in

Britney Spears verso la libertà: il padre rinuncia a essere il suo tutore legale?

Britney Spears
Britney Spears

La nostra amata Britney Spears ha compiuto un passo verso la libertà: dal 2008, quando ha avuto quel terribile esaurimento nervoso, la popstar comparsa in numerosi episodi di serie tv (anche se Neil Patrick Harris non voleva che Britney Spears recitasse in How I Met Your Mother) e con molti documentari a lei dedicati (qui trovate la nostra recensione di Framing Britney Spears) vive in un incubo. Suo padre Jamie, nominato suo tutore legale dopo che la popstar era stata dichiarata incapace di auto determinarsi, controlla ogni aspetto della sua vita: dall’amministrazione del suo patrimonio alla volontà di avere figli alle uscite con il suo fidanzato, costringendola ad assumere farmaci psicotropi contro la sua volontà. La sua vicenda negli scorsi mesi era tornata in auge perché si avvicinava la data del processo che avrebbe visto la popstar chiedere al giudice di poter uscire dalla custodia paterna e scegliersi un tutore più permissivo. L’udienza è andata male per Britney Spears, nonostante il supporto dei fan: ma ora, a sorpresa, il padre ha fatto un passo indietro, annunciando di rinunciare a essere il suo tutore.

Il padre di Britney Spears ha accettato di dimettersi dalla carica di tutore della cantante, impegnandosi a partecipare a una “transizione ordinata” verso un nuovo accordo legale. L’avvocato della pop star ha detto che è stata “una grande vittoria per Britney Spears e un altro passo verso la giustizia”. Tuttavia, l’avvocato di Jamie Spears ha insistito sul fatto che “non c’erano motivi effettivi” per lui per fare un passo indietro e non ha dato una scadenza chiara per quando avrebbe rinunciato al suo ruolo.

Nei documenti del tribunale depositati giovedì in risposta alla petizione della star, l’avvocato di Spears padre ha affermato che sarebbe “in grado di farsi da parte” quando alcune questioni saranno state risolte e “quando sarà il momento”. Il padre di Britney Spears, afferma il documento di 15 pagine, “intende lavorare con il tribunale e il nuovo avvocato di sua figlia per prepararsi a una transizione ordinata verso un nuovo tutore”.

L’avvocato del padre ha detto che non credeva che “una battaglia pubblica con sua figlia sarebbe stata nel suo interesse” e che era stato “il bersaglio incessante di attacchi ingiustificati”. La risposta di Jamie Spears alla petizione di sua figlia è stata accolta con favore dall’avvocato della popstar Mathew Rosengart, che l’ha definita una “rivendicazione” per la sua cliente. L’avvocato di Britney Spears ha dichiarato:

“Siamo lieti che Spears e il suo avvocato abbiano oggi ammesso che deve essere rimosso”.

L’avvocato ha accusato Jamie Spears di “attacchi vergognosi e riprovevoli” e ha detto che dovrebbe smettere di “fare false accuse”. Ha detto che il padre della cantante dovrebbe invece “rimanere in silenzio e farsi da parte immediatamente”. Il signor Rosengart ha aggiunto che continuerà un’indagine sulle azioni di coloro che sono coinvolti nella gestione del patrimonio di Britney Spears.

Alcuni dei sostenitori di Britney Spears, che hanno fatto una campagna per farle riconquistare l’autonomia sui suoi affari usando l’hashtag #FreeBritney, hanno però espresso scetticismo. L’attivista Leanne Simmons ha liquidato la mossa come “un’altra tattica di manipolazione”, mentre un altro fan ha detto che c’era “ancora molto lavoro da fare”.

Di sicuro si tratta di un passo in avanti per Britney Spears: un passo che, speriamo, la porti verso la libertà e la pace. Immaginate di non poter decidere del vostro corpo, di poter avere figli, di spendere i vostri soldi. Immaginate di essere costretti ad assumere farmaci che vi stordiscono o che vi eccitano, in modo da poter sostenere estenuanti tour. Immaginate di non essere liberi di poter uscire quando volete, con chi volete: l’ex “fidanzata d’America” non si merita questo, ma di essere aiutata e accompagnata in un percorso di riabilitazione mentale e psicologica. Speriamo che questo sia solo l’inizio di un processo verso la tanto agognata libertà per Britney Spears.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

5 comedy animate da guardare se sei stufo delle solite comedy animate

peaky blinders

Le 5 morti fake delle Serie Tv che hanno cambiato il corso degli eventi