in

Tutti i premi degli Emmy Awards 2017

Nella notte tra il 17 e il 18 settembre è andata in scena la 69° edizione degli Emmy Awards, la cerimonia che assegna ogni anno i premi alle nostre amate Serie Tv. Tutti noi ci chiedevamo chi l’avrebbe spuntata tra Netflix e HBO, che avrebbero dovuto spartirsi tutti i premi più importanti, ma alla fine a trionfare è stata soprattutto Hulu, grazie alla sua Handmaid’s Tale (Serie Tv distopica che vi abbiamo consigliato in questo articolo).

Serie Tv

Il drama tratto dal romanzo di Margaret Atwood ha conquistato l’Emmy per la migliore Serie Tv, miglior sceneggiatura e miglior regia, oltre ad aver vinto due premi individuali, tra cui miglior attrice protagonista (grazie alla bravissima Elizabeth Moss).

Con l’assenza della sua punta di diamante – Game of Thrones, esclusa dalle nomination in quanto non andata in onda tra il 1 giugno 2016 e il 30 maggio 2017 – la HBO ha dominato tra le miniserie, grazie a Big Little Lies.

Niente da fare per la favoritissima Westworld, la Serie Tv con più nomination (22) e rimasta clamorosamente a secco (eccetto alcuni premi tecnici, assegnati off screen). La disfatta della Serie di Nolan ha suscitato talmente scalpore che anche il nostro gruppo sulle Serie Tv ci si è sbizzarrito, in occasione del #mememonday:

emmy awards westworld

A seguire ecco la lista completa dei vincitori agli Emmy Awards 2017.

Miglior Serie drammatica:

“The Handmaid’s Tale” (Hulu)
“Better Call Saul” (AMC)
“The Crown” (Netflix)
“House of Cards” (Netflix)
“Stranger Things” (Netflix)
“This Is Us” (NBC)
“Westworld” (HBO)

Miglior Serie comedy:

“Veep” (HBO)
“Atlanta” (FX)
“Black-ish” (ABC)
“Master of None” (Netflix)
“Modern Family” (ABC)
“Silicon Valley” (HBO)
“Unbreakable Kimmy Schmidt” (Netflix)

Miglior miniserie:

“Big Little Lies” (HBO)
“Fargo” (FX)
“Feud: Bette and Joan” (FX)
“The Night Of” (HBO)
“Genius” (National Geographic)

Miglior film per la Tv:

“Black Mirror: San Junipero” (Netflix)
“Dolly Parton’s Christmas Of Many Colors: Circle Of Love” (NBC)
“The Immortal Life Of Henrietta Lacks” (HBO)
“Sherlock: The Lying Detective (Masterpiece)” (PBS)
“The Wizard Of Lies” (HBO)

Miglior attore protagonista in una Serie drammatica:

Sterling K. Brown (“This Is Us”)
Anthony Hopkins (“Westworld”)
Bob Odenkirk (“Better Call Saul”)
Matthew Rhys (“The Americans”)
Liev Schreiber (“Ray Donovan”)
Kevin Spacey (“House of Cards”)
Milo Ventimiglia (“This Is Us”)

Miglior attrice protagonista in una Serie drammatica:

Elisabeth Moss (“The Handmaid’s Tale”)
Viola Davis (“How to Get Away with Murder”)
Claire Foy (“The Crown”)
Keri Russell (“The Americans”)
Evan Rachel Wood (“Westworld”)
Robin Wright (“House of Cards”)

Miglior attore protagonista in una Serie comedy:

Donald Glover (“Atlanta”)
Anthony Anderson (“black-ish”)
Aziz Ansari (“Master of None”)
Zach Galifianakis (“Baskets”)
William H. Macy (“Shameless”)
Jeffrey Tambor (“Transparent”)

Miglior attrice protagonista in una Serie comedy:

Julia Louis-Dreyfus (“Veep”)
Pamela Adlon (“Better Things”)
Tracee Ellis-Ross (“black-ish”)
Jane Fonda (“Grace and Frankie”)
Lily Tomlin (“Grace and Frankie”)
Allison Janney (“Mom”)
Ellie Kemper (“Unbreakable Kimmy Schmidt”)

Miglior attore protagonista in una miniserie:

Riz Ahmed (“The Night Of”)
Benedict Cumberbatch (“Sherlock: The Lying Detective”)
Robert De Niro (“The Wizard of Lies”)
Ewan McGregor (“Fargo”)
Geoffrey Rush (“Genius”)
John Turturro (“The Night Of”)

Miglior attrice protagonista in una miniserie:

Nicole Kidman (“Big Little Lies”)
Carrie Coon (“Fargo”)
Felicity Huffman (“American Crime”)
Jessica Lange (“Feud”)
Susan Sarandon (“Feud”)
Reese Witherspoon (“Big Little Lies”)

Miglior attore non protagonista in una Serie drammatica:

John Lithgow (“The Crown”)
Jonathan Banks (“Better Call Saul”)
Mandy Patinkin (“Homeland”)
Michael Kelly (“House of Cards”)
David Harbour (“Stranger Things”)
Ron Cephas Jones (“This Is Us”)
Jeffrey Wright (“Westworld”)

Miglior attrice non protagonista in una Serie drammatica:

Ann Dowd (“The Handmaid’s Tale”)
Samira Wiley (“The Handmaid’s Tale”)
Uzo Aduba (“Orange Is the New Black”)
Millie Bobby Brown (“Stranger Things”)
Chrissy Metz (“This Is Us”)
Thandie Newton (“Westworld”)

Miglior attore non protagonista in una Serie comedy:

Alec Baldwin (“Saturday Night Live”)
Louie Anderson (“Baskets”)
Ty Burrell (“Modern Family”)
Tituss Burgess (“Unbreakable Kimmy Schmidt”)
Tony Hale (“Veep”)
Matt Walsh (“Veep”)

Miglior attrice non protagonista in una Serie comedy:

Kate McKinnon (“Saturday Night Live”)
Vanessa Bayer (“Saturday Night Live”)
Leslie Jones (“Saturday Night Live”)
Anna Chlumsky (“Veep”)
Judith Light (“Transparent”)
Kathryn Hahn (“Transparent”)

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film per la Tv:

Alexander Skarsgård (“Big Little Lies”)
Bill Camp (“The Night Of”)
Alfred Molina (“Feud: Bette and Joan”)
David Thewlis (“Fargo”)
Stanley Tucci (“Feud: Bette and Joan”)
Michael K. Williams (“The Night Of”)

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film per la Tv:

Laura Dern (“Big Little Lies”) 
Judy Davis (“Feud: Bette and Joan”)
Jackie Hoffman (“Feud: Bette and Joan”)
Regina King (“American Crime”)
Michelle Pfeiffer (“The Wizard of Lies”)
Shailene Woodley (“Big Little Lies”)

Miglior regia per una Serie drammatica:

Reed Morano (“The Handmaid’s Tale”)
Vince Gilligan (“Better Call Saul”)
Stephen Daldry (“The Crown”)
Kate Dennis (“The Handmaid’s Tale”)
Lesli Linka Glatter (“Homeland”)
The Duffer Brothers (“Stranger Things”)
Jonathan Nolan (“Westworld”)

Miglior regia per una Serie comedy:

Donald Glover (“Atlanta”)
Jamie Babbit (“Silicon Valley”)
Mike Judge (“Silicon Valley”)
Morgan Sackett (“Veep”)
David Mandel (“Veep”)
Dale Stern (“Veep”)

Miglior regia per una miniserie, film per la Tv o speciale drammatico:

Jean-Marc Vallee (“Big Little Lies”)
Noah Hawley (“Fargo”)
Ryan Murphy (“Feud: Bette & Joan”)
Ron Howard (“Genius”)
James Marsh (“The Night Of”)
Steve Zaillian (“The Night Of”)

Miglior sceneggiatura per una Serie drammatica:

Bruce Miller (“The Handmaid’s Tale”)
Joe Weisberg and Joel Fields (“The Americans”)
Gordon Smith (“Better Call Saul”)
Peter Morgan (“The Crown”)
The Duffer Brothers (“Stranger Things”)
Lisa Joy and Jonathan Nolan (“Westworld”)

Miglior sceneggiatura per una Serie comedy:

Aziz Ansari and Lena Waithe (“Master of None”)
Donald Glover (“Atlanta”)
Stephen Glover (“Atlanta”)
Alec Berg (“Silicon Valley”)
Billy Kimball (“Veep”)
David Mandel (“Veep”)

Miglior sceneggiatura per una miniserie, film per la Tv o speciale drammatico:

Charlie Brooker (“Black Mirror: San Junipero”)
David E. Kelley (“Big Little Lies”)
Noah Hawley (“Fargo”)
Ryan Murphy (“Feud: Bette and Joan”)
Jaffe Cohen, Michael Zam and Ryan Murphy (“Feud: Bette and Joan”)
Richard Price and Steven Zaillian (“The Night Of”)

 

Leggi anche – Big Little Lies: le bugie hanno vita breve

Written by Vincenzo Di Somma

Il mio primo incontro con le serie TV avviene in tenera età quando scopro X-Files. Da lì nascono le mie tre domande esistenziali: siamo soli nell'universo? Diventerò mai figo come Duchovny? Smetterò di avere paura della sigla? Oggi come allora le risposte sono no, no e no.

Game of thrones

Cosa è andato storto nella settima stagione di Game of Thrones

Dwight

L’ultima riga delle favole