in

10 citazioni deprimenti di Boe Szyslak che ti devasteranno l’anima

I-Simpson-Boe

Dicono che per ogni uomo da qualche parte sulla Terra c’è una donna“, dice Boe Szyslak pieno di speranza, mentre dall’altra parte del mondo, una donna in tutto simile a Boe si suicida. Nel mondo de I Simpson non esiste personaggio più iconico di Boe, il proprietario della Taverna Moe a Springfield. Amato dai clienti affezionati del suo locale tanto quanto la birra che serve, Boe è uno dei personaggi più affascinanti e dolceamari della serie. Perennemente adirato con il mondo, è diventato famoso non solo per essere il punto convergente dell’alcolismo di Homer, ma anche per essere la principale vittima degli scherzi telefonici di Bart.

Eppure questo personaggio nasconde una profonda insicurezza interiore che lo porta più volte a tentare il suicidio soprattutto durante le festività, per poi fallire all’ultimo secondo. Sfortunato in amore e nelle relazioni sociali, la vita non gli ha mai sorriso. E proprio per questo è un personaggio con cui il pubblico adulto può relazionarsi così bene.

Ecco quindi 10 citazioni deprimenti che Boe ci ha potuto regalare nel corso degli episodi. Da non leggere se si è particolarmente tristi.

10) “Sono stato chiamato brutto, brutto grugno, bruttone, grugno bruttone, ma mai brutto brutto

Boe - I Simpson

Nel sedicesimo episodio dell’undicesima stagione de I Simpson Boe subisce un intervento di chirurgia plastica dopo essere stato censurato in una pubblicità della Birra Duff e diventa per poco una star della soap opera. La bruttezza di Boe ha sempre fatto parte del personaggio e ha distrutto la sua autostima e sicurezza più volte nel corso della vita, spingendolo a non credere mai in se stesso. Ma c’è comunque da notare che ha fatto una serie di conquiste in ambito amoroso, che tuttavia non sono mai riuscite a togliergli dalla testa l’idea di essere un mostro.

9) “È così bello stare con qualcuno che non capisce le orribili cose che dico”

Boe - Baby blues

Nell’episodio Boe babysitter il nostro amato barista fa da babysitter a Maggie e, con il tempo, finisce per affezionarsi a lei, sviluppando una forma d’affezione molto morbosa. Il fatto che si sia attaccato così tanto a una bambina, che ancora non lo può allontanare per la sua bruttezza, dimostra quanto Boe senta la solitudine e abbia bisogno di essere amato.

8) “Ho fatto cose di cui non vado fiero e quelle di cui vado fiero sono disgustose.”

C’è qualcosa che Boe non rimpiange di aver fatto? A quanto pare, tutto. Si descrive come un essere spregevole che ha fatto cattiverie per tutta la sua vita. Perfino le cose migliori fatte, quelle di cui può andare fiero, sono terribili. Se ci pensiamo, lo abbiamo visto commettere ogni tipo di infrazione, dallo stalking al contrabbando, eppure è stato capace di fare anche azioni di buon cuore, come ad esempio leggere le favole ai bambini malati in ospedale. Per ogni azione buona che compie, però, Boe non si sentirà mai in pace con se stesso.

7) “Dovrei trasferirmi da mamma, che però è morta e non ha una casa.”

Un altro dei motivi per cui Boe è infelice è perché è un uomo con opzioni di vita molto limitate. Se rischia di perdere il bar o la casa, non ha niente su cui ripiegare; se li perde, l’unica cosa che può fare è trasferirsi da sua madre, ma purtroppo sua madre è morta e non gli ha lasciato niente in eredità, perciò anche questa non è un’opzione. Ma per fortuna c’è la famiglia Simpson non si è mai tirata indietro e lo ha sempre aiutato nel momento del bisogno. Boe è fortunato ad avere amici così fidati.

6) “Sto per morire solo, brutto e… Morto.”

Perfino in punto di morte Boe non riesce a trovare una via di uscita, una liberazione dal circolo di autocommiserazione in cui è caduto. Molto più del suo desiderio di morte, il barista non vuole restare da solo. Vuole essere amato, vorrebbe vivere tutti i piaceri della sua vita in pace.

5) “Pensala come a una dritta da un uomo che non ha niente se non una bambola gonfiabile. E perfino lei mi ha lasciato. Non avrei dovuto usare l’elio”

Quando Homer ha un problema, chi può dargli un consiglio più utile se non il barista di fiducia? Anche se Boe non è propriamente un ottimo consigliere, è sempre pronto a dispensare dritte e soluzioni ai beoni di Springfield proprio perché è un barista: e il lavoro dei baristi è quello di ascoltare (oltre che servire l’alcool). Ma perfino a dispensare consigli Boe sfocia nella tristezza.

4) “Non ci penso assolutamente ad abbandonarti, straccio! Sei il mio migliore amico!”

I Simpson - Boe e lo straccio

Ogni episodio de I Simpson è un’ottima occasione per ricordare quanto Boe si senta solo. Così solo che il suo migliore amico è uno straccio per pulire trovato quando era un bambino.

3) “Tanti auguri a me, tanti auguri a me, mi sento così solo, perché non mi uccidete…”

Boe no funeral

Neppure nel giorno del suo compleanno Boe può avere una gioia. Homer gli aveva promesso che lo avrebbe portato a pescare e la notizia ha reso euforico il barista, che attende con ansia l’arrivo dell’amico. Ma Homer si dimentica della promessa, lasciando Boe da solo con la sua canna da pesca e i suoi pensieri suicidi.

2) “Vado a chiamare la linea telefonica del suicidio. E hanno bloccato il mio numero”

Boe Szyslak

Oltre alle chiamate scherzo di Bart, Boe non riceve moltissime telefonate. Cosa che non si può dire dello sportello di prevenzione del suicidio, che riceve quasi ogni giorno delle chiamate continue dal barista. Ma tutto quello che Boe vuole è poter parlare con qualcuno, sentire una voce umana che lo tranquillizzi.

1) “Sono meglio del terriccio. Beh, di alcuni tipi di terriccio. Voglio dire, non quello che si compra al supermercato. Quello è pieno di sostanze nutritive. Non posso competere con quella roba”

Sappiamo bene quanto Boe abbia una bassa autostima di se stesso, tuttavia c’è un margine di miglioramento: non pensa di essere peggio del terriccio. Anche se alcuni tipi di terriccio sono migliori di lui, come quello dei supermercati. La sua autostima è ancora sottoterra, ma ogni tanto sembra ricordarsi che può essere migliore di quello che è.

LEGGI ANCHE – Il finale ideale de I Simpson

Scritto da Vittoria Mori

Eterna stagista di Chtulhu, ha studiato cinema e teatro da qualche parte tra Prato e Firenze. Trascorre le giornate tra libri, serie tv, anime e Lovecraft, più o meno in quest'ordine. Pippo è il suo spirito guida.

The Queen’s Ball: A Bridgerton Experience, tutti i dettagli sull’evento ispirato a Bridgerton

serie tv italiane

9 Serie Tv italiane che per fortuna sono finite nel dimenticatoio