in

I 5 peggiori episodi di Game of Thrones

Game of Thrones

Game of Thrones è una delle Serie più famose dell’ultimo decennio; se non ne avete mai sentito parlare probabilmente avete vissuto finora su un’isola sperduta come Oliver Queen. E non solo è una delle più conosciute ma anche quella (forse) più amata dal pubblico di oggi, se si parla di GOT non si può non osannare la cura per i dettagli, citare le frasi celebri, parlare ore e ore dei personaggi e canticchiare la sigla. Ahimè, anche GOT ha i suoi difetti però, e quindi piuttosto che parlare ancora una volta di tutte le cose meravigliose di questo show o di tutte quelle volte che ci ha fatto piangere e saltare sulla poltrona ecco invece una classifica degli episodi che ci hanno piuttosto fatto annoiare, sbuffare e alzare gli occhi al cielo.

1) Walk of Punishment, 3×03


O anche chiamata la “puntata dell’ EPIC FAIL“.

Infatti, in questa puntata, si susseguono una serie di brutte figure una dietro l’altra che ad un certo punto ti viene da chiederti “ma cosa sto guardando?”. Prima Lord Edmure Tully sbaglia clamorosamente a tirar frecce al funerale del suo stesso padre, tanto che sua sorella e suo zio il Pesce Nero avranno per forza pensato “ma questo l’abbiamo trovato nell’uovo di Pasqua, vero?”. Poi ad Approdo del Re, due sorpresi Bronn e Tyrion non si capacitano di come Pod abbia fatto a ricevere gratis i servizi delle prostitute. E si ride solo perché è troppo ridicola la scena.
Frittella se ne esce con una confessione di cui non interessa nulla a nessuno men che meno ad Arya, costretta ad ascoltarlo. A Roccia del Drago, Stannis muore dalla voglia ma niente Melisandre non sembra disposta a calmare i suoi furori. Un bambino/mostro di fumo nero basta e avanza.

Grazie agli Dei vecchi e nuovi, Jamie si fa tagliare la mano da Locke a fine puntata, si sa che Game of Thrones è brava a far alzare gli ascolti con i sangue che sgorga.

Written by Serena Faro

Ho attraversato gli oceani del tempo a bordo del TARDIS, ho viaggiato in macchina con Sam e Dean a caccia di mostri, sono arrivata tardi ad un matrimonio a Westeros (meno male) così mi sono diretta a Storybrooke per poi salpare con il capitano Flint. Ho visitato la Londra dei "penny dreadfuls" e la New York dei "mad men". Mi sono ritrovata su un'isola un po' particolare, in attesa di una nuova avventura.

Better Call Saul

Better Call Saul: dove eravamo rimasti?

Girlboss

Girlboss, rilasciato il trailer della nuova Serie Tv originale Netflix: eccolo!