in

La classifica dei 5 episodi più romantici di How I Met Your Mother

How I Met Your Mother

How I Met Your Mother, creata da Craig Thomas e Carter Bays, non è una semplice sitcom, è un vero e proprio trattato sull’amore. Guidati dalla voce di Ted Mosby entriamo in punta di piedi nelle trame di una storia che trasuda romanticismo e amore da tutti i pori. Attraverso il sentiero del ricordo assaggiamo il sapore dell’amicizia, il dolore di una separazione, la gioia di un matrimonio o della nascita di un figlio. A prescindere da corni blu e ombrelli gialli, How I Met Your Mother riesce a non farci mai sentire soli perché, qualsiasi cosa accada, possiamo sempre premere il tasto play e accomodarci al solito posto al MacLaren’s Pub.

Ecco perché provare a ordinare in una classifica i 5 episodi più romantici di How I Met Your Mother non è stato un lavoro semplice, ma ci abbiamo provato:

5) La danza della pioggia (1×22)

how i met your mother

La 1×22, tanto per cambiare, ruota intorno a Ted intento a riconquistare la sua Robin. Ted, con i toni eccentrici e melensi del sognatore, ci ricorda l’importanza di gettarsi a capofitto nella vita, senza paura di essere troppo, senza paura di sbagliare.

Quando ci si abbandona alla pienezza dei sentimenti ci si lancia sulla vita senza paracadute, si accetta il rischio di rompere un paio di ossa, e addirittura il rischio di morire, ma si vive. Così, anche un quartetto d’archi blu, una casa piena di rose e tanto cioccolato da far invidia a Willy Wonka, possono essere il simbolo (un filino esagerato) che amare significa avere l’ingenuità di un bambino convinto di essere un supereroe, significa credere di poter fare tutto, anche rovesciare le leggi dell’universo e far scoppiare un temporale anche nella più soleggiata delle giornate.

4) Il Matrimonio perfetto (2×21)

È impossibile parlare di romanticismo senza citare almeno una volta Marshall e Lily. In amore ci vuole impegno ma anche tanta fortuna. Se Ted si è incamminato sul percorso della vita con l’obiettivo primario di trovare la sua anima gemella, inciampando e sbagliando tante volte nel mentre, Marshall e Lily si sono trovati senza cercarsi. Il loro cammino d’amore si è intrecciato con la fortuna di trovarsi e riconoscersi perfetti e confortevoli.

L’episodio 2×21 di How I Met Your Mother ne è l’esempio perfetto.

La perfezione della forma, l’apparenza amplificata della cerimonia sembrano ostacoli insormontabili al coronamento del loro amore. Nulla va come previsto, tutto va per il verso sbagliato. Ma qual è il verso dell’amore? Lo si può incatenare alla forma o risiede silente nella sostanza di uno sguardo e nel sostegno di un abbraccio?

Marshall e Lily sono la risposta a queste domande: mentre il caos sgretolava la perfezione del loro immaginario, il loro ritrovarsi ha ricostruito la purezza del loro desiderio. Si ritrovano insieme e, improvvisamente, tutto è perfettamente come deve essere.

3) Finalmente all’altare (9×22)

how i met your mother

Ancora una volta ci troviamo nei pressi di un altare, ancora una volta si paventa una fuga e il panico la fa da padrone. Ma, anche questa volta, oltre la coltre tempestosa del dubbio riesce a farsi breccia la luce tenera dell’amore. Lily e Marshall, mano nella mano, si promettono vicendevolmente di aggiornare le loro promesse matrimoniali ogni anno, promettono di lasciare da parte i formalismi e crescere insieme nella quotidianità, come hanno sempre fatto. Indubbiamente la coppia ci regala una delle più belle e realistiche lezioni di romanticismo della storia.

Allo stesso tempo Robin e Barney, complice una inconsapevole Tracy, sciolgono la matassa dei loro dubbi e si abbandonano ai loro sentimenti affidandosi l’uno all’altro, proprio mentre Ted è a un soffio di vento dall’amore della sua vita.

Perché l’amore è la cosa più bella che abbiamo. Lo so che sembra sdolcinato però è vero, tu ami Barney e anche Barney ama te. E non deve esserci un senso in tutto questo per avere senso.

2) C’è ancora tempo (8×01)

how I met your mother

How I Met Your Mother è una serie tv bizzarra.

Impiega nove lunghe stagioni per costruire una sorta di trattato sull’amore e finisce per riassumerlo in un monologo di qualche minuto, alla luce fioca dei lampioni di una stazione, anzi in una sola parola: lebenslangerschicksalsschatz (che, come potete leggere qui, rientra di diritto nella classifica dei monologhi più emozionanti nella storia delle serie tv).

L’amore delle volte sa essere illusorio. A volte il desiderio incontrollabile di sentirsi amati ci porta a cercare l’amore ovunque e, conseguentemente, a illuderci di averlo trovato. Ma questo non è amore, è beinaheleidenschaftsgegenstand: qualcosa che gli si avvicina parecchio, ma che non ti scuote l’anima, non travolge i sensi e non smuove l’universo.

È una sensazione che ti attraversa impetuosa come il corso di un fiume che ti riempie e ti svuota allo stesso tempo. La percepisci in tutto il corpo.

1) La pagina finale: Parte 2 (8×12)

Come dimenticare l’episodio in questione? Anche il più cinico degli esseri umani si scioglierebbe come neve al sole di fronte all’arzigogolato piano romantico di Barney Stinson. Proprio lui, l’inguaribile Don Giovanni, appende il PlayBook al chiodo e rasserena il suo cuore a favore di Robin.

Sarebbe stato impensabile per lui procedere con una normalissima proposta di matrimonio corredata da qualche rosa e uno spumante. La pagina finale del suo PlayBook è la dimostrazione che conosce Robin alla perfezione. Le sue bugie e le sue tendenze manipolative diventano uno strumento a favore del più roseo romanticismo, scrivendo una delle pagine più memorabili della storia di How I Met Your Mother (qui vi spieghiamo perché riteniamo che Robin e Barney non meritavano la fine che hanno avuto).

LEGGI ANCHE – Josh Radnor: carriera, vita privata e moglie dell’indimenticato Ted Mosby di How I Met Your Mother

Scritto da Clotilde Formica

Scrivo, mi piace farlo.

Mi piace scivolare via veloce sulla cresta dei pensieri che si affollano, si inseguono, si punzecchiano e a volte mi scappano.

Skyler White non è pazza, è mamma

Six Feet Under

Six Feet Under, la reunion virtuale con cast e troupe: «Indelebile. Una serie che ha anticipato i tempi»