in

7 pessime notizie sulle Serie Tv

elite 4

Élite 4 è solo una delle tante serie tv di cui vi parleremo oggi nella nostra consueta rubrica delle 7 peggiori notizie della settimana. Un attore del cast di Élite 4 infatti ha raccontato quanto sia stato difficile per lui girare una scena della criticatissima nuova stagione. Ma parleremo anche dell’ennesimo scandalo dal quale è stato travolto Disney Channel: un attore è stato accusato di aver mandato materiale inappropriato a una minorenne. Inoltre vi aggiorneremo su Allison Mack, la star di Smallville, che rischiava di essere condannata a quindici anni di carcere. E oltre a parlare della cancellazione di un’amata comedy della NBC, leggeremo anche le parole di Noah Hawley che in intervista ha parlato del destino di Fargo.

ALLISON MACK, L’ATTRICE DI SMALLVILLE È STATA CONDANNATA A TRE ANNI DI CARCERE PER TRAFFICO SESSUALE

Ieri il giudice ha pronunciato il verdetto e ha condannato l’attrice di Smallville a 3 anni di carcere per traffico sessuale. Allison Mack era stata accusata nel 2018 di aver reclutato delle donne per conto di Keith Raniere, il fondatore della NXIVM, una setta statunitense dedita al traffico sessuale. Le donne che finivano nella rete del NXIVM erano trattate come delle bestie: venivano marchiate in riti di iniziazione, erano rinchiuse in gabbia e dovevano soddisfare sessualmente Raniere. E pare che in passato Mack abbia cercato di adescare anche l’attrice Emma Watson nella sua rete, cercando di far leva sul suo spirito umanitario. Se Keith Raniere è stato condannato a 120 anni di carcere, Allison Mack invece dovrà scontare la sua pena per tre anni. Il procuratore aveva chiesto al giudice un trattamento più clemente per l’attrice, dato che aveva aiutato le indagini e pare che sia stato ascoltato. Nei giorni scorsi Allison Mack aveva rilasciato una dichiarazione in cui si scusava per quanto aveva commesso:

“Ora è di fondamentale importanza per me dire, dal profondo del mio cuore, che mi dispiace così tanto. Mi sono buttata negli insegnamenti di Keith Raniere con tutto quello che avevo. Credevo, con tutto il cuore, che le sue parole mi stessero portando a una versione migliore e più illuminata di me stessa. Ho dedicato a lui la mia lealtà, le mie risorse e, in definitiva, la mia vita. Questo è stato il più grande errore e rimpianto della mia vita“.

LA SERIE GOOD GIRLS È STATA UFFICIALMENTE CANCELLATA DALLA NBC

La NBC ha svelato di aver deciso di non rinnovare per una nuova stagione alcuni dei suoi show, tra cui Manifest e Good Girls, per investire su nuovi e più interessanti progetti. I fan speravano che la piattaforma di streaming Netflix potesse salvare queste serie come aveva già fatto con Lucifer, ma ora abbiamo avuto la conferma che questo non accadrà. Con un cast tutto al femminile (Christina Hendricks, Retta e Mae Whitman) Good Girls ruota intorno a tre madri di Detroit che non sanno come sbarcare il lunario. Le tre donne, essendo quindi in grande difficoltà economica, decidono di collaborare con una banda di gangster e di lanciarsi in un’attività di riciclaggio di denaro. Le attrici, quando è stata comunicata la notizia, hanno commentato con un meme la cancellazione della serie. L’avventura delle tre donne finirà con gli ultimi episodi della quarta stagione che andranno in onda nelle prossime settimane.

KYLE MASSEY, IL PROTAGONISTA DI CORY ALLA CASA BIANCA, È STATO ACCUSATO DI AVER INVIATO DEL MATERIALE INAPPROPRIATO A UNA MINORE

Un’altra brutta faccenda colpisce una giovane star della Disney: l’attore Kyle Massey, noto per aver recitato in That’s So Raven e nello spin-off Cory alla Casa Bianca, è stato colpito da un’accusa molto pesante. Una ragazza di 13 anni ha, infatti, dichiarato che l’attore le avrebbe inviato del materiale inappropriato e le avrebbe fatto delle avances. Secondo quanto riportato da Variety la giovane avrebbe sporto denuncia contro l’attore al tribunale della contea di King il 14 giugno. La ragazzina avrebbe raccontato di essersi messa in contatto con Kyle perché voleva entrare nel mondo dello spettacolo e partecipare a un eventuale reboot di Cory Alla Casa Bianca. L’attore si sarebbe rivolto a lei come una figura paterna e si sarebbe anche offerto di ospitarla a casa sua, mentre la giovane cercava una nuova sistemazione a Los Angeles. A un certo punto Kyle avrebbe cominciato però a mandarle foto, video e audio sessualmente espliciti. Kyle ha respinto tutte le accuse, ma la madre della ragazza ha assicurato di aver salvato su un CD tutto il materiale che ha mandato alla ragazza. La polizia sta indagando su questa triste vicenda.

SAILOR MOON FA INFURIARE IL GIAPPONE CON UN TWEET SULLE OLIMPIADI

In occasione delle Olimpiadi che stanno per partire in Giappone sono stati scelti come ambasciatori i protagonisti dei più famosi anime giapponesi. Nei giorni scorsi quindi sono comparsi numerosi tweet in cui alcuni personaggi degli anime, come Naruto o Goku, pubblicizzavano l’attesa manifestazione sportiva. È stato travolto dalle polemiche però il messaggio di incoraggiamento di Sailor Moon. Il tweet comparso sulla pagina della Japanese Olympic Committee recitava: “Mi auguro di vedere le medaglie risplendere sui petti di tutti come la luna piena”. Il messaggio si chiudeva con Ganbare Nippon, un’esclamazione diretta agli atleti giapponesi.

I fan dell’anime non hanno però affatto gradito questa originale mossa pubblicitaria e hanno aspramente criticato il tweet. C’è stato chi ha ritenuto antisportivo questo messaggio, dato che gli organizzatori hanno usato l’eroina per tifare esclusivamente per i Giapponesi. Altri, che sono preoccupati per le conseguenze che le Olimpiadi potrebbero avere sull’aumento dei casi di Covid-19, hanno sottolineato che le medaglie non sono più importanti della vita delle persone. Ad ogni modo il messaggio di Sailor Moon è stato sommerso di decine commenti negativi in poche ore. “Sailor Moon non direbbe quelle cose. I personaggi degli anime sono usati per promuovere le Olimpiadi solo per fare il tifo per il Giappone? Non dovrebbero essere per tutti?” ha scritto ad esempio un utente. Chissà se il potere della luna difenderà Sailor Moon anche dagli hater.

FARGO: NOAH HAWLEY ANNUNCIA CHE LA QUINTA STAGIONE POTREBBE ESSERE L’ULTIMA

Noah Hawley, lo showrunner della celebrata serie Fargo, ha affermato in un’intervista rilasciata a Vanity Fair che sta pensando di chiudere la serie tv con la quinta stagione. A un giornalista che gli ha chiesto se ci sarebbe stata una nuova stagione della serie ispirata al film dei fratelli Coen ha detto:

“Sì. Credo di sì. Non ce l’ho ancora ma ho in testa diversi pezzi da incastrare e che non sono ancora collegati. Penso che sarebbe bello creare un finale e arrivare deliberatamente a qualcosa, sapendo che è l’ultimo e vedere come si potrebbe concludere questa antologia.”

Dopo aver lavorato diversi anni a questo show, che ha dato a Hawley molte soddisfazioni, è più che comprensibile che voglia chiudere la serie e lanciarsi in un nuovo progetto. E le offerte non gli mancano affatto: in questo periodo sta lavorando ad esempio al nuovo film di Star Trek e anche alla nuova serie tv Alien. Inoltre è molto probabile che voglia mettere la parola fine alla serie tv Fargo, prima che la qualità della serie tv possa calare (come ha fatto in passato anche con Legion). In ogni caso la nuova stagione non arriverà prima del 2022, dato che al momento Hawley è troppo impegnato in altri progetti per potersi sedere alla scrivania e scrivere il grandioso finale che questo gioiellino di serie merita.

LISA KUDROW RICORDA QUANDO FU LICENZIATA DALLA SERIE FRASIER

Probabilmente in pochi sanno che la talentuosa Lisa Kudrow, prima di entrare nel cast della fortunata sitcom Friends, avrebbe dovuto recitare in un’altra pietra miliare delle serie comedy. L’attrice, infatti, era stata scelta per interpretare il ruolo della produttrice radiofonica Roz Doyle in Frasier. Ma poco prima che fosse girato il pilot dello spin-off di Cheers, Lisa fu licenziata dallo show. Quella fu una semplice battuta d’arresto nella sua carriera che poi è esplosa fortunatamente un paio di anni dopo grazie a Friends. In un’ intervista rilasciata al The Howard Stern Show l’attrice ha ricordato le motivazioni per cui era stata licenziata:

“Non ero giusta per la parte o non avevo la giusta chimica con il resto del gruppo. Quindi non funzionava, ma ho pensato, ‘Oh, non sono la persona adatta per questa parte’.”

Anche se allora ci era rimasta molto male per aver perso questa grande opportunità, ora riconosce che il regista ci aveva visto giusto. A vestire i panni di Roz Doyle poi è stata Peri Gilpin che ha saputo interpretare magnificamente il personaggio. E Lisa ha trovato poi un ruolo più congeniale a lei e in cui poter brillare grazie a Phoebe Buffay. Tutto è bene quel che finisce bene.

ÉLITE 4: MANU RÌOS PARLA DELLA SCENA DI SESSO CHE HA DOVUTO GIRARE: “STAVO DANDO DI MATTO”

L’attore Manu Rìos, che si è distinto di recente nel cast di Élite 4, ha parlato in un’intervista dell’enorme disagio che ha provato mentre girava una scena della serie tv. Per giorni non si è fatto altro che parlare sui social di una scena intima di Élite 4 che lo vedeva protagonista e che è stata giudicata dagli spettatori troppo spinta. Ora è stato proprio l’attore e influencer spagnolo a commentare la discussa sequenza di Élite 4. Ha raccontato:

Quello è stato esattamente il mio primo giorno di riprese, quindi potete immaginare… stavo dando di matto! Ma il team mi ha reso le cose facili: erano empatici, accoglienti e trattavano tutto con molta delicatezza. Anche i miei colleghi mi hanno rassicurato molto, quindi quando abbiamo iniziato a girare la scena ero già molto consapevole che si trattava solo di una parte, di un ruolo. Quando ho perso la vergogna e la modestia, mi sono anche divertito. Ma sì, è stato difficile, perché sono abbastanza timido.

In effetti è stato molto sfortunato dato che si è ritrovato a dover girare una scena molto impegnativa proprio nel suo primo giorno di riprese. Non stentiamo a credere che per un ragazzo timido come lui possa essere stato difficile all’inizio calarsi in quella situazione, ma fortunatamente la troupe lo ha aiutato a superare quella difficoltà. E a voi è piaciuta Élite 4?

Scritto da Marilisa Di Maio

Classe 95, laureata in "Lettere Classiche". Adoro le serie comedy e i dramma che ti strappano il cuore, senza alcuna via di mezzo. Il mio sogno sarebbe quello di avere la motivazione e l'ottimismo di Leslie Knope, ma mi sveglio ogni mattina con la stessa voglia di vivere di April Ludgate...

Amazon Prime Video: tutte le novità in arrivo questa settimana (5 giugno – 11 giugno)

generazione 56k

Generazione 56k – La recensione della nuova serie italiana di Netflix con i The Jackal