in

Chi era Ursula Corberò prima di diventare Tokyo?

Ursula

La voce fuori campo di Tokyo che commenta (a volte anche in modo abbastanza inutile) tutto quello che vediamo è uno degli aspetti di La Casa de Papel che ti rimane in testa. Tokyo diventa il narratore che ci porta in tutti i momenti di questa Serie Tv folli fino alla fine. Inoltre, la prima volta che ho visto un poster di La Casa de Papel la prima cosa che ho notato – ancora prima delle famigerate maschere di Salvador Dalì – è proprio il viso di Tokyo, o meglio di Ursula Corberò in primo piano. Quello che mi ha suscitato quest’immagine è stato: personaggi misteriosi e ragazza bella ma strana.

Una delle cose più potenti di La Casa de Papel sono appunto i suoi personaggi: interessanti, immediatamente riconoscibili, umani. Puoi amarli od odiarli ma di sicuro non te li dimenticherai. Tokyo non ce la ricorderemo come il personaggio più odiato di La Casa di Carta. E tutto questo grazie ad Arturito, che si prende prepotentemente il podio. E poi Ursula Corberò non merita di essere odiata in nessun caso, anche solo per una questione estetica riesce a dare qualcosa a questa Serie Tv. Ma la bella Ursula era conosciuta anche prima di assaltare la zecca di stato spagnola.

la casa de papel

Non si conosce molto la miniserie Mirall Trencat, del 2002. Tratta dall’omonimo romanzo della scrittrice Mercè Rodoreda, racconta la storia di tre generazioni della famiglia inventata dei Valldaura. Ed è qui che appare per la prima volta Ursula, alla tenera età di tredici anni. In pratica una bambina prodigio. Qualche anno dopo, nel 2006, compare in un’altra Serie Tv spagnola,Ventdelpà ma è con Fisica o Chimica che ottiene la notorietà. Si tratta di una Serie Tv spagnola trasmessa su Antena 3 nel 2008 e arrivata in Italia nel 2010. Racconta le vite dei giovani professori e studenti dello “Zurbarán”, un liceo privato di Madrid, e ha vinto il Premio Ondas 2009 per la miglior serie spagnola.

Qui Ursula interpreta il ruolo di Ruth Gomez, una ragazza rimasta orfana dei genitori. Tanto per dimostrare che non sta lì solo per il suo bel viso, grazie a questo ruolo è nominata nei Premios Feroz e MIM Series come Migliore Attrice. Ma comunque il bel viso ce l’ha, e non solo quello, quindi nel 2014 la rivista maschile Men’s Health la nomina “donna dell’anno”.

Ursula Corberò

Ma nel frattempo è già passata dalla televisione al cinema, precisamente nel 2011, anno in cui compare in Pananormal Xperience 3D, diretto da Sergi Vizcaino e scritto da Daniel Padro che è il primo horror spagnolo in 3D. Nel 2013, recita nella commedia Quien Mato a Bambi? al fianco di Quim Gutierrez e Clara Lago, poi nel 2015 interpreta Nadia nella commedia romantica Perdiendo El Norte, il più grande successo dell’anno.

Al punto che Netflix ne ha acquisito i diritti.

Nello stesso anno, l’attrice ottiene il suo primo ruolo da protagonista al cinema grazie a Manuela Moreno, nella commedia Como Sobrevivir a una Despedida? che parla di un gruppo di ragazze di ventisette anni che non hanno raggiunto nessuno dei sogni che avevano in adolescenza.

Non si ferma qui perché, sempre nel 2015, appare nella Serie Tv italiana La dama velata. Qui interpreta Anita Staineri Grandi, amica della protagonista Clara, che cresce assieme alla lei e a Matteo, di cui è innamorata e che in seguito sposerà.

Ursula Corberò

Nel 2016 partecipa alla Serie Tv La Embajada e qui divide la scena con un collega che tutti quanti avremmo conosciuto molto bene poco tempo dopo, un certo Pedro Alonso aka Berlino. Infine la bella Ursula approda sul set che ha fatto la storia della serialità televisiva spagnola, quello de La Casa de Papel. Qui la possiamo ammirare mentre dà vita a quella mina vagante di Tokyo rendendo il personaggio iconico e indimenticabile. Perché sì, Tokyo è un vero disastro, ma è anche un simbolo di questa Serie Tv. Il simbolo del caos, ma pur sempre un simbolo.

Secondo alcune indiscrezioni comparirà anche nella prossima stagione. Ma, nel frattempo, avremo la fortuna di vederla anche nella Serie Tv inglese Snatch, tratta dall’omonimo film del 2000 (regia del maestro Guy Ritchie) e ispirata a fatti realmente accaduti. La storia riguarda un gruppo di giovani criminali a Londra. Ursula, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe interpretare il ruolo del sicario Inés. E, onestamente, dopo averla vista maneggiare ogni tipo di arma nel ruolo di Tokyo, come sicario appare perfetta (la scena in cui spara con la mitragliatrice sui reparti speciali della polizia è decisamente una delle più divertenti della serie).

tokyo ursula corbero

Al momento Ursula in Spagna è diventata un’icona di moda e stile, visto che su quell’ordigno famigerato che è Instagram conta milioni di followers. Ma il complimento forse migliore che le è stato fatto è sempre riguardante il suo viso. Per le labbra e il naso pronunciato è stata paragonata a Cindy Crawford, che era considerata l’attrice più bella della sua epoca.

LEGGI ANCHE – Chi era Pedro Alonso prima di diventare Berlino?

Written by Fabio Sieni

Appassionato di Serie Tv e di scrittura. Sto unendo le due cose :)

Years and Years

Years and Years, la nuova Serie Tv ambientata in un futuro apocalittico dallo scrittore di Doctor Who

Serie Tv

Calcutta canta le Serie Tv