Vai al contenuto
Home » Film » I 15 migliori film di sempre sugli amori tossici e disfunzionali

I 15 migliori film di sempre sugli amori tossici e disfunzionali

Gli amori tossici e disfunzionali sono un tema affascinante e complesso che ha ispirato molti dei migliori film d’amore oggi esistenti. Questi racconti esplorano le sfumature dell’amore, le dinamiche di potere, le insidie della manipolazione e la profondità delle emozioni umane. Per quanto siano romanzati e a tratti volutamente estremizzati, questi temi sono reali e molti si trovano a empatizzare con i personaggi. Spesso, infatti, evitiamo di confrontarci con ciò che può nascondersi dietro le relazioni apparentemente perfette, rivelando le tensioni e le fratture che possono svilupparsi tra due persone.

Dai drammi intensi ai thriller psicologici, fino alle storie d’amore che sfidano le convenzioni, questi film d’amore ci mostrano che l’amore può essere tanto complicato quanto appassionante. In questo articolo, vedremo i 15 migliori film d’amore di sempre sulle relazioni tossiche e disfunzionali, analizzando come ciascuno di essi rappresenti le complesse dinamiche delle relazioni umane. Preparatevi a immergervi in storie avvincenti e provocatorie che mettono in luce il lato oscuro dell’amore.

Ecco 15 migliori film d’amore e non sulle relazioni tossiche

1) Schegge di follia (1989)

le protagoniste del film schegge di follia, tra i Migliori film d'amore di sempre

Partiamo dai lontani anni ’80, per la precisione fine anni ’80. Schegge di follia, diretto da Michael Lehmann e uscito nel 1989, è una commedia nera che affronta con tagliente satira i temi dell’adolescenza, della popolarità e del conformismo nelle scuole superiori. Con protagonisti Winona Ryder e Christian Slater, il film è diventato un cult irriverente. La storia segue Veronica Sawyer (Winona Ryder), una studentessa intelligente e un po’ stanca della sua vita nella Westerburg High School, dove la gerarchia sociale è dominata da un trio di ragazze popolari, tutte chiamate Heather. Sebbene Veronica faccia parte del gruppo delle Heathers, è disgustata dai loro comportamenti crudeli e superficiali.

La vita di Veronica cambia quando incontra Jason “J.D.” Dean (Christian Slater), un ragazzo ribelle e carismatico. Insieme, iniziano a prendere di mira le Heathers, ma ciò che inizia come un tentativo di giustizia sociale rapidamente degenera. J.D. rivela un lato oscuro e violento, e le sue azioni portano a una serie di “incidenti” mortali travestiti da suicidi. Schegge di follia esplora tematiche come la superficialità e la crudeltà della cultura adolescenziale, la pressione per conformarsi e il desiderio di vendetta. Il film critica aspramente il modo in cui la società idolatra la popolarità e ignora le conseguenze delle azioni distruttive. Attraverso un approccio satirico e spesso grottesco, il film mette anche in discussione i valori e le priorità della gioventù americana.

2) Angoscia (1944)

i due protagonisti di angoscia in una scena in bianco e nero, tra i Migliori film d'amore di sempre (640x360)

Forse uno dei migliori film d’amore disfunzionale più vecchi di questa lista. Vogliamo parlavi di Angoscia, un thriller psicologico che ha avuto un impatto significativo sulla cultura popolare, tanto da dare origine al termine “gaslighting”, usato per descrivere una forma di manipolazione psicologica. Con protagonisti Ingrid Bergman, Charles Boyer e Joseph Cotten, il film esplora le dinamiche di una relazione manipolativa e l’erosione della sanità mentale della vittima. La storia si svolge nella Londra vittoriana e segue Paula Alquist (Ingrid Bergman), una giovane donna che, dopo il misterioso omicidio della sua zia, un’acclamata cantante d’opera, si trasferisce in Italia per cercare di dimenticare il trauma. Anni dopo, Paula si innamora e sposa il carismatico Gregory Anton (Charles Boyer). Gregory convince Paula a tornare a Londra e a vivere nella casa che ha ereditato dalla zia.

Una volta trasferitisi nella casa, Paula inizia a notare strani fenomeni: rumori misteriosi, oggetti che scompaiono e luci a gas che si affievoliscono senza motivo. Gregory insiste che questi eventi sono frutto della sua immaginazione, insinuando che Paula stia perdendo la ragione. Nel frattempo, un ispettore di Scotland Yard, Brian Cameron (Joseph Cotten), diventa sospettoso delle attività di Gregory e inizia a indagare. Gaslight esplora tematiche come la manipolazione psicologica, la perdita di fiducia in se stessi e la vulnerabilità delle vittime di abuso. Il film mostra come Gregory utilizzi tecniche di gaslighting per destabilizzare e controllare Paula, facendole dubitare della sua percezione della realtà e della sua sanità mentale. Questo tipo di abuso psicologico è rappresentato in modo estremamente efficace, evidenziando il potere della manipolazione e le sue devastanti conseguenze.

3) Possession (1981)

una scena di Possession, tra Migliori film d'amore tossico, con una donna dallo sguardo vacuo in primo piano (640x360)

Tra i migliori film di amore tossico horror

Torniamo ancora ai brillanti anni ’80 con un altro film non particolarmente leggero. Si tratta un film horror psicologico e drammatico che esplora le profondità della disintegrazione emotiva e mentale attraverso una narrazione inquietante e surreale. Con protagonisti Isabelle Adjani e Sam Neill, il film è noto per la sua atmosfera disturbante. Il film è ambientato a Berlino Ovest e segue la storia di Mark (Sam Neill) e Anna (Isabelle Adjani), una coppia il cui matrimonio è in crisi. Dopo una lunga assenza, Mark ritorna a casa e scopre che Anna vuole il divorzio. Il comportamento di Anna diventa sempre più erratico e misterioso, spingendo Mark a indagare sulle sue attività. Scopre che Anna ha un amante, Heinrich, ma la verità si rivela essere molto più oscura e inquietante.

Man mano che la storia si sviluppa, si scopre che Anna è coinvolta in una relazione con una creatura mostruosa che tiene nascosta in un appartamento abbandonato. La creatura rappresenta un simbolo delle sue turbe interiori e del degrado del suo matrimonio. Il film mescola elementi di horror corporeo e dramma psicologico, creando un’esperienza visiva ed emotiva estremamente intensa. Possession esplora temi complessi come la follia, l’identità, la possessività e l’angoscia esistenziale. Il film rappresenta il crollo di una relazione non solo come una crisi emotiva, ma come un vero e proprio incubo psicologico e fisico. La creatura mostruosa con cui Anna ha una relazione è una manifestazione fisica delle sue paure, dei suoi desideri repressi e della sua lotta interna. Qui trovi 10 altri inquietanti film horror.

Pagine: 1 2 3 4 5 6