in

Barney Stinson sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso?

barney stinson

Barney Stinson è il classico don Giovanni ben vestito sempre a caccia di donne e di divertimento. In principio era assolutamente chiaro e lampante quale fosse la sua natura e probabilmente proprio per questo l’abbiamo adorato fin dal primo momento in cui l’abbiamo incontrato.

Tuttavia How I Met Your Mother non si adagia sulle prime apparenze, non si limita alla superficie, ma decide che passo dopo passo, stagione dopo stagione, i suoi protagonisti sarebbero cresciuti, cambiati, e soprattutto li costringe ad abbassare la maschera per rivelare cosa si nasconde davvero dietro al personaggio. Esattamente come nella vita reale e nei nostri ben complicati rapporti umani.

Barney Stinson sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso?

Proprio per questo motivo, è abbastanza chiaro sin dalla prima stagione che dietro ciascuno di quei comportamenti si nasconde una spiegazione, un percorso, a volte uno scopo, altre volte semplicemente un senso.

Barney va dietro alle donne senza amarne mai nessuna, e così facendo riesce a rendere ogni serata una serata leggendaria o quasi. Poi arriva alla quota 200, la maschera cade e qualcosa nella vita di Barney Stinson cambia.

Da questo momento le cose per il re del possimpibile si faranno più complicate, e si ritrova anche lui a entrare in quella che è la vera vita, leggendaria, ma in un modo totalmente diverso da come se l’era immaginata.

Cercando di andare al di là delle sue battute, del suo cinismo e delle sue infinite conquiste, ci troviamo davanti a un uomo che non ha avuto una vita particolarmente fortunata, con un piccolo dato iniziale capace di influenzare tutta la sua futura esistenza.

Barney Stinson sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso?

Barney non ha avuto un padre, non ha avuto una famiglia “normale”, non ha avuto un canestro o un’infanzia come quella di tutti gli altri bambini. Ed era un ragazzo tremendamente fragile e sensibile con cui la vita non ha avuto molta pietà. È diventato un demonio in giacca e cravatta, un Conte di Montecristo assetato di vendetta e pronto a far di tutto per ottenerla, e poi ha incontrato i suoi amici.

La storia inizia da qui, ma come ciascuno degli altri personaggi, anche Barney ha un suo retroscena tutto personale, un background che si porta dietro e che Craig e Thomas hanno provveduto a intessere magistralmente, così da non lasciare assolutamente niente al caso.

Ma tutto ciò si svela molto lentamente, esattamente come con le persone nella vita reale, per poi arrivare al suo apice nella sesta stagione, nella quale la figura del padre diventa fondamentale, una sorta di filo rosso o tema comune che unisce la maggior parte degli episodi. Infatti nella sesta stagione di How I Met Your Mother Barney Stinson conosce suo padre dopo una serie di passaggi che vanno dal padre di James alla morte del padre di Marshall.

Barney Stinson aveva avuto tutto il tempo di idealizzare suo padre, esattamente come fa con quasi tutta la sua esistenza: le cose che non vanno bene vengono trasformate dalla mente di Barney in modo da vivere sempre qualcosa di leggendario. Ma il leggendario in fin dei conti è una maschera, una maschera bellissima, ma pur sempre una maschera dietro cui proteggersi dalla realtà.

Barney Stinson sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso?

Nell’episodio 6×20 Barney realizza che non c’è niente di leggendario in quel padre. Che è stato abbandonato, è stato lasciato solo da un uomo che non poteva rinunciare per lui al suo divertimento, alla sua vita, al suo personale modo di essere leggendario. E per cosa? Per diventare un padre normale, con una moglie normale e dei figli assolutamente normali.

Se dovevi essere un padre normale perché non potevi essere il mio padre normale?

Una frase gridata contro Gerry, contro se stesso e contro quella vita che l’ha tradito fin da quando era troppo piccolo per potersi difendere. E quante cose quella catastrofica mancanza ha provocato?

Barney Stinson continua a crescere, continua a sbagliare ma alla fine impara a riparare i suoi errori, impara a diventare un uomo, anche se lui in fin dei conti è soltanto un uomo fatto come è fatto e non cambierà, neanche per il suo più grande amore.

E se non ha funzionato con Robin non potrà funzionare per nessun’altra.

Eppure questo percorso in How I Met Your Mother ha insegnato tanto a ciascuno dei personaggi e ciascuno di loro ha avuto modo di prepararsi a ciò che la vita tramava per il loro futuro.

Barney Stinson sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso?

Craig e Thomas, per quanto abbiano scritto un finale molto discusso, sono riusciti a realizzare qualcosa di davvero unico nella storia delle “comedy”: hanno dato a ciascun personaggio un proprio personalissimo finale catartico. Da Ted a Robin, passando per Marshall e Lily, sino a Barney, ognuno di loro arriva a realizzare completamente il proprio personaggio. E l’unico modo in cui Barney Stinson poteva davvero realizzare se stesso non era attraverso un matrimonio, ma tramite la redenzione totale di ciò che era il suo passato, delle sue radici, di  suo padre e infine di se stesso.

La nascita di Ellie racchiude in sé tutto ciò che è Barney, tutto ciò che è stato, tutto ciò che ha imparato e sbagliato, e lui offre tutto quello che è all’unica donna in grado di possederlo davvero per sempre.

Nella vita reale purtroppo ci sono davvero padri che abbandonano i propri figli, e questi ultimi possono reagire in due modi: diventando come coloro che li hanno abbandonati, o trasformandosi in qualcosa di diametralmente opposto e completamente diverso.

Barney Stinson voleva scappare, fino all’ultimo momento ha sperato che quella pargoletta della Numero 31 non fosse sua, era pronto ancora una volta per la festa del non papà, ma lui aveva qualcosa che suo padre non aveva: i suoi amici, la sua famiglia.

Barney Stinson sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso?

Quando la paura ci afferra il nostro primo impulso è sempre quello di scappare, dopotutto è istintivo, ma se rimaniamo è solo perché abbiamo un motivo più importante per farlo, e forse perché abbiamo qualcuno al nostro fianco che ci ricorda chi siamo e chi non dobbiamo essere.

Basta uno sguardo, un momento con sua figlia tra le braccia e Barney Stinson realizza quella che è stata tutta la sua vita, tutto il suo percorso, tutte le volte che si è sentito solo e abbandonato, tutte le volte in cui ha avuto bisogno di affermarsi per sentirsi più sicuro e appagato. Ha ricordato in un attimo tutte le sue esperienze e tutto il dolore, e la vita nella sua più complicata accezione. E in quello sguardo tutto è diventato tremendamente chiaro e limpido.

Negli anni la vita ha regalato a Barney Stinson tante avventure e tanti divertimenti, gli ha concesso una vita leggendaria al di là dei limiti del possimpibile, gli ha dato parecchie batoste e gli ha insegnato davvero molte lezioni e soprattutto gli ha svelato come essere il padre migliore per proteggere e guidare sua figlia.

Barney Stinson non sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso, ma sarà migliore semplicemente perché ora ha imparato che cosa davvero significhino quelle parole: papà è a casa.

Barney Stinson sarà il padre che avrebbe voluto per se stesso?

Tu sei l’amore della mia vita. Tutto ciò che ho e tutto ciò che sono ti appartiene, per sempre. 

Leggi anche: How I met Your Mother – Remember Remember

Written by Sara Di Cerbo

C'è chi legge perché in cerca del proprio sogno, mentre chi scrive lo fa perchè ama regalare sogni. Dal canto mio faccio il possibile: scrivo da quando ne ho memoria, ho pubblicato il primo di (spero) molti romanzi nel 2015, frequento un'università senza speranza e mi cullo tra libri, film ed ovviamente meravigliose Serie Tv. Dopotutto un nerd è qualcuno che non ha paura di rimanere indietro rispetto al resto del mondo, se questo vuol dire continuare ad inseguire la propria passione.

Una Serie di Sfortunati Eventi

Una Serie di Sfortunati Eventi – La seconda stagione è l’inizio della fine

Freaks!

Perché Freaks! è stata il capostipite delle Web Series