagioni. C’è ancora un’enorme comunità dedicata a “Game of Thrones”. Credo che ci fosse una vera e propria paura che stava per svanire. Doveva finire.”

LEGGI ANCHE – Game of Thrones: ecco il TRAILER UFFICIALE del gioco Tale of Crows!

Written by Lidia Maltese

In questa timeline sono una serie tv addicted che nel tempo libero finge di essere una studentessa universitaria.

Stranger Things

Stranger Things potrebbe concludersi con un film

5 Serie Tv dove il personaggio principale perde la vita