Vai al contenuto
Home » Friends » 10 curiosità su 10 animali iconici che hanno lavorato in tv e al cinema

10 curiosità su 10 animali iconici che hanno lavorato in tv e al cinema

Scommettiamo che se vi diciamo “Marcel” pensate subito alla scimmietta di Friends? Gli animali nelle serie tv e nel cinema vengono spesso impiegati per rappresentare la vita quotidiana di una famiglia, per generare gag esilaranti, per dire di più di un personaggio o da veri e propri protagonisti.

Oggi ci fa piacere raccontarvi 10 curiosità su dieci animali iconici che hanno lavorato in tv e al cinema. Siamo sicuri che diventeranno interessanti fun fact da raccontare agli amici appassionati di serie come voi.

1. Marcel – Friends

Marcel, la celebre scimmietta di Friends, non ha bisogno di particolari presentazioni, apparsa in 8 episodi della prima stagione come animale domestico di Ross ha lasciato il segno nella memoria di tutti i fan della celebre sit-com.

La prima curiosità sul primate è che è stato interpretato da due scimmie cappuccine, Katie e Monkey.

La curiosità più interessante, emersa dopo la recente reunion del cast di Friends, riguarda il rapporto tra la scimmia e l’attore David Schwimmer, interprete di Ross.

Amata dal pubblico, pare che la scimmietta non godesse della stessa accoglienza da parte del cast.

Matt LeBlanc ha confidato quali fossero le reazioni del collega David Schwimmer quando si trattava di girare con Marcel: “Schizzava in alto fino al soffitto e spariva nel buio del set”.

David Schwimmer ha confessato di non sentirsi a suo agio quando la scimmia era sulla sua spalla: “La scimmia si sedeva sulla mia spalla, prendeva alcune larve, le spezzava a metà mentre queste si dimenavano e le mangiava. Poi mi metteva le mani addosso“. E ha aggiunto:

“Quello che inevitabilmente è cominciato ad accadere è che tutti noi avevamo dei riferimenti precisi nella coreografia, riferimenti che saltavano perché la scimmia non faceva bene il suo lavoro. Così dovevamo ripetere tutto da capo”.


Queste esternazioni hanno poi generato la risposta di Mike Morris, l’addestratore della scimmietta, il quale ha detto: “Durante le prime puntate a cui hanno lavorato le scimmie Schwimmer non aveva alcun problema ed era felice di essere sul set. Ma le persone ridevano guardando la performance della scimmia e penso che sia diventato geloso perché non era lui a ottenere l’apprezzamento della gente. Dopo l’apprezzamento delle persone sembrava provare un po’ di risentimento e ovviamente le scimmie non amavano lavorare con lui dopo che ha iniziato a non apprezzarle. Ha reso più difficile il lavoro: è già complicato girare delle scene di una serie con cinque telecamere con degli animali e in più se c’è un attore che non collabora molto la situazione peggiora ulteriormente. Il mio collega che ha lavorato con me allo show sostiene che le persone ridevano per la scimmia e questo mandava in crisi Schwimmer, non è un attore che riesce a improvvisare.”

Queste dichiarazioni sono l’ennesima dimostrazione che non è tutto oro quello che luccica.

2. Babe Maialino Coraggioso

Proseguiamo con una curiosità sul maialino più famoso del cinema: Babe.

Siamo convinti che tutti lo conoscano e che pochi invece sappiano di cosa parla il film di cui è protagonista: un maialino viene preso dall’allevamento nello Yorkshire in cui è nato per essere usato come premio in un luna park; il contadino Arthur Hoggett lo vince indovinandone il peso e sua moglie Esme decide di ingrassarlo per il pranzo di Natale. Nella fattoria il maialino, ribattezzato Babe, fa amicizia con gli altri animali presenti. Il nostro eroe riuscirà a diventare un “maiale pastore”, guiderà il gregge e non verrà sacrificato.

La storia affronta tematiche importanti come l’emarginazione e la forza di imporsi e credere nei propri ideali.

Per animare gli animali in alcune scene è stato utilizzato il CGI, in altre animali sottoposti ad addestramenti specifici.

Giungiamo finalmente alla curiostà: Babe non era un solo maialino, bensì è stato interpretato da ben trenta maiali differenti. Questo perché il protagonista doveva per forza di cose apparire come un cucciolo.

Inoltre, l’attore che ha interpretato Arthur Hoggett al termine delle riprese divenne vegano.

3. Rin Tin Tin

Per tutte le generazioni precedenti la Z il nome “Rin Tin Tin” ( il pastore tedesco più famoso della tv) è celebre quanto il marchio “Coca Cola“.

Fun fact: il cane, detto anche semplicemente Rinty, venne trovato da un soldato statunitense di nome Lee Duncan in un canile bombardato in Lorena, poco prima della fine della Prima guerra mondiale; era l’unico cucciolo sopravvissuto insieme alla sorella (chiamata poi Nanette).

Tornato a Los Angeles, Nanette venne adottata da dei conoscenti di Duncan mentre Rin Tin Tin venne addestrato dallo stesso Lee e fu casualmente notato dal produttore cinematografico Darryl F. Zanuck diventando così un cane-attore, interpretando diversi film, come Where The North Begins (1923).

I discendenti di Rin Tin Tin furono anch’essi addestrati e si creò una vera e propria dinastia di star. I vari figli e nipoti parteciparono a diversi film e il nipote di Rinty contribuì a promuovere l’uso militare dei cani durante la seconda guerra mondiale.

Rin Tin Tin IV, nato nel 1949, avrebbe dovuto prendere parte alla nota serie televisiva degli anni cinquanta, “Le avventure di Rin Tin Tin“, ma il provino andò male e venne sostituito da vari cani facendo però credere al pubblico che fosse Rin Tin Tin IV quello che compariva sugli schermi.

Una storia degna delle migliori dinastie hollywoodiane.

4. Il Gatto del Padrino

Tra i film che hanno fatto la storia del cinema c’è sicuramente “Il Padrino”, la saga della famiglia Corleone, portata sul grande schermo, a partire dal 1972, dal regista Francis Ford Coppola.

Molte sono le curiosità legate alla realizzazione del film e una riguarda anche un attore a quattro zampe. Sicuramente ricorderete la scena in cui Don Vito Corleone spiegando con calma la sua idea di “amicizia” al becchino Bonasera, ha sulle ginocchia un gatto grigio e bianco.

Pare proprio che il gatto non fosse previsto e che sia diventato parte del film grazie all’improvvisazione di Marlon Brando che dichiarò: “Ho visto il gatto correre in giro per lo studio, e l’ho preso e me lo sono messo in mano senza dire una parola

Pare che l’attore amasse i bambini e gli animali, e così il randagio divenne parte della scena. Ma ha anche quasi rovinato le riprese perché la voce di Brando era coperta dalle fusa del gatto.

Anche con l’improvvisazione si creano capolavori.

5. Stella – Modern Family (un rapporto attore-mascotte totalmente diverso da quello creatosi tra Ross e Marcel in “Friends”)

Stella di “Modern Family” è la mascotte che tutti vorremmo avere, espressiva come e più degli uomini è una stella, nel vero senso del termine, nella pluripremiata sit-com sulla famiglia allargata.

Stella dalla seconda stagione viene interpretata dal bulldog francese, Beatrice, che, curiosità, vanta un curriculum televisivo di tutto rispetto essendo già apparsa in “Workaholics” e “Il metodo Kominsky“, oltre che in alcuni spot pubblicitari.

Nel 2017 durante un’intervista la proprietaria di Beatrice, Guin Solomon, ha spiegato che il cane ha subito trovato un ottimo feeling con l’attore O’Neill“Devo dire che è stato molto facile lavorare con lui, perché le regala sempre dei piccoli premi come popcorn e se ne prende davvero cura. Ad esempio mentre giravamo alcune scene in piscina si preoccupava di farle avere un ombrello per ripararsi dal sole durante la pause.

La fortunata cagnolina è purtroppo scomparsa da poco.

6. Castagna – La Tata

La Tata” ci ha regalato un sacco di momenti esilaranti (qui ricordiamo i motivi per amarla) e alcuni sono stati regalati anche da Castagna, il cane di C.C Babcock (Lauren Lane).

Nella sit-com, Castagna è un regalo che il signor Sheffield decide di fare a C.C. perché è convinto che la socia soffra di solitudine; deludendo la povera signorina Babcock che confidava invece in una proposta di matrimonio. Sarà Niles a donarle il cucciolo di Pomerania a cui, però, C.C. non piace per nulla sin dall’inizio, mentre invece adora tata Francesca.

La Drescher aggiunse che il copione fu scritto in modo che Castagna odiasse C.C. ma amasse Francescaperché così stavano le cose nella vita reale”.

Il cucciolo infatti nella realtà era della Drescher e la Lane ha raccontato: “Era fortemente devoto a Fran e mi facevano fare cose tipo prenderlo in braccio o avvicinarmi a lui, e ogni volta cercava di mordermi”.

Povera C.C, mai una gioia.

7. Gatto – Colazione da Tiffany

Colazione da Tiffany” oltre a lanciare l’icona “Audrey Hepburn” ha reso il gatto un animale di compagnia molto chic.

Molti di voi non sapranno che il felino della protagonista del celebre film, il cui vero nome era Orangey, era una vera e propria star del cinema, con ruoli in diversi film importanti.

Orangey ha persino vinto un PATSY (un Oscar per attori animali) per la sua interpretazione di Rabarbaro, nel film “Il gatto Milionario“.

Alla sua morte ebbe una sepoltura degna di una star, le sue ceneri furono sepolte nel “Forest Lawn Memorial Park “di Los Angeles. Ancora oggi Orangey è probabilmente ricordato come il Gatto in “Colazione da Tiffany”, nonostante abbia recitato in molti altri ruoli. E dobbiamo sospettare che ci siano molte persone amino ancora guardare quella pellicola non soltanto per la Hepburn, ma anche per questo bellissimo e talentuoso micio.

8. Metalupo – Game of Thrones (quando attori e colleghi animali diventano “friends”)

Un metalupo è un mammifero carnivoro in tutto simile al lupo, ma di dimensioni e forza assai maggiori e chi ha seguito “Game of Thrones” lo sa bene.

Secondo il Coventry Telegraph, l’attrice che interpreta Sansa, Sophie Turner,  ha pensato bene di adottare il suo metalupo, che nella Serie Tv risponde al nome di Lady, dopo che è stato tagliato fuori al secondo episodio. Ora questo bellissimo animale si chiama Zunni. Ci teniamo a precisare che non è un lupo vero e proprio; si tratta di una razza di cane particolare: il nothen inuit. 

Il fortunato ora vive con Sophie e i suoi genitori nella loro casa vicino a Leamington Spa.

“Crescendo ho sempre desiderato un cane, ma i miei genitori non ne hanno mai voluto uno. Ci siamo innamorati del metalupo del mio personaggio, Lady, sul set ‘, ha detto l’attrice. “Sapevamo che Lady sarebbe morta nella serie e volevano riportarla a casa. Mia madre ha convinti i suoi addestratori a farcela adottare.

9. Gatto Ferguson – New Girl

Ferguson è il gatto di Winston, il quinto coinquilino dello strano loft di “New Girl”.

Il bellissimo rapporto che ha con il padrone si vede da tanti piccoli particolari.

Il fun fact riguardante l’adorabile felino è che Lamorne Morris, l’attore che ha interpretato Winston in “New Girl”, in una recente intervista, mentre promuoveva il suo podcast “Welcome to Our Show“, con Hannah Simone, che interpretava Cece nella serie, ha rivelato a E! News che era estremamente allergico al gatto che interpretava Ferguson e di essere stato proprio male durante le riprese.

Nonostante i problemi di salute ha continuato però a recitare a fianco del felino che ormai era parte integrante del successo dello show.

Coraggioso e professionale.

10. Toto – Il Mago di Oz

Vi ricordate di Toto? Il cane è tra i protagonisti de “Il meraviglioso mondo di Oz”, il celebre romanzo di Lyman Frank Baum. Toto, è un simpatico cagnolino nero, migliore amico della piccola Dorothy.

Toto ha accompagnato la bambina nel suo lungo viaggio alla scoperta del mondo di Oz, popolato da creature bizzarre, come l’uomo di latta e la malvagia Strega dell’Ovest.

Curiosità: Toto era una femmina ed era una vera star dell’epoca, per le riprese fu pagata ben 125 dollari a settimana, più di alcuni degli attori umani (i Singer Midgets che interpretavano i Munchkin secondo quanto riferito ricevevano da $ 50 a $ 100 a settimana). Judy Garland, interprete di Dorothy, si innamorò a tal punto della cagnolina che chiese di poterla adottare ma il suo proprietario si rifiutò.

Ci sono attori cani e cani attori e in questo caso guadagnano pure più degli essere umani.

Quale curiosità vi ha colpito di più?

LEGGI ANCHE – Friends – Perché tutti gli attori finiscono nella fontana nel corso della sigla