in

E.R. – George Clooney dichiara: «Vedere la serie con mia moglie? Un disastro per il matrimonio»

E.R.
E.R.

E.R. – Medici in prima linea è stato uno dei medical drama più amati nella storia delle serie tv: ha anche lanciato la carriera di George Clooney, che proprio nella veste di dottore si è fatto conoscere come sex symbol e come attore. Nonostante non possa vantare un protagonista carismatico e cinico come Gregory House (in questo articolo abbiamo immaginato una schermaglia tra lui e Perry Cox di Scrubs), e non possa vantare le sue denunce (ve ne abbiamo parlato in questo articolo), E. R. resta comunque una delle serie fondamentali per la nostra cultura medica e seriale, anche se ormai il suo posto è stato preso da show più moderni come Grey’s Anatomy.

Ora George Clooney ha all’attivo decine di film come attore e regista e i tempi di E.R. – Medici in prima linea sembrano lontanissimi. Ma i ricordi sono tornati prepotentemente in occasione della reunion virtuale del cast, avvenuta lo scorso giovedì. George Clooney, Julianna Margulies e diversi altri ex attori di E.R. sono apparsi su Stars in the House per portare ai fan un po’ di nostalgia per il longevo dramma medico della NBC.

Proprio in occasione della reunion, George Clooney ha confessato che aver visto E.R. con la moglie Amal gli ha causato dei problemi. La moglie non aveva idea che il suo personaggio nella serie, il dottor Doug Ross, fosse così spregiudicato.

“Vedere la serie con mia moglie è stato davvero disastroso per me perché avevo dimenticato tutte le cose terribili che ho fatto nei panni del Dottor Ross. Mia moglie ha cominciato a dire, ‘Hai davvero fatto questo? Nella stagione 3 finalmente ti accasi con l’Infermiera Hathaway? Per il mio matrimonio si è rivelato un disastro.”

George Clooney ha anche rievocato i primi tempi dello show, quando ancora non era diventato un successo. Dopo una serie di fallimenti in prima serata, Clooney sapeva che prima o poi E.R. avrebbe sfondato.

“Ricordo quando eravamo nel backstage – a Julianna non era permesso essere lì, perché [Carol] doveva essere morta – e hanno mostrato [il trailer]. Sapevamo che la fascia oraria era fantastica, perché c’erano stati solo due spettacoli in 16 anni in quella fascia oraria … e all’improvviso abbiamo pensato tutti: ‘Oh, lavoreremo per un po’”.

Avendo creduto che Carol fosse morta nel pilot, Julianna Margulies non contava di comparire ancora in E.R.. Aveva già fatto due episodi di Homicide: Life on the Street, ed era pronta a fare alto, fino a quando Clooney le ha fatto cambiare idea:

“George mi ha chiamato e ha detto, ‘Se stai pensando di accettare un altro lavoro, ti esorto non farlo. Penso che nei prossimi due giorni ti potrebbe essere offerto un ruolo regolare nella serie. ‘ E ho detto: “Ma sono morta, come funziona?” … Una settimana dopo, hanno chiamato e hanno detto: “Ti renderemo una presenza regolare nella serie”.

Julianna Margulies ha anche ricordato quando Quentin Tarantino venne sul set di E.R. a dirigere un episodio:

“Quando Quentin Tarantino è venuto a dirigerci, era così grande fan della serie. Ha fatto solo una ripresa, quindi non hanno avuto la possibilità di modificare. Provavamo, provavamo, provavamo, facevamo una ripresa e lui diceva: “OK, andiamo avanti”. E ho detto: “Perché lo fai?” E lui ha risposto: “Sarà il mio taglio, qualunque cosa accada”.

E.R. – Medici in prima linea ha anche avuto il merito di essere una delle serie che più ha contribuito a demolire gli stereotipi sull’HIV. Ecco le parole di Clooney in merito:

“La gente dimentica, era il 1995. Le persone stavano ancora facendo i conti con Magic Johnson … Le persone avevano paura di toccarsi a vicenda, ed erano spaventate … Stava rendendo le persone dei paria in qualche modo, e tu interpretavi un personaggio che diceva, ‘Sto andando a vivere la mia vita nonostante questo. Ho pensato che fosse fantastico guardare uno show che avrebbero potuto vedere 40 milioni di persone”.

Avendolo rivisto con la moglie, George Clooney ha avuto modo di apprezzare ulteriormente E.R.:

“Devo dire che è un notevole pezzo di televisione. Non credo che potrebbe esistere ora una serie del livello di E.R.”.

Scritto da Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

Dexter 9

Dexter 9 – L’inquietante “ritorno alla natura” nel nuovo TEASER TRAILER ufficiale

Diavoli 2 – Iniziano le riprese: Alessandro Borghi e Patrick Dempsey sul set [FOTO]