in

Game of Thrones: la produzione dell’ultima stagione è iniziata, lo annuncia un nuovo poster

game of thrones

Ciò che di più crudele e tragico è in grado di fare la guerra, è usare gli uomini migliori per farne i peggiori.
Questo è il destino che è capitato a Jon Snow, il guerriero intemerato che ha deliberatamente conosciuto il sapore del “fraticidio”, finendo per sempre corrotto nell’animo.
Lo stesso guerriero che potrebbe essere protagonista in penombra del nuovo, enigmatico, poster fanmade che annuncia l’inizio delle riprese dell’ultima stagione di Game of Thrones.

La fan-art è stata condivisa da HBO dopo l’apparizione sul web, con lo scopo di lanciare in pompa magna la notizia dell’avvio ai lavori per una stagione, quella finale, della quale purtroppo non conosciamo ancora la data esatta di rilascio, prevista per il 2019.

Questa l’immagine in questione:

Game of thrones


Potrebbe essere emblematica la scelta del re-post da parte di HBO, una conferma di pertinenza con quanto vedremo nell’ultima stagione; o ancora un simbolismo celato che somatizza in quella spada infuocata, chiarissimo riferimento alla fratellanza senza vessilli. O, magari, ad Azor Ahai.
La sagoma che si erge sulla vetta del monte ha caratteristiche quasi inequivocabili, e se quella di Jon Snow sia una posa vittoriosa o sconfitta non ci è dato saperlo.
Non ancora, almeno.
Per farlo servirà ancora più di un anno, e seppure l’avventura stavolta sarà ancor più breve (come sappiamo, l’ultima stagione conterà non più di sei episodi) siamo certi che lascerà un segno permanente per tutti i fan più affezionati.

L’unica cosa certa, insomma, è che con l’arrivo della Grande Guerra il fuoco avrà finalmente il ruolo decisivo che tutti si aspettano ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.
Che sia proprio la fine dell’una a causare quella dell’altra? Che sia il fuoco a sciogliere il ghiaccio, e l’acqua a spegnere il fuoco, chiudendo una cerchio potenzialmente infinito?

LEGGI ANCHE – Game of Thrones: Liam Cunningham ha detto che la Serie è una droga dalla quale disintossicarsi

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Doctor Who – Ultimato l’episodio scritto da Douglas Adams 38 anni fa!

john locke

Le 30 migliori frasi di John Locke