in ,

Kidding 1×09 – A un passo dal tragico punto di rottura

Kidding

Come anticipato nella recensione dell’episodio precedente di Kidding, Jeff arriva al suo punto di rottura, riuscendo a schivare le conseguenze per un pelo.

Già instabile dopo l’esaurimento nervoso del giorno prima, il nostro protagonista riceve una chiamata e scopre che suo padre vuole trasformare il suo show in un cartone animato, in modo da sostituirlo completamente. Appena dopo viene creato un nuovo gioco dove bisogna colpire tutti i pupazzi dello show di Mr. Pickles. Conoscendo Jeff, assolutamente contro ogni tipo di violenza, immaginiamo che la notizia non gli piacerà affatto. Con grande sorpresa (e in seguito preoccupazione) di tutti però, Jeff non fa una sfuriata per questo. Anzi, inizia a giocarci.

Kidding

Quel gioco che inizialmente sembra essere una valvola di sfogo per Jeff, diventa poi un’istigazione alla violenza, e quasi un’ossessione. Ce ne accorgeremo infatti a fine episodio.

Nel frattempo lui e Jill vengono chiamati a scuola per il comportamento di Will. I due genitori insistono per la sospensione ma non hanno intenzione di punire Will: il suo atteggiamento è un modo per ricordare il gemello scomparso Phil. Era quest’ultimo il ribelle, e sebbene siano sorpresi per il cambiamento dell’altro figlio (molto diverso prima dell’incidente, come abbiamo visto nello scorso episodio), vedere Will comportarsi in quel modo, è un po’ come riavere il figlio perduto lì con loro.

Kidding

Portano Will in un ristorante per mangiare i pancake, e qui arriva un altro segnale di instabilità di Jeff: ha delle allucinazioni su eventi passati e mischia i ricordi. È confuso, non riesce a distinguere più la realtà dall’immaginazione. Dopo un urlo, finalmente torna in sé. Solo momentaneamente però.

Quella che sembra essere la goccia che fa traboccare il vaso è l’apparizione del suo personaggio nello show Mr. Pickles on Ice, dopo che lui aveva espressamente vietato l’utilizzo della sua immagine per lo spettacolo. Si sente scavalcato per l’ennesima volta da Seb, che prende decisioni senza alcun rispetto per il volere del figlio. Tutto questo accumulo di stress porta Jeff sul punto di rottura. Seduto sugli spalti, ritorna ad avere le allucinazioni, ed è sempre più vicino a perdere il controllo: immagina di dover colpire Sara (che indossa la testa gigante con il suo volto) proprio come nel gioco. Temiamo davvero di vedere Jeff commettere un omicidio davanti a centinaia di bambini. Proprio in quel momento però, Sara sbaglia e colpisce sua sorella Tara alla gola con la lama dei pattini.

Kidding

Nello scorso episodio di Kidding, ci siamo chiesti “Cosa spinge un brav’uomo a commettere un omicidio?”. La domanda era rivolta a Joe, padre di Derrell, ma stavolta possiamo attribuirla a Jeff. Se non fosse stato per l’incidente dei pattini, Jeff avrebbe probabilmente fatto del male a qualcuno. È chiaro che stava per perdere del tutto la ragione, ma è tornato in sé nel momento dell’incidente. Certo è una fortuna che Jeff si sia fermato in tempo, ma siamo sicuri che non succederà di nuovo?

Leggi anche: Kidding 1×08 – Un ritorno al passato per capire il presente

Ellen Pompeo risponde una volta per tutte alle critiche sul cachet: «Fan**lo compiacere, datemi i miei soldi»

Serie Tv

Le 7 attrici di Serie Tv che hanno partorito nel 2018