in

Jessica Day, leggera come una piuma e libera come una libellula

New Girl
New Girl

C’è chi la odia e chi la ama. Sembra che con lei le mezze misure non ci siano. Appartenendo a quella parte di pubblico che immediatamente è stato conquistato dalla protagonista di New Girl, spezzo una lancia a favore di Jessica Day. Jess non è perfetta, per quanto a volte vorrebbe esserlo. Perché alla fine i difetti ci sono, è vero. Ma è proprio per questi che ci ha conquistati e grazie a essi il suo personaggio sembra molto più reale e nella sua imperfezione rompe molti stereotipi. Volteggiando su questi ultimi come una piuma leggiadra, facendosi beffa della normalità e delle consuetudini librandosi libera, quasi fosse una libellula.

Come scrive anche Italo Calvino, badate bene a non confondere la leggerezza con la superficialità: vuol dire essere in grado di planare sulle cose dall’alto, senza avere macigni sul cuore. E direi che in questo Jess riesce benissimo. Lei vive per davvero. Ogni sentimento che la investe lei lo assapora e lo trattiene finché non sente che è arrivato il momento di lasciarlo andare. Mostra tutte le sue sfaccettature, la gamma di emozioni che prova e di cui parla è sempre amplissima.

Non si lascia abbattere, come una piuma non riesci ad afferrarla e non puoi schiacciarla perché sospinta dal vento della vita. Lei danza in quel vento, si lascia condurre, cercando sempre di non perdere mai di vista le cose importanti.

new girl

Molto più di quello che può sembrare, Jess è libera nel senso più profondo del termine. Segue le sue regole, non scende a compromessi e va fiera di quello che è. Anche se questo equivale a essere imbarazzante o troppo entusiasta o sensibile. Ha un suo modo di pensare e di fare le cose. Certo, a volte tende a immischiarsi troppo, desiderosa di aiutare gli altri e convinta -forse eccessivamente – che il suo aiuto sia necessario e prezioso. E questo vuol dire anche che spesso si fa carico dei problemi di tutti, finendo per ignorare i propri. L’abbiamo detto: Jessica Day non è perfetta. È umana. E la tentazione di sfuggire al confronto, che sia con se stessi o con l’altro, è sempre molto forte. Così a volte si lascia convincere. Ma alla fine quando, volente e nolente, i problemi bussano alla sua porta, non si sottrae alle sue responsabilità, anzi. E sì, potrebbe finire col piangere, bere vino rosé e ascoltare Taylor Swift, ma questo non significa che non sia abbastanza forte o che sia una persona infantile.

La nostra new girl è così. È un turbinio di emozioni, di risate e soluzioni improbabili. Di affetto. Ma soprattutto di coraggio. Lei non ha mai paura di mostrarsi per quello che è davvero, consapevole di essere quella strana. Tiene al giudizio degli altri, vuole piacere, ma allo stesso tempo non è disposta a fingere di essere quello che non è, perché non c’è nulla di sbagliato in lei.

New Girl

Jess è l’emblema degli outsider. Non è popolare, anche se è estremamente socievole, e puntualmente quando prova a inserirsi finisce per fare o dire qualcosa di imbarazzante. Ma non si scoraggia di fronte ai rifiuti, con cui si scontra fin da piccola. Continua a inseguire i suoi sogni, continua a provarci. È in questo che dimostra la sua determinazione, in questo constatiamo quanto leggiadra lei si muova tra le difficoltà della vita che cercano in tutti i modi di piegare il suo spirito, vanamente.

Sfiora molti stereotipi, ma allo stesso tempo infrange le convenzioni: è una ragazza ingenua, che non ha paura di mostrare i suoi sentimenti, che anzi esterna anche troppo. Molto femminile e a tratti infantile, tanto da attirare delle critiche in seguito alla messa in onda dei primi episodi che l’accusavano di essere “una donna in vestito a pois troppo strana e fuori dagli schemi”. Ma l’obiettivo della creatrice era proprio quello di dare vita a una protagonista che fosse completamente diversa dai personaggi visti fino a quel momento e che non si adattasse a uno stampo.

Jess non doveva essere l’emblema di tutte le donne, doveva essere semplicemente se stessa.

Simbolo di questa diatriba è l’episodio Jess & Julia, l’undicesimo della prima stagione di New Girl. Un episodio dove la ragazza di Nick, tipica donna forte in carriera, abile nel nascondere i suoi segreti, che non amava Jess nel suo essere così spontanea e femminile. Alla fine dell’episodio, però, entrambe cercano di comprendere le motivazioni l’una dell’altra e riescono ad andare d’accordo. Malgrado le contestazioni a lei mosse, la signorina Day è rimasta fedele a se stessa, non è mai scesa a compromessi, non si è mai adattata standard convenzionali.

E nonostante qualche sbaglio, è proprio in questo che dà prova della sua libertà e del rispetto che ha per ste stessa: amandosi per quella che è. Sempre e comunque.

LEGGI ANCHE – New Girl: ma alla fine dei conti quanto erano compatibili Jessica Day e Nick Miller?

Written by Carolina Avagliano

Ogni giorno mi rifugio in mondi sconosciuti così, episodio dopo episodio e pagina dopo pagina, i colori di quegli universi e di quelle storie inondano le mie giornate.

Serie Tv 2021

10 nuove Serie Tv in arrivo nel 2021 che sono già dei successi annunciati

Hausen 1×01/1×02 – L’infelicità che fa paura