in

Connecting: ecco il trailer della nuova serie che ironizza sul lockdown!

Il Coronavirus non ha determinato solo la cancellazione, il rinvio o lo stop forzato di molte serie tv, ma ha funzionato anche da propellente per la creatività. Ne è la prova la nascita di Connecting, la serie comedy prodotta da NBC che ironizza sul lockdown e in particolar modo sulle conseguenze del distanziamento sociale nei rapporti tra amici.

Connecting, prodotta dall’ideatore di Blindspot Martin Gero, è ambientata in una città americana nel pieno della quarantena, in cui un gruppo di amici, costretto dall’emergenza sanitaria a rimanere ognuno nelle proprie case, utilizza le videochiamate per tenersi in contatto.

E chi non l’ha fatto, nel periodo in cui tutta l’Italia era in quarantena e vedere i propri amici era impossibile? Se anche voi vi rivedete in questa situazione, questa potrebbe essere la comedy che fa per voi.

Lo stesso Martin Gero ha dichiarato che spera che molti si rivedano in questa serie:

Vogliamo che le persone si sentano riconosciute e che le loro esperienze siano rappresentate in televisione in modo catartico

Il produttore esecutivo della serie la descrive così:

Parla di come di esserci gli uni per altri anche quando non puoi esserci fisicamente.

La particolarità di Connecting, oltre all’argomento decisamente attuale, è anche la sua realizzazione: in pieno spirito di rispetto delle regole di distanziamento sociale e quarantena, tutta la serie è stata girata a distanza. Gli attori sono ripresi ognuno nella propria casa, rendendo decisamente realistica la situazione e facendo di questa serie un interessante esperimento sociale. Proprio questa modalità di realizzazione ha consentito alla produzione di debuttare quest’anno, in controtendenza rispetto alle serie tradizionali.

Altre serie con argomento il Coronavirus e la quarantena sono Social Distance dell’ideatrice di Orange Is the New Black Jenji Kohan, in uscita per Netflix, Love in the Time of Corona della co-ideatrice di Good Trouble Joanna Johnson per Freeform e Staged con le star di Good Omens David Tennant e Michael Sheen per BBC.

Leggi anche – Bryan Cranston ha avuto il Coronavirus: «Ora sto bene, sono stato fortunato»

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

The Boys 2 – Lo showrunner sulle critiche al programma di rilascio: «Scelta creativa»

Non dirlo al mio capo 3

Non dirlo al mio capo 3 si farà? Cast, trama, tutto quello che c’è da sapere